Vernice antiruggine: cos’è, a cosa serve e quali sono gli usi più comuni

La vernice antiruggine è un prodotto ad hoc utilizzato per prevenire l’insorgenza della ruggine e/o per trattare le superfici già intaccate dal processo ossidativo, che, interessando l’ossigeno, l’anidride carbonica e l’acqua presenti nell’aria, dà il via alla reazione chimica che determina, appunto, la formazione della ruggine.
Maggiormente soggette alla formazione di ruggine sono le strutture metalliche in ferro e acciaio, soprattutto se destinate ad uso esterno e soggette all’usura degli agenti atmosferici.

Se non si interviene tempestivamente con prodotti specifici, il processo di ossidazione può arrivare a compromettere non solo la parte superficiale, ma anche la parte interna della struttura, determinando non solo un deterioramento estetico ma anche funzionale.

Ruggine: come possiamo prevenirla e trattarla?

Possiamo prevenire la formazione di ruggine sia utilizzando sistemi naturali – i più comuni sono composti da un mix di limone, sale, cipolla e aceto, ossia elementi facilmente reperibili e soprattutto non tossici – sia con prodotti specifici acquistabili presso colorifici e ferramenta.

I rimedi naturali sono sempre auspicabili ma funzionano efficacemente solo come azione preventiva oppure nei casi in cui la formazione di ruggine è ancora piuttosto limitata e il fenomeno corrosivo non è ancora penetrato in profondità. In questi casi, i prodotti naturali, utilizzati in sinergia con una serie di strumenti fai da te come spazzole metalliche e spugne abrasive, possono risultare risolutivi. Ma in tutti gli altri casi, è necessario ricorrere a prodotti chimici specifici.

In commercio esistono svariati trattamenti antiruggine chimici, che, da un lato, eliminano strati consistenti di ruggine già formati, dall’altro contribuiscono a proteggere le superfici dalla formazione di ulteriore futura ruggine.

vernice antiruggine
OVER-ALL – 810×125
ITALIANA CORRUGATI – 810 x 125
BILDEX – 810 x 125

Vernice antiruggine: composizione

Le vernici antiruggine sono solitamente composte da trielina, soda caustica e acido citrico.

La trielina è un solvente chimico utilizzato a livello industriale per rimuovere non solo la ruggine, ma anche colla, inchiostro e macchie difficili; la soda caustica, nome comune dell’idrossido di sodio, è un reagente chimico dalla potente azione corrosiva, utilizzato nella sintesi di numerosi coloranti, detergenti e saponi, nonché nella produzione di candeggina; l’acido citrico è una sostanza che, a contatto con l’acqua, forma una soluzione dal pH acido che agisce come anticalcare, disincrostante e antiruggine.

Essendo composti da sostanze tossiche, gli smalti antiruggine vanno usati con estrema cautela, proteggendo le mani con appositi guanti e gli occhi con occhiali da imbianchino. In generale, durante la stesura della vernice e del fondo antiruggine è consigliato indossare mascherina e tuta protettiva e, a fine trattamento, conservare tali prodotti in luoghi sicuri, non raggiungibili da bambini e animali.

Vernici antiruggine: prodotti e prezzi

Le aziende produttrici di prodotti specifici per la preparazione e il trattamento delle superfici con ruggine propongono un’ampia gamma di soluzioni, diversificate in base al materiale da trattare, allo stato della ruggine e al grado di copertura e brillantezza che si desidera ottenere.

  • Smalto Spray fondo aggrappante
    Un prodotto molto utile è lo smalto spray fondo aggrappante, ossia un primer che prepara la superficie da trattare (plastica, ferro, acciaio, ecc.) funzionando sia da fondo antiruggine che da fondo aggrappante per la successiva stesura della vernice antiruggine.
    Si tratta di un prodotto dal prezzo piuttosto contenuto, circa 6 euro per una bomboletta spray da 400 ml, molto semplice da utilizzare e utile in tutti i casi in cui, oltre ad eliminare la ruggine, se ne voglia prevenire la formazione futura. Gli smalti spray aggrappanti presentano un’elevata quantità di resina, che garantisce alto spessore e assenza di colature, oltre a facilitare, durante la successiva fase di verniciatura, l’ottenimento di tinte brillanti e omogenee. Il colore, se trattato preventivamente con il primer, risulterà anche più resistente nel tempo e non andrà incontro a fastidiosi fenomeni di ingiallimento.
  • Antichizzante vernici
    Le vernici antichizzanti, a base di ferro micaceo, alluminio e fosfato di zinco, sono indicate per verniciare e proteggere dalla ruggine ferro, lamiera, cancellate, infissi metallici. Tali prodotti uniscono le proprietà caratteristiche di uno smalto ad alta copertura, tenuta e brillantezza, a quelle tipiche di un fondo antiruggine. Dalla consistenza di un morbido gel, le vernici antichizzanti sono di facile stesura (anche con un semplice pennello), sono disponibili in un’ampia varietà di colori, non necessitano dell’applicazione di un fondo anticorrosivo, sono adatte sia per esterni che interni e possono essere efficacemente destinate non solo a manufatti in ferro, metallo e acciaio (con o senza ruggine), ma anche a materiali come legno, plastica e cemento. Come indica lo stesso termine, tali vernici, oltre a proteggere e preservare nel tempo bellezza e caratteristiche delle strutture, donano un suggestivo effetto anticato e “ferro battuto”.
    Un barattolo da 750 ml costa intorno ai 15-18 euro, mentre la versione spray oscilla tra i 10 e i 12 euro.
  • Gel antiruggine pronto all’uso
    Un barattolo da 750 ml di vernice gel antiruggine pronta all'uso costa tra i 17 e i 18 euro. Questi prodotti sono pratici e facili da utilizzare in quanto si applicano direttamente sulla superficie arrugginita senza dover ricorrere a trattamenti preliminari o all’applicazione di additivi professionali o convertitori di ruggine. Garantiscono un alto grado di copertura della ruggine e una verniciatura di lunga durata senza necessità di carteggiare preventivamente la superficie. La loro consistenza “gellosa”, inoltre, consente di verniciare agevolmente anche le superfici verticali perché si tratta di vernici che non colano, non gocciolano e non lasciano inestetismi in fase di stesura.
    Le vernici antiruggine pronte all’uso possono essere facilmente applicate a pennello, ma anche a rullo (diluite al 10% in acquaragia) e a spruzzo (diluite con 3% di alcool denaturato e poi miscelate con 10-15% di acquaragia).

Richiedi informazioni:

Share

Vernice antiruggine: cos’è, a cosa serve e quali sono gli usi più comuni

Discussion

Leave A Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *