Come scegliere le mattonelle bagno? 7 esempi da cui prender spunto

Categorie
Finiture Pavimenti e Rivestimenti Piastrelle Bagno Agosto 13, 2021

Dal punto di vista del design, le mattonelle bagno assicurano un’ampissima gamma di dimensioni, colori, pattern, finiture. È possibile anche creare combinazioni inedite giocando con una commistione di formati, texture e fantasie diverse.

È importante che i rivestimenti del bagno riescano a coniugare praticità, resistenza e resa estetica: non un compito facile!

Tra i pochi a riuscire nell’intento di contrastare efficacemente acqua, sporco, umidità ed usura sono i rivestimenti con mattonelle. Senza contare che le piastrelle sono anche igieniche e facili da pulire.

Mattonelle per bagno: 7 look a cui ispirarsi

  1. Bagno con mosaico colorato
  2. Eleganza e calore con il gres effetto legno 
  3. Bagno senza tempo con le cementine
  4. La magia del Mix & Match
  5. Bagno total look
  6. Mattonelle adesive bagno per un relooking low-cost
  7. Mattonelle bagno moderno effetto 3D

Mattonelle bagno bianche

Mattonelle per bagno: 7 look a cui ispirarsi

Quando la scelta è così vasta e variegata paradossalmente diventa più difficile: come orientarsi tra le mille proposte del mercato? Come essere sicuri di scegliere le piastrelle più adatte?

Per aiutarti a navigare nel multiforme universo delle mattonelle per bagno, abbiamo raccolto alcuni esempi a cui potrai ispirarti per dar vita ad un ambiente che rispecchi in pieno i tuoi gusti e la tua personalità.

1. Bagno con mosaico colorato

Basta qualche piastrella mosaico colorata per dare al bagno un aspetto luminoso e ricercato.

La scelta del mosaico è perfetta sia per il pavimento che per una porzione di parete, ma può essere utilizzato anche solo per rivestire la cabina doccia.

Le tonalità delicate come il rosa, il lilla, l’avorio, il turchese e il verde acqua creano un’atmosfera romantica e rilassante, mentre un rivestimento mosaico grigio aggiunge una nota super chic alla salle de bain, soprattutto se abbinato al bianco (effetto contrasto) oppure a tonalità di grigio più scuro (effetto tono su tono).

Chi ama i colori forti potrebbe puntare sul rosso, sul blu o sul verde smeraldo per creare un originale punto focale.

Mattonelle bagno a mosaico colorato

Wienerberger 810 x 125

2. Eleganza e calore con il gres effetto legno

Le piastrelle in gres porcellanato effetto legno riassumono tutti i requisiti tecnici ed estetici che si potrebbero mai pretendere da un rivestimento bagno: il gres porcellanato è resistente, duraturo, idrorepellente, facile da pulire e versatile, mentre l’effetto legno regala un impatto scenico impareggiabile.

Queste piastrelle imitano il fascino del legno in modo impeccabile, riproducendo tutte le sfumature possibili (frassino, noce, rovere, wengé, pino, ecc.), senza tuttavia subire le criticità tipiche di un rivestimento in legno.

Ecco perché le mattonelle bagno in gres effetto legno sono così amate e scelte!

L’imitazione del legno non riguarda solo l’essenza e la colorazione, ma anche l’effetto visivo. In sostanza, il finto legno in gres riesce ad imitare la forma dei listelli del parquet e a riprodurre le tipiche modalità di posa, tra cui quella a spina di pesce.

Il rivestimento effetto legno con posa a spina di pesce trasforma la stanza da bagno in una rilassante SPA privata e conferisce all’ambiente una piacevole sensazione rigenerante.

Mattonelle in effetto legno

3. Bagno senza tempo con le cementine

Nella Greatest Hits delle piastrelle bagno spunta il ritorno delle ceramiche ad interpretazione eclettica e vagamente rétro.

Tra tutte, le antiche cementine artigianali, sia nella tradizionale forma quadrata (formati piccoli: 20x20cm o 30x30cm) che nella particolare forma esagonale.

Le cementine esagonali sembrano essere particolarmente adatte a ricreare un’atmosfera rétro in bagno: non solo quelle artigianali, ma anche le moderne versioni in gres porcellanato, attualizzate con decori geometrici, floreali o con accostamenti casuali (effetto patchwork).

Scegliere le cementine per i rivestimenti del bagno significa donare alla “stanza del benessere” un’impagabile atmosfera senza tempo.

Oggi, infatti, quegli antichi e misteriosi decori che si potevano osservare nelle case delle nonne rivivono grazie ai designer e alle aziende che ne hanno saputo recuperare lo spirito più autentico, l’anima più profonda (quella legata agli affetti e ai ricordi di famiglia), per farne piastrelle di tendenza per le nostre abitazioni moderne.

Con le cementine la versatilità stilistica è garantita. In base ai vari accostamenti di forme, dimensioni, colori e motivi grafici, il bagno può assumere un rassicurante sapore vintage oppure un elegante effetto minimal.

Oltre all’effetto ottenuto, difficilmente un bagno rivestito con le cementine potrà deludere le aspettative.

Il segreto sta nella capacità di queste mattonelle bagno di coniugare tradizione familiare e modernità, senza perdere mai l’antica anima artigianale.

Una valida alternativa alle cementine per creare un bagno vintage-rétro sono le mattonelle per bagno con finitura lucida e forma “bombata”, caratterizzate da colori brillanti e fughe in rilievo per evidenziare lo stacco cromatico.

Mattonelle bagno bianche moderne

4. La magia del Mix & Match

In Interior Design, l’elemento di novità del Mix & Match non risiede nei materiali utilizzati per il pavimento o per il rivestimento murale, ma nel modo (inedito) in cui i soliti materiali vengono combinati tra loro.

Spesso il Mix & Match viene associato al concetto di “combinazione simbiotica”: coesistenza, stretto rapporto, compenetrazione di due o più elementi diversi.

Immaginare, accostare, mescolare texture e materiali diversi equivale, in pratica, a creare qualcosa di nuovo. Qualcosa che prima non esisteva.

I materiali vanno mixati seguendo anzitutto il criterio del buon gusto. Un’altra linea guida potrebbe essere l’aderenza stilistica al contesto.

Ad esempio, scegliere le materie prime del posto (le maioliche siciliane, il marmo di Carrara, la pietra lavica, il tufo, la terracotta, ecc.) o creare associazioni di colori che richiamano il paesaggio circostante.

Tassello dopo tassello, il rivestimento Mix & Match si compone come un puzzle, dando vita ad un disegno unico.

Bagno in mattonelle

Qualche esempio?

Per il pavimento del bagno prova ad accostare la lucentezza del marmo alla ruvidezza della pietra, e poi aggiungi qualche inserto in legno per riequilibrare e scaldare la composizione. Non male, vero?

Molto in voga anche la realizzazione di veri e propri tappeti di cementine o piastrelle decorate per delimitare una specifica area del bagno.

L’opzione del Mix & Match viene scelta anche quando, durante una ristrutturazione, riemergono pavimentazioni o pareti di pregio artistico. In questi casi si tratta di un vero colpo di fortuna: recuperare  i rivestimenti originari e combinarli con le nuove mattonelle per bagno è quasi obbligatorio!

In linea generale, per il bagno la “combinazione simbiotica” maggiormente utilizzata è quella tra parquet e grès o parquet-cementine.

Nei bagni in stile contemporaneo vengono scelti spesso anche gli abbinamenti cemento/pietra e resine/metalli.

5. Bagno total look

Tra le tendenze più in voga degli ultimi anni troviamo l’arredo bagno total look, basato sull’idea di creare una continuità visiva “totale”.

In sostanza, per tutti gli elementi dell’ambiente – le pareti, il pavimento, i mobili bagno – viene utilizzato lo stesso tipo di rivestimento, identico per materiale, colore e pattern grafico.

Definire un fil rouge stilistico dona un piacevole senso di ordine e razionalità, ma attenzione ad evitare l’effetto “asettico”.

Il consiglio, dunque, è quello di puntellare il (total) look con dettagli e accessori che possano spezzare la continuità, valorizzandola al tempo stesso.

L’elemento di rottura può essere qualsiasi cosa: un dipinto colorato, un tappeto originale, una serie di accessori di forma o colore particolare.

6. Mattonelle adesive bagno per un relooking low-cost

In tutti i casi in cui non è possibile smantellare le vecchie piastrelle per realizzare un nuovo rivestimento, possiamo tamponare con un restyling facile, veloce e soprattutto economico: coprire le piastrelle esistenti con delle specifiche mattonelle adesive.

Si tratta di speciali rivestimenti adesivi applicabili senza lavori di muratura.

In sostanza, con un minimo investimento (e in pochissimo tempo) le piastrelle adesive sono in grado di cambiare completamente il volto del bagno.

Una scelta perfetta, quella delle mattonelle adesive, per coloro che desiderano rinfrescare il look del bagno ma non possono apportare migliorie strutturali (pensiamo agli affittuari, ad esempio). Altre volte, invece, il rivestimento adesivo è una soluzione transitoria in attesa della vera e propria ristrutturazione del bagno.

La maggior parte delle mattonelle adesive bagno è realizzata in PVC, un materiale plastico che garantisce ottimi livelli di resistenza e richiede poca manutenzione.

Per un’applicazione affidabile e duratura nel tempo è necessario procedere prima ad una pulizia profonda della superficie da coprire. Dopodiché basterà rimuovere la protezione sul retro e posizionare la pellicola adesiva sulle vecchie mattonelle, agendo una leggera pressione.

Oltre al risparmio economico (le mattonelle adesive sono davvero alla portata di tutte le tasche), ci sono altri vantaggi nella scelta di rinnovare velocemente il bagno coprendo il vecchio rivestimento:

  • Possibilità di personalizzazione

Con le piastrelle adesive bagno ci si può sbizzarrire in infinite combinazioni grafiche, cromatiche e stilistiche.

Rispetto alle mattonelle per bagno classiche, infatti, quelle adesive offrono una maggiore libertà compositiva. In commercio ne troviamo con dimensioni e forme diverse (quadrate, rettangolari, ottagonali, a mosaico, esagonali), per non parlare della scelta di colori e motivi (floreali, geometrici, astratti, optical, ecc.).

In base al pattern, alla forma, alla dimensione e al punto cromatico, la piastrella adesiva può indirizzare lo stile del bagno verso una precisa connotazione stilistica: industrial, shabby-chic, classica, vintage, contemporanea, rustica, mediterranea.

Inoltre, nulla impedisce di utilizzare due o più tipologie di piastrelle adesive per creare un rivestimento bagno completamente personalizzato.

  • Facili da applicare e da rimuovere

Le piastrelle adesive sono facili da posare e, nella maggior parte dei casi, riposizionabili. Ciò significa che il look del bagno più essere cambiato ogni volta che lo si desidera.

Installazione di mattonelle in bagno

7. Mattonelle bagno moderno effetto 3D

Per un “bagno in movimento” di chiara impronta contemporanea la soluzione ideale è rivestire le pareti con piastrelle in ceramica effetto tridimensionale.

L’effetto rilievo (o scultoreo) può assumere svariate vesti grafiche.

Ci sono i rivestimenti 3D per bagno che simulano il movimento oscillatorio delle onde, ma anche mattonelle bagno tridimensionali che riproducono un effetto stropicciato a texture irregolare.

La maggior parte delle piastrelle moderne 3D sono disponibili sia nella variante lucida che satinata.

Recentemente si è aggiunta la luminosa finitura metal, che connota il bagno in chiave moderna e regala suggestivi riflessi di luce.

Qual è l’esempio che ti convince di più? E quello che ha stuzzicato maggiormente la tua vena creativa?

Aldilà di quale sarà la tua scelta, è importante sapere che è sempre meglio affidarsi ad un esperto del settore rivestimenti e pavimentazioni bagno, come Gruppo Made, che saprà anche indirizzarti verso la soluzione più adatta, sia dal punto di vista funzionale che estetico, alle caratteristiche del tuo bagno.

Richiedi informazioni:

Articoli Correlati