Trasmittanza termica infissi: tutte le novità 2021

Categorie
Infissi Isolamento Termico Maggio 06, 2021

Dal 1° gennaio 2021 sono cambiati i valori di trasmittanza termica richiesti per la sostituzione degli infissi nell’ambito dell’efficientamento energetico e riqualificazione energetica degli edifici. 

Cerchiamo di capire insieme quali sono le novità introdotte dal nuovo decreto, quali documentazioni vengono richieste dall’ENEA (Agenzia Nazionale per l’Efficienza Energetica) e a quali valori è bene fare riferimento.

Infissi con triplo vetro

Wienerberger 810 x 125

I nuovi valori di trasmittanza termica infissi 2021

Secondo le nuove direttive, per effettuare la sostituzione degli infissi al fine di apportare miglioramento energetico, a parità di intervento, i valori di trasmittanza termica devono essere inferiori. 

Ciò significa che i serramenti che andranno a rimpiazzare gli esistenti dovranno essere più prestazionali rispetto al passato.

Trasmittanza termica: meglio alta o bassa?

Come già anticipato, avere valori di trasmittanza termica bassi vuol dire avere infissi ad alte prestazioni. 

La trasmittanza termica, ovvero l’unità di misura che quantifica la potenza termica scambiata da un materiale o da un corpo calcolata in unità di superficie e in unità di differenza di temperatura, si pone in contrasto con il valore di isolamento termico. 

Spesso si fa confusione: alti valori di isolamento termico e bassi valori di trasmittanza termica sono la garanzia per avere infissi termici super prestazionali.

Trasmittanza termica infissi 2021: documenti e comunicazioni ENEA 

L’ENEA ha rilasciato un vademecum in cui spiega passo passo:

  • Tutti gli interventi che rientrano nei diversi Bonus fiscali;
  • La documentazione da presentare per ottenerli;
  • Le tabelle di riferimento per i valori di trasmittanza termica infissi.

Per ottenere la conformità degli interventi riguardanti gli infissi è necessario presentare una serie di documenti che attestino la veridicità delle informazioni fornite.

In particolare, vengono richiesti documenti di tipo tecnico e documenti di tipo amministrativo. 

La documentazione “amministrativa” necessaria ai fini ENEA

Per la parte amministrativa sono richiesti:

  • La delibera assembleare e la tabella millesimale di ripartizione delle spese per interventi sulle parti comuni condominiali
  • La dichiarazione del proprietario di consenso per interventi eseguiti dal detentore (affittuari, usufrutto)
  • Le fatture emanate
  • I bonifici effettuati per materiali e servizi
  • Una copia stampata della e-mail inviata dall’ENEA contenente il codice CPID (Codice Personale IDentificativo)

Documenti Architetturali

La documentazione “tecnica” necessaria ai fini ENEA

Per quanto riguarda la documentazione di tipo tecnico, invece, è doverosa una distinzione temporale.

Se la data di inizio lavori è antecedente il 6 ottobre 2020, la documentazione tecnica da inviare, in riferimento al D.M. 19.02.2007 e ss.mm.ii., è la seguente:

  • La scheda descrittiva con CPID (Codice Personale IDentificativo)
  • L’asseverazione dei requisiti tecnici o in alternativa la dichiarazione del fornitore, nei casi in cui può essere sostituita
  • L’APE  (Attestato di Prestazione Energetica), non richiesta per la sostituzione degli infissi in singole unità immobiliari, ma necessaria per tutti gli altri casi 
  • Ove prevista, la relazione ai sensi dell’art. 8 comma 1 del D. Lgs. 192/2005 e s.m.i. o provvedimento regionale equivalente
  • Le schede tecniche dei materiali (se prevista, marcatura CE e DOP)

Infissi isolanti

Se la data di inizio lavori è successiva al 6 ottobre 2020, la documentazione tecnica da inviare, in riferimento al D.M. 6.08.2020, è la seguente:

  • La scheda descrittiva con CPID (Codice Personale IDentificativo)
  • L’asseverazione dei requisiti tecnici, compresa la congruità delle spese con allegato computo metrico; in alternativa, la dichiarazione del fornitore, installatore o produttore, nei casi in cui può essere sostituita; in questo caso non è obbligatoria la redazione del computo metrico
  • L’APE (Attestato di Prestazione Energetica), non richiesta per la sostituzione degli infissi in singole unità immobiliari, ma necessaria per tutti gli altri casi 
  • Ove prevista, la relazione ai sensi dell’art. 8 comma 1 del D. Lgs. 192/2005 e s.m.i. o provvedimento regionale equivalente
  • Le schede tecniche dei materiali (se prevista, marcatura CE e DOP)

La differenza nell’ambito tecnico è data fondamentalmente da un’asseverazione più mirata, non solo alla conformità dell’intervento, ma anche alla tutela del prezzo a cui vengono emanati i servizi e le forniture dei prodotti.

Valori trasmittanza termica infissi 2021: tabelle di riferimento

Anche in questo caso, la data spartiacque è il 6 ottobre 2020. 

Infatti, in base alla data di inizio lavori cambiano le tabelle di riferimento, che, come già visto in precedenza, distingue i valori di trasmittanza termica infissi nuovi da quelli vecchi.

Per inizio lavori prima del 6 ottobre 2020 si deve far riferimento alla Tabella 2 del D.M. 26.01.2010; per inizio lavori dopo la data stabilita si deve far riferimento alla Tabella 1 Allegato E del D.M. 6.08.2020.

Trova il Punto Made

Valori trasmittanza termica per zone climatiche 2021

Per la sostituzione di finestre comprensive di infissi (calcolo secondo le norme UNI ENISO 10077-1), si seguono i parametri indicati dalle due tabelle. 

Nella Tabella 2 del D.M. 26.01.2010, i valori di trasmittanza termica sono così riportati:

  • Zona climatica A  ≤ 3,70 W/m2*K
  • Zona climatica B  ≤ 2,40 W/m2*K
  • Zona climatica C  ≤ 2,10 W/m2*K
  • Zona climatica D ≤ 1,80  W/m2*K
  • Zona climatica E  ≤ 1,60  W/m2*K

Nella Tabella 1 Allegato E del D.M. 6.08.2020, i valori di trasmittanza termica sono così riportati:

  • Zona climatica A  ≤ 2,60 W/m2*K
  • Zona climatica B  ≤ 2,60 W/m2*K
  • Zona climatica C  ≤ 1,75 W/m2*K
  • Zona climatica D ≤ 1,67 W/m2*K
  • Zona climatica E  ≤ 1,30 W/m2*K
  • Zona climatica F ≤ 1,00 W/m2*K

La suddivisione in zone climatiche permette di calibrare meglio le prestazioni che gli infissi devono avere in base al luogo in cui vengono installati.

Vuoi approfondire l’argomento e richiedere il parere degli esperti? Affidati ai nostri specialisti!

Richiedi informazioni:

Articoli Correlati