Vernice per legno: conoscere i prodotti per la finitura

Categorie
Vernici per Legno Dicembre 07, 2020

Il legno è un materiale meraviglioso che nella storia dell’architettura e del design non ha mai smesso di giocare un ruolo centrale. Ultimamente, in particolar modo, si è iniziato a fare un uso sempre più significativo del legno massello a vista, impiegato come parquet per pavimenti e come materiale per mobili. Vediamo dunque cosa c’è da sapere sulla vernice per legno, approfondendo i temi di trattamento e protezione del legno che ci sta a cuore.

Vernice, pittura, impregnante: quanti e quali prodotti esistono?

Innanzitutto, merita fare un po’ di chiarezza. Abbiamo sentito parlare moltissimo di questo argomento e anche noi ne abbiamo già discusso, in un focus ad hoc su Cos’è il flatting: tipologie, quando si usa e prezzi”.

Oggi cerchiamo di impostare un ragionamento ad ampio spettro sulle vernici. Di cosa stiamo parlando esattamente? Forse dire “vernici” non è sufficiente. Infatti, con questo termine si indicano alcuni prodotti in particolare. Ma più in generale, come possiamo organizzare per categorie le finiture per legno?

Vediamolo assieme:

  • Vernice. Con questo termine si indicano delle finiture che, anche se colorate, non sono intese come coprenti in modo integrale. Spesso lasciano intravedere la fibra sottostante o, addirittura, risultano del tutto trasparenti, lasciando ben visibile il colore naturale del legno.
  • Pittura. Con queste intendiamo invece trattamenti che coprono in modo completamente opaco la superficie del legno. Quindi, a fine trattamento, apprezzeremo un colore ben preciso e le venature del legno non saranno intuibili alla vista. Citiamo a questo proposito l’importanza della scelta della pittura per mobili in legno.

Teniamo conto del fatto che questa materia è piuttosto complessa e infatti risulta rigorosamente normata. Le normative di riferimento per conoscere proprietà e caratteristiche delle finiture, con riferimento a contesti geografici più o meno ampi, sono:

  • EN 971: Pitture e vernici. Termini e definizioni per i prodotti vernicianti. Termini generali
  • ISO 4617: Pitture e vernici. Elenco dei termini equivalenti
  • ISO 4618Pitture e vernici. Termini e definizioni
Weber 810 x 125

Vernice per legno esterno: un trattamento contro gli agenti atmosferici

Nel caso delle vernici trasparenti citiamo l’impregnante, che viene usato negli ambienti esterni su elementi quali panchine, persiane, ringhiere lignee, staccionate, gronde e, in particolar modo, come trattamento per il legno Iroko.

Esso ha la proprietà di sigillare i pori in modo da difendere il supporto dall’umidità esterna. In questo modo il legno non assorbe acqua e si conserva più a lungo.

È importante sapere che, a fine trattamento, risulterà una vera e propria pellicola, un film che avrà aderito in profondità al legno e che si manterrà tenacemente adeso a questo.

Vernice per legno interno: l’obbligo della salubrità del materiale

Nel caso del legno di interni, si impiegano prodotti adeguati in base a criteri di igiene e salubrità. Infatti, un’altra importante suddivisione prevede di organizzare le finiture secondo la soluzione che le caratterizza.

  • Vernici a solvente. Queste sono costituite da una miscela di pigmenti e altre sostanze in sospensione, ovvero disciolte in un solvente. Queste miscele hanno un odore pungente e ben riconoscibile e quindi si preferisce impiegarle come vernice per legno da esterno. È il caso dell’impregnante, per esempio. A questo proposito abbiamo affrontato il tema delle vernici epossidiche in un nostro approfondimento.
  • Vernici ad acqua. Queste sono invece in soluzione acquosa e quindi il loro odore è quasi impercettibile, soprattutto se paragonato ad una vernice a solvente. Sono ideali per questo nell’impiego casalingo, e risultano testate a tutta una serie di prove in laboratorio che ne dimostrano l’atossicità.

La classificazione riportata è molto importante. In particolare perché quando parliamo di acqua o solvente parliamo di veicolo, ovvero della base nella quale come visto vengono disciolti gli altri elementi costituenti la vernice.

A tal riguardo è importante sapere che si tratta di circa il 90% del composto complessivo. Pertanto, va da sé, la scelta di una base solvente o acqua è di assoluto rilievo.

vernice-per-legno-2

Vernice per legno: prezzo di mercato

Quanto costano i prodotti elencati?

Sicuramente dobbiamo dapprima decidere di quale prodotto parlare.

L’impregnante, ad esempio, è un prodotto storico e si trova a prezzi competitivi. Ma va detto che c’è una forbice consistente fra gli articoli di bricolage e quelli professionali. Perciò potete trovare un barattolo da 0.75 litri a 8 come a 40 euro.

Lo stesso si può dire per lo smalto, per il quale il range sopra riportato è comunque credibile.

Richiedi informazioni:

Articoli Correlati