Impianto geotermico: costo, vantaggi e come funziona

L’impianto geotermico è ancora una modalità di produrre energia termica poco diffusa ma davvero efficiente e rispettosa dell'ambiente. Eppure, anche se con tecnologie non avanzate come quelle che usiamo noi oggi, il principio della geotermia veniva diffusamente usato da molte civiltà antiche, le quali avevano già intuito che il pianeta terra rappresenta un incredibile serbatoio di energia a costo (quasi) zero. Ma, qual è il costo dell’impianto geotermico? Vediamo insieme in che modo, oggi, possiamo usare questa risorsa a nostro favore.

Partiamo dall’energia per conoscere il costo dell’impianto geotermico!

Abbiamo affrontato in parte questo argomento quando precedentemente abbiamo parlato dell’impianto geotermico. Oggi può essere interessante ottenere qualche informazione in più.

Parleremo di ciò che si intende per geotermia e in che modo possiamo sfruttarla a nostro favore, mostrandovi anche il costo dell’impianto geotermico nel tentativo di avvicinarvi ad alcuni concetti ancora lontani dalla nostre abitudini, ma che davvero possono fare la differenza per il benessere nostro e dell'ambiente che ci circonda!

impianto geotermico costo energia geotermica

L'energia geotermica: una risorsa illimitata sotto i nostri piedi

Prima di scoprire il costo dell’impianto geotermico, molto probabilmente vi interesserà questa piccola curiosità riguardante l’argomento che abbiamo trovato navigando in rete. L’energia geotermica oggi è impiegata per meno dell'1% del fabbisogno mondiale di energia.

Inoltre, è interessante riportare qualche informazione derivante da uno studio del MIT, ovvero il Massachusetts Institute of Technology, una delle Università più importanti al mondo nell'ambito delle scienze applicate e non solo.

La potenziale energia contenuta nel globo terrestre, secondo tale studio, si aggira sui 12,600,000 zettajoule circa, dei quali con le tecnologie di cui disponiamo oggi, potremmo usarne più o meno 2,000.

Per darvi un'idea di ciò di cui stiamo parlando, 1 zettajoule è pari a 10 alla ventunesima joule, cioè 1 milione di biliardi, 1 milione di milioni di miliardi di joule. E, dobbiamo sapere che una famiglia italiana di 4 persone consuma all'incirca 10,000 megajoule all'anno, che sarebbero 1 solo milione di joule.

Possiamo quindi concludere che l'energia geotermica che noi potremmo sfruttare sarebbe sufficiente a coprire il fabbisogno di 2.0x10 alla quindicesima famiglie italiane, cioè 2.0 milioni di miliardi di famiglie italiane! Cioè, per prenderci gusto, 40 milioni di miliardi di persone!

Secondo il MIT con il suolo geotermico si potrebbe soddisfare, in modo assolutamente pulito per l'ambiente, il fabbisogno mondiale di energia per almeno 4000 anni! Avrete quindi capito che stiamo camminando su una centrale di energia green illimitata e pronta all'uso.

Come funziona un impianto geotermico

Mentre il clima sulla superficie terrestre dove noi viviamo varia notevolmente e presenta condizioni molto estreme per noi umani in termini di caldo e di freddo, il sottosuolo risulta di certo più costante, con temperature soggette ad oscillazioni di gran lunga minori.

Oltre una certa profondità, che a seconda del tipo di terreno e della sua conducibilità può attestarsi entro la decina di metri, la temperatura è pressoché fissa e si avvicina alla temperatura media annua del sito in cui ci troviamo.

In Italia siamo intorno ai 15° di temperatura media annua. Questo permette sostanzialmente di prendere calore dal sottosuolo in inverno e, invertendo il ciclo, smaltire calore dai nostri ambienti al sottosuolo in estate. Non è richiesta spesa energetica se non per il funzionamento del ciclo sopra esposto. A parte questo, l'energia viene appunto offerta dalla terra. Ecco quindi che, per quanto riguarda riscaldamento e raffrescamento, l’impianto geotermico ci può davvero aiutare.

Gli elementi necessari per il funzionamento di un impianto geotermico sono:

1. Un sistema per la captazione del calore, costituito di fatto da tubature disposte verticalmente (sonde) o orizzontalmente nel terreno che fungono da scambiatore di calore. Al loro interno scorre un fluido vettore che accumula o cede calore a seconda del periodo dell'anno.
2. Una pompa di calore che permetta lo scambio di calore fra il terreno e gli ambienti abitativi. In inverno cede il calore del terreno alla casa, in estate smaltisce il calore degli ambienti surriscaldati al terreno.
3. Un sistema di accumulo del calore. In inverno per esempio serve per mantenere calda l'acqua riscaldata dal terreno.
4. Un sistema di distribuzione o assorbimento del calore, che normalmente corrisponde con un impianto a pannelli radianti, e cioè gli impianti disposti a pavimento di cui vi abbiamo parlato nell'articolo “Riscaldamento a pavimento: funzionamento, costi e confronto con il riscaldamento tradizionale”

È importante sapere che il geotermico lavora bene con delta di temperatura bassi: non si sposa con i termosifoni che richiedono acqua a 70° ma appunto con i pannelli radianti che lavorano benissimo su temperature minori. L'unica energia elettrica richiesta sarà quella della pompa di calore.

Ricordiamo che ad oggi esistono pompe di calore davvero efficienti, con un COP (oefficient of Performance) pari a 4, rendono in sostanza 4 volte quello che consumano.

impianto geotermico costo come funziona

Quanto costa un impianto geotermico domestico : prezzi di realizzazione e gestione

Veniamo al costo dell’impianto geotermico in termini di realizzazione dell’impianto stesso, uno dei temi principali da affrontare nel caso in cui si decida di fare un investimento del genere.

Non è possibile parlare della spesa per un impianto geotermico standard al riguardo poiché molti sono i fattori che influiscono, come il tipo di terreno in cui lo andremo a realizzare, dal quale dipenderà la profondità da raggiungere e la facilità con cui potremo “pescare” l'energia.

A questo riguardo, l'unico modo è procedere con adeguate ricerche geologiche. Inoltre ci sono fattori logistici, dove abitiamo se in città o in campagna, se il terreno è facilmente perforabile o meno, eccetera.

Detto ciò, per quanto riguarda un’approssimazione dei prezzi dell’impianto geotermico, possiamo offrire una proiezione realistica, dicendo che, per esempio, per un'abitazione monofamiliare isolata di circa 100 metri quadrati, il costo dell’impianto geotermico è compreso in una forbice che va dai 12000 ai 25000 euro.

Dunque, per quanto riguarda la spesa totale per un impianto geotermico nel suo complesso, ciò che più conta è che voi avrete di fatto un unico impianto per riscaldare e raffrescare e che l'unica spesa sarà data dall'alimentazione elettrica della pompa di calore.

Una stima ragionevole suggerisce che con l'impianto geotermico avrete un risparmio annuo di circa il 50% rispetto ad un impianto tradizionale. Quindi immaginate da soli quanto potrete risparmiare nella prospettiva di molti anni!

Richiedi informazioni:





Nome*
Città*
Email*
Telefono
Compila il campo "Telefono" per una comunicazione più rapida
Tipologia Utente
Scrivi la tua richiesta*
Dichiaro di aver letto e accetto l'informativa sulla privacy

Share

Impianto geotermico: costo, vantaggi e come funziona

Discussion

Leave A Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *