Pavimento alla veneziana: le armi segrete di un pavimento chic e prezioso

Categorie
Pavimenti e Rivestimenti 15 Marzo, 2020

I pavimenti alla veneziana hanno una storia lunga e affascinante.

Prime tracce di queste preziose pavimentazioni appaiono già in alcune ville di epoca romana, ma è solo a partire dalla Venezia settecentesca dei Dogi che il pavimento alla veneziana si diffonde e si stabilizza come una delle più antiche e nobili tradizioni dell’artigianato del nostro Paese.

In linea con le ultime tendenze dei pavimenti effetto marmo, oggi il pavimento veneziano è tornato agli antichi splendori, apprezzato dagli Interior Designer per la sua naturale eleganza, che aggiunge prestigio ad un arredamento classico e neobarocco, ma anche per la sua capacità di adattarsi ad ambienti minimal e contemporanei: il tocco di modernità è dato dall’assenza di fughe e dalla finitura lucida.

Pavimento seminato veneziano: le caratteristiche per cui si fa apprezzare

Chiamata anche seminato, la versione tradizionale del pavimento alla veneziana viene realizzata con pietrisco, coccio, vetro e frammenti marmo di circa 30-40 mm, a cui viene aggiunto un legante fatto di calce di ciottolo o cemento impastato con altri minuscoli frammenti di cocciopesto e polvere marmo. Dopo alcuni giorni di posa, la superficie viene pressata, lisciata (stuccando tutte le fessure) e lucidata prima con olio di lino cotto e poi con la cera o tramite la lucidatura a piombo.

La fase finale è la decorazione. Si tratta di un minuzioso lavoro di precisione che può essere eseguito solo da artigiani esperti. Il segreto di tanta bellezza sta nello sfruttare le antiche sapienze e utilizzare le stesse tecniche del XVI secolo.

La versione moderna si rifà all’antica tradizione, ma utilizza materiali e strumenti più evoluti. Gli artigiani realizzano un primo fondo di pavimento resina epossidica, estremamente isolante, e successivamente gettano e livellano l’impasto di graniglie, per poi procedere alla levigatura e, infine, alla decorazione.

Altre caratteristiche del pavimento alla veneziana

Oltre all’indubbio valore e fascino, questo tipo pavimentazione è apprezzato anche per caratteristiche di praticità e resistenza.

In particolare, il seminato alla veneziana è un pavimento:

  • Resistente all’usura e ai raggi UV
  • Facile e veloce da pulire
  • A basso spessore: contrariamente al tradizionale seminato veneziano, che necessita di spessori superiori al centimetro di altezza, il moderno pavimento alla veneziana ha uno spessore minimo (circa 5-6 mm) che lo rende ideale anche come veloce restyling in caso di ristrutturazioni. Può essere infatti posato anche su pavimentazioni esistenti (senza demolizioni), conferendo agli ambienti un aspetto raffinato e ricercato.
pavimento alla veneziana
volteco 810 x 125

Decorazioni pavimento alla veneziana: versatilità e grande personalità

Uno dei motivi per cui il pavimento seminato veneziano viene scelto ancora oggi per ricreare la bellezza dei lussuosi palazzi veneziani risiede nella sua versatilità stilistica, ossia nella possibilità di scegliere tra un’ampia varietà di decorazioni e colorazioni, tutte personalizzabili.

La modernità del bianco marmo graniglia crea un ambiente chic e luminoso, il nero ebano fa subito mood metropolitano. Per ricreare il fascino rinascimentale e lo stile barocco dei palazzi del ‘600 e ‘700 sono perfetti invece i mosaici marmi, realizzati con polvere di marmo, graniglie o vetri.

Per quanto riguarda i pattern decorativi, si passa dai disegni geometrici agli antichi stemmi araldici, dalle figure concentriche ai motivi ispirati alla natura, passando per ghirigori di ispirazione barocca.

In base alla complessità del disegno, è possibile utilizzare uno specifico supporto da utilizzare come “guida” nella realizzazione. A volte il disegno viene delineato con il carboncino, altre volte con speciali fili al piombo o con appositi stampi in legno.

Dopo aver abbozzato il disegno, sulla pavimentazione viene stesa una pasta che ha lo scopo di legare e tenere insieme i frammenti di marmo e le graniglie che verranno utilizzati per la realizzazione vera e propria del motivo prescelto

pavimento alla veneziana

Pavimento alla veneziana: prezzi

Un seminato alla veneziana semplice, senza particolari decorazioni, ha un costo di circa 100 euro al metro quadrato, mentre per un tipo pavimentazione con motivi e decorazioni particolari si sale intorno ai 150/180 euro al metro quadro.

Superiamo i 500/600 euro al metro quadro per pavimenti in marmi particolarmente pregiati e disegni complessi. In questi casi, parliamo di vere e proprie opere d’arte.

Alto anche il costo della mano d’opera. Per realizzare un pavimento alla veneziana, anche il più semplice, servono infatti artigiani esperti e specializzati, che da un lato conoscono la tradizione antica e mettono a frutto le originarie tecniche di lavorazione, dall’altro sanno valorizzare la pavimentazione con abilità artistiche non indifferenti.

A tutto questo, si aggiunge anche la bravura di saper applicare materiali e tecnologie moderne senza snaturare l’anima più nobile e pura del pavimento.

Infatti, l’antico splendore deve rimanere intatto, continuando a tramandare di generazione in generazione il fascino ineguagliabile del pavimento alla veneziana.

Richiedi informazioni:

Articoli Correlati