Bagno con vasca e doccia separate: idee, soluzioni e progetti

Categorie
Bagno Febbraio 02, 2021

Da un lato la praticità della doccia, dall’altro l’impagabile sensazione di benessere e rigenerazione data da un bel bagno caldo a fine giornata: come scegliere la soluzione ideale per il tuo bagno? Meglio la doccia o la vasca?

Non si tratta di una scelta facile: sia il box doccia che la vasca da bagno hanno i loro vantaggi. L’ideale sarebbe avere a disposizione spazio sufficiente per includere entrambe le soluzioni, così da scegliere ogni giorno l’opzione desiderata in base al tempo che possiamo dedicare all’igiene personale. In alcuni casi sarà più comodo ricorrere ad una doccia veloce, in altri immergersi nella vasca da bagno e concederci un momento di relax tutto nostro ci sembrerà una vera benedizione!

Le “stanze da bagno” di una volta, grandi e spaziose, ad oggi sono delle vere e proprie rarità. Soprattutto nelle nuove costruzioni, siano esse dislocate su più livelli o su un unico piano, si preferisce progettare due bagni di medio-piccole dimensioni piuttosto che un solo grande bagno. La progettazione dei moderni bagni punta, dunque, all’ottimizzazione degli spazi (piuttosto che alla dispersione) e allo sfruttamento di ogni centimetro a disposizione mediante soluzioni salvaspazio studiate per far entrare tutto il necessario in spazi di ridotte dimensioni.

In questo articolo vogliamo però concentrarci su quei pochi fortunati che dispongono della metratura sufficiente per progettare e realizzare un bagno con vasca e doccia separate.

Vedremo le soluzioni a disposizione e il modo in cui le stesse possono essere concretizzate per aumentare il comfort e trasformare la salle de bain in un’oasi di benessere per tutta la famiglia.

Come far coesistere vasca e doccia nello stesso bagno

Unire le funzionalità di vasca e doccia nello stesso ambiente bagno è difficile ma non impossibile. Difficile perché, come detto, i bagni di oggi spesso non dispongono di sufficiente spazio per contenere entrambe le soluzioni; “non impossibile” perché la convivenza si può concretizzare grazie ad una buona progettazione e alla scelta di arredi intelligenti e salvaspazio.

interno bagno con vasca e doccia

Ever

Bagno lungo e stretto

In un bagno di forma rettangolare possiamo sfruttare con astuzia le due pareti lunghe e parallele per separare le diverse funzionalità dell’ambiente e dare un tocco di modernità anche ad una conformazione così classica.

Una delle due pareti può ospitare, in sequenza, la vasca da bagno e il box doccia, mentre nella parete di fronte trovano posto i sanitari – vaso, bidet e lavabo – oltre ad eventuali mobili di arredo bagno, meglio se compatti e salvaspazio (colonne che sfruttano le altezze, mensole, pensili portatutto).

Il segreto è curare ogni dettaglio. In che modo? Ad esempio, scegliendo sanitari slim e sospesi, capaci di rendere la visione d’insieme più leggera e spaziosa, sfruttando la zona sopra la vasca da bagno per inserire mobiletti contenitori e mensole, e scegliendo una doccia “invisibile”: box tutto vetro con ante in cristallo extra trasparente e piatto doccia integrato filo pavimento.

Pianta ampia e quadrata: doccia e vasca freestanding

Il tuo bagno ha una forma ampia e regolare: non disperdere questo privilegio! Approfittane per progettare un angolo dedicato alla cura personale: una sorta di mini SPA domestica sempre a tua disposizione.

Qualche idea?

Se la metratura è ampia, puoi spaziare tra diverse soluzioni progettuali. La scelta dipende dal gusto personale e dalle esigenze della famiglia.

Potresti sfruttare le ampie dimensioni dell’ambiente per posizionare nell’angolo che preferisci  una vasca di design freestanding: soluzione di grande fascino che darà un incredibile valore aggiunto al tuo bagno!

Se alla scenografica vasca associ anche un box doccia in cristallo trasparente, con soffione gigante effetto pioggia e qualche dettaglio di lusso (funzione cromoterapia, idromassaggio) – da posizionare di fronte o accanto alla vasca – il bagno diventerà la stanza preferita da tutti i membri della famiglia. Preparati a fare la fila!

Bagno piccolo? Come includere sia la doccia che la vasca

Se il bagno è piccolo non è detto che si debba rinunciare alla missione “vasca e doccia separate”. È inevitabile però restringere il ventaglio delle scelte: non possiamo pretendere di inserire contemporaneamente, nello stesso (piccolo) ambiente, una doccia Walk-in e una grande vasca idromassaggio. Qualche rinuncia andrà fatta, ma non in termini di design e funzionalità. 

Ad oggi, infatti, il settore arredo bagno propone soluzioni di grande pregio anche per bagni extra small: box doccia compatti (80×80, ma anche 70×70 cm) con ante scorrevoli per recuperare ulteriore spazio, piatto doccia filo pavimento per creare meno ingombro, vasche di dimensioni ridotte (anche angolari con profilo stondato) che garantiscono comunque una buona resa in termini di comfort e funzionalità.

bagno doccia e vasca separate

Bagno con doccia e vasca separate: quanto costa?

Nel caso in cui fosse necessario ricorrere alle soluzioni su misura per riuscire a far convivere armoniosamente vasca e doccia nello stesso bagno, il preventivo di spesa potrebbe subire qualche incremento: sappiamo infatti che il tailor made ha costi superiori rispetto alle soluzioni standard.

Una mini cabina doccia, ad esempio, costa di più non solo perché va progettata e realizzata uscendo dalle misure standard, ma anche perché bisognerebbe prevedere anche un’altra serie di accorgimenti che fanno lievitare ulteriormente il costo finale: ante scorrevoli o a scomparsa, vetri in cristallo sottili ed extra chiari, piatto doccia filopavimento, ecc.

Se un box doccia standard con anta a battente costa tra i 150 e i 300 euro, per una soluzione personalizzata i prezzi oscillano tra i 300 e i 500 euro.

Stesso discorso vale per la vasca da bagno. Le classiche vasche rettangolari, di misura standard, costano tra i 100 e i 200 euro, mentre una vasca fuori misura o angolare salvaspazio potrebbe costare qualche centinaia di euro in più.

Richiedi informazioni:

Articoli Correlati