Uso pistola aria compressa: quali vantaggi?

Categorie
Attrezzature ed Elettroutensili Dicembre 08, 2020

La pistola ad aria compressa è un ottimo strumento per facilitare la stesura della vernice. Si può davvero ottenere una verniciatura perfetta con l’uso della pistola aria compressa?

Unita a buone capacità manuali, la pistola aria compressa rende l’operazione più agevole e precisa, aumentando le probabilità di ottenere risultati a regola d’arte.

In particolare, la pistola ad aria compressa è:

  • Maneggevole e pratica (consente un utilizzo prolungato in totale sicurezza)
  • Affidabile (svolge il compito richiesto nel modo corretto)
  • Precisa, sia per quanto riguarda le lavorazioni su ampie superfici che su superfici piccole che richiedono una particolare accuratezza di esecuzione

La pistola ad aria compressa si utilizza sia nel fai da te che nell’hobbistica per verniciare e imbiancare, oltre che pareti e muri, automobili, arredi e oggetti. Rispetto ai tradizionali metodi di verniciatura che richiedono l’uso di un pennello o di un rullo, questo strumento è in grado di mantenere un getto regolare, trattare ampie superfici e mantenere abbastanza pulito il luogo di lavoro.

Come funziona la pistola ad aria compressa?

Il funzionamento dell’aria compressa viene generato da un compressore.

All’interno della pistola viene immessa l’aria che è in grado di spruzzare il prodotto, da applicare in base a diverse pressioni e con diversi risultati. È importante quindi scegliere la tipologia di pistola più adatta in base a ciò che si desidera applicare.

Le pistole di nuova generazione sono ad hlvp – high volume low pressure -, ossia ad alto volume a bassa pressione. Questi modelli, i più avanzati tra quelli presenti sul mercato, sono, formati da una pistola collegata ad un compressore o ad una turbina ed hanno il vantaggio di ridurre lo spreco di vernice sia sui piccoli lavori che sui lavori più complessi.

pistola aria compressa in uso
volteco 810 x 125

Pistola hlvp: quali benefici?

Questa tipologia di pistola, introdotta per ovviare al problema dell’overspray – difetto che causa la dispersione e il rimbalzo della vernice -, ha portato notevoli benefici.

In particolare, con la pistola hlvp è possibile ottenere:

  • Finiture più omogenee
  • Verniciature prive di aloni
  • Riduzione dei consumi
  • Riduzione delle colature
  • Bassi valori di umidità
  • Accuratezza della regolazione del getto

Come utilizzare una pistola ad aria compressa?

Prima di procedere al suo utilizzo è fondamentale proteggere tutte le superfici non interessate alla verniciatura per evitare che la dispersione delle particelle della vernice spruzzata possano sporcare e causare danni. Qualora l’operazione di verniciatura si svolgesse in casa è importante coprire anche le prese e gli interruttori della corrente.

Inoltre, è essenziale coprire la bocca con una mascherina per evitare di respirare eventuali sostanze nocive.

Dopo aver adottato le dovute misure preliminari di sicurezza, si procede con la valutazione degli ugelli da impiegare. Questa scelta si basa sul tipo di vernice che si intende utilizzare e sulla tipologia di spruzzo che si desidera ottenere.

Successivamente si può proseguire con la diluizione della vernice, in quanto la pistola ad aria compressa viene utilizzata con un prodotto più liquido rispetto a quello classico che si usa con un normale pennello. 

L’opzione migliore consiste nella scelta delle vernici acriliche che hanno il vantaggio di assorbire poca acqua preservando le pareti dalla decolorazione e dall’invecchiamento, di asciugarsi rapidamente, sopportare bene le alte temperature e l’esposizione ai raggi ultravioletti, oltre a resistere all’inquinamento ambientale.

Per comprendere se la vernice possiede la giusta densità è sufficiente notare se si formano bollicine in superficie; in tal caso risulterebbe abbastanza liquida e non servirebbe, pertanto, aggiungere acqua.

Come regolare la pistola?

Se si utilizza in verticale o verso il basso è necessario orientare il tubo di aspirazione della pistola in avanti, mentre se si utilizza verso l’alto, occorre orientare il tubo all’indietro.

È opportuno fare delle prove su un pezzo di materiale per verificare se la pistola è ben regolata.

Al termine del lavoro è consigliato procedere con la pulizia di tutte le componenti, smontando i vari pezzi della pistola, per effettuare una dovuta manutenzione.

pistola aria compressa muro

Pistola ad aria compressa: quali costi?

Prima di procedere con l’acquisto di questo strumento è bene valutarne la potenza, elemento che determina l’efficienza e la lunghezza del getto. Proprio per questo è importante conoscere in anteprima il tipo di lavoro che andrà svolto con la pistola. Infatti, se si devono svolgere lavori complessi è consigliabile optare per una pistola potente, dotata di un buon wattaggio.

Nel complesso, si può affermare che con uno strumento di 600/800 watt è possibile verniciare le pareti di un appartamento completo, mentre con una potenza di 200 watt si possono effettuare dei semplici lavori di hobbistica.

Un’altra caratteristica importante da valutare è la capacità del serbatoio. Essa viene valutata in base al tipo di impiego che si desidera fare della pistola, in quanto ne determina il grado di autonomia.

Quelle di piccole dimensioni, idonee a lavori di rifinitura, possono avere un serbatoio che arriva fino a 500 ml, mentre quelle più professionali possono arrivare tranquillamente ad una capacità di 1000 ml.

È bene tenere a mente che un serbatoio di dimensioni più grandi di quelle indicate rende la pistola più ingombrante e meno pratica da usare.

I costi variano dunque in base alla potenza e alla capacità del serbatoio. In linea generale spaziano dai 20 ai 150 euro.

Richiedi informazioni:

Articoli Correlati