Tetto ventilato, l’antica tecnica della microventilazione per costruzioni green

Se abbiamo imparato qualcosa osservando le costruzioni antiche è che il miglior sistema per isolare il tetto è l’aria. Un intercapedine d’aria preserva le mura dall’umidità e, se invece di essere un intercapedine diventa un sistema di ventilazione permette un naturale raffrescamento delle stanze o dell’intera copertura come i tetti microventilati ci dimostrano. Le coperture microventilate permettono un miglior raffrescamento della superficie, un isolamento del tetto e prevengono ristagni e infiltrazioni d’acqua, tenendo al sicuro le finiture esterne delle nostre abitazioni.

Perché è importante avere un tetto ventilato?

La convinzione comune è che i tetti delle nostre case svolgano principalmente una funzione protettiva. Senza dubbio questa è funzione importante, ma la vera funzione dei tetti è quella di separare interno da esterno attraverso un buon isolamento termico. Tuttavia il sistema tetto non può fare a meno di una buona circolazione d’aria per limitare la formazione d’umidità e conseguenti muffe e per garantire il massimo comfort agli abitanti della casa.

Il tetto ventilato riesce a rispondere alle esigenze, apparentemente contrapposte, di isolare il tetto e di far circolare dell’aria. L’importanza di questa tecnica abitativa è riscontrabile anche nel fatto che i tetti ventilati sono regolamentati dalla norma UNI 9460 / 2008. Si può parlare di tetto ventilato quando viene creato uno spazio tra il manto isolante e i materiali di copertura. E’ in questo spazio che viene fatta circolare l’aria per la ventilazione e l’isolamento del tetto.
Inoltre il tetto ventilato, oltre a garantire un buon isolamento termico grazie alla circolazione dell’aria, permette un più efficace smaltimento dell'acqua. In ambito edile i ristagni d’acqua nel tetto sono la causa più comune della formazione di muffe all’interno e all’esterno.

Isolare il tetto con la tecnica della microventilazione.

L’isolamento del tetto tramite la microventilazione si basa sulla creazione di una struttura dove l’aria possa circolare tra le tegole e i coppi. In questo modo l’umidità presente può essere smaltita facilmente evitandone il ristagno. Microventilare il tetto sotto la copertura delle tegole aumenta anche l’isolamento termico della copertura diminuendo sbalzi termici tra interno e esterno che possono danneggiare nel lungo termine i materiali delle coperture.
Generalmente il metodo più utilizzato per microventilare il tetto è quello di applicare dei listelli in legno sotto le tegole per creare lo spazio dove far circolare l’aria.

Per aumentare l’efficacia di un tetto ventilato possono anche essere inserite delle speciali tegole d’areazione che sfruttano i naturali moti convettivi dell’aria. Le tegole devono essere disposti su file orizzontali e in genere ne viene inserita 1 ogni 6. Naturalmente questo numero può variare in base alla tipologia della copertura e il clima del luogo.
Un sistema alternativo a quello tradizionale per la microventilazione del tetto sfrutta dei pannelli termoisolanti con un correntino in metallo per creare l’intercapedine tra le tegole dove far circolare l’aria. Questa soluzione oltre ad offrire una migliore efficacia del tetto ventilato ne migliora anche l’isolamento termico grazie alla proprietà isolanti dei pannelli utilizzati.

Installazione, manutenzione e costi di un tetto microventilato.

Se ha intenzione di ristrutturare il tetto della tua casa il consiglio è quello di rivolgerti alla stessa azienda per seguire tutte le diverse fasi della ristrutturazione; dalla posa della copertura all’installazione del sistema di microventilazione. In genere nel prezzo di 80 € al metro quadro sono compresi:

  • La rimozione della vecchia copertura.
  • L’Installazione dei listelli in legno porta tegole.
  • Le tegole per la nuova copertura.
  • L’Installazione dei sistemi di microventilazione.

Considerando i costi di manutenzione, quest’ultimi sono praticamente inesistenti dato che dovrai preoccuparti della manutenzione ordinaria del tuo tetto senza spese aggiuntive. E’ consigliabile tuttavia verificare con frequenza regolare che la copertura rispetti le norme di sicurezza del sistema di microventilazione scelto.
Per concludere ricorda che un migliore isolamento termico del tetto ti garantirà anche migliori prestazioni in termini di efficienza energetica della tua casa e quindi il costo per l’installazione del tetto ventilato sarà ammortizzato con il passare del tempo.

Richiedi informazioni:

Share

Tetto ventilato, l’antica tecnica della microventilazione per costruzioni green