3 cose da sapere prima di creare il bagno in mansarda

Categorie
Bagno Edilizia Normative e Leggi Luglio 02, 2021

Vivere il sottotetto è ormai una scelta consueta: sempre più spesso infatti si vuole o si ha la necessità di ricavare una stanza in più nella mansarda. Che sia per una camera da letto, uno studio o una stanza dei giochi per i bimbi, l’idea include quasi sempre anche la realizzazione di un bagnoin mansarda.

Ecco quindi 3 cose da sapere prima di creare il bagno in mansarda:

Bagno grigio in mansarda
RAK DES Banner

1. Bagno in mansarda: qual è l’altezza minima abitabile?

Per poter creare il bagno in mansarda è bene assicurarsi che il sottotetto sia abitabile. Ma quando si può definire “abitabile” un sottotetto? Vediamo di seguito quali sono le altezze minime per abitabilità.

Altezze minime mansarda

L’altezza minima di un mansardato deve tenere conto di due valori:

  1. L’altezza media del locale: In questo caso l’altezza media per un bagno in mansarda, da calcolarsi considerando il “centro” della stanza e, in particolare, il punto davanti ai sanitari, è di 2,30 metri.
  2. L’altezza minima del locale: L’altezza minima media per un bagno in mansarda è di 1,50 m. Al di sotto di tale valore non è possibile garantire uno spazio adatto ad essere vissuto.

Si parla di altezze medie per avere un’idea generale delle altezze ammissibili. Inoltre è bene sapere che ogni regione, e a volte ogni comune, ha dei regolamenti ad hoc che precisano le altezze minime da considerarsi per il recupero del sottotetto. Queste possono essere superiori o inferiori a quelle medie sopra riportate. Cercate quindi di affidarvi sempre a professionisti esperti che possano aiutarvi a non commettere errori e ad ottenere i permessi per la realizzazione dell’intervento.

Illuminazione bagno in mansarda

Altezza minima edifici in montagna

Esiste, già a livello generale, una differenza per quanto riguarda le altezze degli edifici che si trovano in zone montane:

  • L’altezza media del locale, nei luoghi montani, per i locali accessori (bagni, ripostigli, disimpegni) passa da 2,30 m a 2,00 m.
  • L’altezza minima del locale, nei luoghi montani, per i locali accessori (bagni, ripostigli, disimpegni) passa da 1,50 m a 1,10 m.

Anche in questo caso regioni o comuni comprendenti comunità montane potrebbero avere normative differenti. È bene dunqueconsultare i regolamenti edilizi del vostro comune prima di iniziare a progettare un bagno in mansarda.

2. Illuminazione bagno in mansarda: le normative

Anche l’illuminazione potrebbe riservare sorprese nel creare un bagno in mansarda. Infatti, come accade per le altre stanze della casa, è obbligatorio soddisfare il RAI, ossia il rapporto aeroilluminante, che determina di quanta luce naturale ha bisogno l’ambiente che stiamo realizzando.

bagno in mansarda blue

Rapporto aeroilluminante: la normativa per mansarda

Da normativa nazionale (art.5, decreto ministeriale n.190 del 5 luglio 1975) il RAI è di ⅛: ciò significa che la bucatura o il lucernario posto sul tetto devono avere una superficie in metri quadri pari o superiore ad ⅛ di quella della superficie pavimentata del bagno.

Facciamo un esempio pratico. Se la superficie pavimentata del vostro bagno è pari a 4 metri quadri, per sapere quanto grande dev’essere la finestra, affinché sia soddisfatto il rapporto aeroilluminante, dovrete calcolare ⅛ di 4, ovvero 0,5 metri quadri. Saprete quindi che l’area della vostra finestra o del vostro lucernario non potrà essere inferiore a questa dimensione, altrimenti non avrete l’agibilità del sottotetto.

Differenze regionali

Anche nell’ambito dell’illuminazione esistono differenze a livello regionale. Un esempio è la Toscana, che porta il rapporto aeroilluminante a 1/16 della superficie pavimentata rispetto al limite normativo nazionale di ⅛ di SP.

3. I permessi necessari per creare il bagno in mansarda

Per creare un bagno in mansarda bisogna effettuare delle comunicazioni o chiedere dei permessi al comune. 

Vediamo in quali casi è possibile optare per una comunicazione piuttosto che per un permesso comunale.

bagno in mansarda bianco

CILA, SCIA e Permesso di Costruire

La realizzazione del bagno in mansarda potrebbe rientrare semplicemente nelle opere di manutenzione straordinaria (Art.3, lettera b) Testo Unico dell’Edilizia, DPR 380/2001) che si divide in:

  • Manutenzione straordinaria di opere interne non riguardanti le parti strutturali, per le quali è sufficiente richiedere al comune la CILA, (Comunicazione di Inizio Lavori Asseverata). Con questa il tecnico incaricato dichiara la conformità delle opere eseguite e allega gli elaborati grafici progettuali riguardanti la creazione del bagno nel sottotetto. È un titolo abilitativo che non comporta oneri di spesa comunali.
  • Manutenzione straordinaria di opere interne riguardanti le parti strutturali. In questo caso, mettendo mano alle parti strutturali dell’edificio (ad esempio, se è necessario installare un lucernario, un abbaino o una finestra), non è più sufficiente una CILA ma l’intervento ricade nell’ambito della SCIA (Segnalazione Certificata di Inizio Attività).Tramite la SCIA è possibile comunicare al comune, contestualmente all’invio, eventuali elaborati e relazioni tecniche, sempre asseverate e compilate da un professionista, riguardanti calcoli strutturali o se necessario procedure riguardanti vincoli architettonici o paesaggistici.

In altri casi, o per interventi di grandi dimensioni o per regolamenti edilizi che lo richiedono espressamente, creare un bagno in mansarda ricade nell’ambito del Permesso di Costruire (art.3, lettera d) ed e) Testo Unico dell’Edilizia, DPR 380/2001), che comporta nella maggior parte dei casi oneri di costruzione da pagare al comune tramite PagoPA.

Infine, se pensate di avere tutte le carte in regola per creare un bagno in mansarda non resta che sbizzarrirvi per ricercare le più originali idee per arredare bagno in mansarda, così come le tinte più adeguate al vostro ambiente e gli accessori per renderlo bello, comodo e funzionale. Vuoi avere maggiori informazioni sull’argomento? Contattaci qui o richiedi il consiglio dei nostri specialisti!

Richiedi informazioni:

Articoli Correlati