Vernice per piastrelle: soluzione veloce ed economica per rinnovare gli ambienti di casa

Categorie
Pitture 06 Aprile, 2020

Per varie ragioni, soprattutto di budget, ristrutturare casa può essere una missione quasi impossibile. Per fortuna è possibile apportare piccole migliorie in casa anche senza spendere un capitale.

Pensiamo alle piastrelle bagno e cucina, che con il tempo tendono a rovinarsi, scheggiarsi, perdere brillantezza, ingiallire. Togliere le vecchie piastrelle malandate e sostituirle con piastrelle ceramica nuove di zecca non sempre è economicamente fattibile.

È qui che entrano in gioco gli smalti piastrelle: soluzioni veloci e facili da applicare che, con un minimo investimento, possono infondere nuova linfa vitale alle piastrelle e rivoluzionare il look di bagno e cucina!

Non necessariamente le piastrelle devono essere usurate o ingiallite per ricorrere alla soluzione dello smalto. La vernice per piastrelle è infatti disponibile in così tante colorazioni, finiture ed effetti da essere scelta sempre più spesso per ragioni puramente estetiche, ad esempio per rendere più attuale e contemporaneo un ambiente.

Come scegliere le vernici per piastrelle?

Esistono diverse tipologie di vernici e smalti specifici per piastrelle, ma tutte hanno in comune almeno due vantaggi: la praticità e il costo contenuto.

Abbiamo visto come lo smalto per piastrelle venga utilizzato sia per restituire lucidità e brillantezza a piastrelle segnate dall’usura e dal tempo, sia come soluzione decorativa per cambiare look e atmosfera ad un ambiente rivestito con piastrelle.

Uno smalto trasparente ravviva le piastrelle, le fa sembrare subito più belle e nuove, ma non va a modificare la colorazione e la configurazione grafica originaria.

Al contrario, applicare vernice coprente di colore ed effetto diverso rispetto all’originale significa stravolgere l’aspetto della parete rivestita con le piastrelle.

Dunque, la scelta del prodotto deve passare anzitutto per questa considerazione: voglio dare una veste completamente nuova alle piastrelle o voglio solo ritrovare l’originaria brillantezza?

Altro criterio di scelta riguarda la valutazione delle condizioni delle piastrelle.

Se hai solo bisogno di renderle idrorepellenti mantenendo il colore originale, applica un impregnante trasparente realizzato con resine, polimeri e silicone che consolida il corpo della piastrella e la rende impermeabile, senza modificarne in alcun modo l’aspetto.

Se le piastrelle sono particolarmente vecchie e rovinate la soluzione potrebbe essere ricoprirle con una apposita resina epossidica. Questo prodotto è molto resistente e aderisce perfettamente a piastrelle in gres, marmo, inox e persino sul vetro.

Tipologie di smalti per piastrelle

Nella scelta della vernice per piastrelle adatta alle proprie esigenze incidono diversi fattori.

Alcuni smalti piastrelle già pronti all’uso (senza bisogno di diluirli) non necessitano di un fondo e garantiscono la massima copertura e impermeabilità.

Ad altri smalti, invece, va aggiunto un additivo: una volta miscelate le due componenti, si può procedere con la stesura del prodotto.

Se si desidera ottenere una copertura totale, è consigliabile, prima di applicare smalto per piastrelle, passare un rasante su tutta la superficie e poi utilizzare due prodotti: uno per coprire/colorare (la vernice per piastrelle) e un altro per proteggere e rendere la superficie impermeabile resistente. Il prodotto protettivo – generalmente un sigillante o lacca – serve proprio a proteggere il colore dal tempo e dall’usura rendendolo lavabile. In commercio esistono vernici che incorporano entrambe le funzioni in un solo prodotto.

vernice per piastrelle
Profiliteec 810 x 125

Come applicare la vernice per piastrelle

La verniciatura va eseguita su superfici perfettamente pulite e sgrassate con un detergente alcalino. Allo stesso modo vanno eliminati residui di sporco o calcare, che sappiamo formarsi con facilità in bagno e in cucina.

Per l’applicazione della vernice è possibile utilizzare un pennello o un rullo alternando le passate dall’alto al basso, così da far aderire alla perfezione lo smalto alla superficie.

Per una riuscita ottimale, si consiglia di stendere due volte il prodotto e far passare 24 ore tra una mano e l’altra.

Una volta applicati, gli smalti “rinnova piastrelle” garantiscono una protezione adeguata dall’acqua e da tutti gli altri agenti (calcare, detergenti, saponi) che alla lunga potrebbero compromettere la resa estetica delle piastrelle. Inoltre, contribuiscono a prevenire la formazione di muffa.

vernice per piastrelle

Vernice per piastrelle: prezzi

I prezzi degli smalti per piastrelle dipendono da vari fattori: le caratteristiche (a base d’acqua, inodore, versatilità di utilizzo), l’effetto che producono (opaco, brillante, effetto legno, effetto marmo, ecc.) e il grado di copertura che possono garantire.

Vediamo i costi medi di tre diverse tipologie di smalto per piastrelle:

  • La confezione da 1 litro di un prodotto “tutto in uno” senza necessità del fondo costa circa 13 euro: base in resina bianca lucida, inodore, eccellente aderenza, resistente all’umidità. Per capire quanto prodotto occorre, basti considerare che con 750 ml di prodotto si coprono circa 8 metri quadri per una sola mano
  • Una vernice di alta qualità, adatta per interni ed esterni, resistente all’abrasione e agli urti, aderente, con elevata opacità e grado di copertura, idonea a verniciare qualsiasi tipo di piastrelle, ceramica, sanitaria, porcellana, acciaio (non acciaio inossidabile), plastica e vetroresina, ha un costo di circa 35/40 euro per la confezione da 1 litro
  • Una vernice epossidica colorata, resistente, realizzata senza solventi emulsionabili, perfetta per rinnovare le pareti interne di bagni e cucine, ma anche per i mobili in laminato, costa circa 79 euro per la confezione da 2,5 litri.

Richiedi informazioni:

Articoli Correlati