Idee bagno piccolo: stile e funzionalità in formato extra small

Categorie
Bagno 15 Luglio, 2020

Dimenticate la vecchia “stanza da bagno”, grande e spaziosa come una camera da letto. Il moderno concept abitativo è sempre più orientato verso l’ottimizzazione degli spazi e la divisione equilibrata e proporzionata dei metri quadri a disposizione.

Di rado nelle nuove costruzioni troviamo bagni di grandi dimensioni: è più facile trovare due bagni piccoli che un solo grande bagno in comune per tutta la famiglia.

Avere un bagno piccolo però non significa assenza di comfort e di vivibilità: il bagno ha solo assunto una dimensione più intima e raccolta.

Ciò che conta è la capacità di sfruttare al meglio ogni centimetro dell’ambiente. L’imperativo in questo caso è less is more: due bagni di taglia small riescono a soddisfare le esigenze della famiglia in modo più efficiente e funzionale di qualsiasi bagno “padronale”.

Non a caso le aziende di arredo bagno sono sempre più orientate verso la ricerca di soluzioni progettuali smart, multifunzionali e salvaspazio.

Si sfruttano le altezze, le nicchie, gli angoli altrimenti inutilizzati, si scelgono mobili creati con lo scopo di accorpare più funzioni insieme.

Anche in fase di ristrutturazione, spesso si opera in direzione di una riduzione della metratura del bagno, con l’intento di sfruttare i centimetri guadagnati per creare una stanza in più in casa: un ripostiglio, una lavanderia autonoma, un piccolo angolo studio/ufficio.

Bagni “mini” e leggeri con i sanitari sospesi e compatti

Se pensate sia difficile far entrare tutto il necessario in un bagno di piccole dimensioni, sappiate che spesso si tratta più di un limite mentale che concreto.

Con la consulenza progettuale di un esperto e la scelta di aziende al passo coi tempi, è possibile creare o ristrutturare il proprio bagno in modo che non manchi proprio nulla.

Vediamo come!

idee bagno piccolo finestra

Weber 810 x 125

Idee bagno piccolo: quali sanitari scegliere?

In un bagno di piccole dimensioni la scelta dovrebbe cadere su sanitari che possono rendere l’ambiente visivamente più ampio e leggero:

  • Sanitari sospesi
  • Sanitari slim

Entrambe le tipologie sono caratterizzate da ingombro ridotto, design leggero e moderno e facilità di pulizia.

I modelli compatti e slim, con una profondità inferiore ai 50 cm, presentano evidenti vantaggi in termini di ottimizzazione spazi. Inoltre, le linee pulite ed essenziali trasmettono un immediato senso di ariosità e leggerezza agli ambienti piccoli.

I sanitari sospesi, per poter essere installati, necessitano di un pre-requisito strutturale: il muro deve avere una profondità minima di 12 cm. In particolare, lo spessore del muro deve:

  • Essere adeguato a sostenere il peso del sanitario e della persona
  • Avere lo spazio sufficiente ad ospitare lo scarico a muro

In caso di muro poco profondo si potrebbe ovviare realizzando una contro muratura in cui alloggiare lo scarico. In questo caso, però, verrebbe meno il vantaggio del ridotto ingombro.

Per quanto riguarda l’eterno dilemma tra doccia e vasca, in un bagno piccolo la scelta della doccia è quasi d’obbligo.

I box doccia salvaspazio sono quelli ad angolo o a nicchia con ante scorrevoli. Il piatto su misura 70×70 e 80×80 andrebbe scelto solo in casi estremi, mentre la giusta via di mezzo è la doccia standard (70×90 o 80×90) che risulta sufficientemente comoda per muoversi all’interno del box doccia, ma senza ingombrare e rubare spazio.

Mobili salvaspazio e multifunzione: gli alleati del bagno piccolo

Gli arredi più gettonati in ottica salvaspazio sono quelli flessibili e adattabili alle svariate esigenze architettoniche. Attenzione però a non trascurare gli aspetti puramente estetici.

Il bagno, infatti, come qualsiasi altro ambiente, acquista più fascino se arredato in modo creativo e personale, osando con pavimenti e rivestimenti, con colori e materiali e con le soluzioni che sfruttano lo spazio in modo originale e accattivante.

Una scelta intelligente è quella di utilizzare piastrelle bagno, pavimenti e rivestimenti in materiali moderni e leggeri – ad esempio le resine e il pavimento in microcemento, che si caratterizzano per continuità visiva e assenza di fughe – e tonalità chiare che donano leggerezza e luminosità.

Altre idee d’arredo risolutive per bagni piccoli sono i mobili salvaspazio, i mobili sospesi e gli arredi multifunzione. Di gran tendenza tra le idee arredo bagno piccolo troviamo anche le mini-pareti attrezzate che sfruttano l’altezza di una sola parete, generalmente quella in cui si trova il lavabo integrato, attraverso una serie di moduli a colonna, mensole, scaffali, vani chiusi e a giorno che creano un effetto compatto ma nello stesso tempo dinamico e slanciato.

Altri trucchetti per allargare visivamente lo spazio? Un grande specchio protagonista della parete e set di accessori trasparenti che rendono l’ambiente delicato e impalpabile!

idee bagno piccolo doccia

Arredare bagno piccolo: prezzi

Se dovessimo seguire la logica diremmo che si spende meno per arredare un bagno piccolo che per uno grande.

In realtà, così come capita per tutti gli ambienti in cui sia necessario adottare soluzioni su misura, extra standard e personalizzate al millimetro, i prezzi possono lievitare.

Il motivo risiede nel fatto che dietro alla progettazione di arredi su misura, mobili multifunzione o sanitari dal design slim e sospeso c’è un maggior dispendio di tempo ed energie.

Il lavoro dei designer e degli artigiani è più certosino e, di conseguenza, il costo per la realizzazione di arredi e sanitari per bagni piccoli può essere leggermente superiore alla media.

Ma ne vale la pena, se il risultato è un piccolo bagno gioiello!

Richiedi informazioni:

Articoli Correlati