Strumento elettrico di misura per rilievi precisi e affidabili

Categorie
Attrezzature ed Elettroutensili Dicembre 28, 2020

In ambito edilizio e industriale, ma anche nell’hobbistica e nelle professioni legate all’elettrotecnica e alla progettazione, gli strumenti di misurazione sono dispositivi indispensabili, in quanto consentono di rilevare in modo preciso sia una grandezza fisica (dimensioni di una stanza o di un oggetto, distanza tra due o più punti) che un valore astratto come la temperatura e il grado di umidità.

Accanto ai tradizionali dispositivi di misurazione manuale, negli anni sono sorte sofisticate versioni elettriche che riescono a garantire rilievi sempre più precisi sfruttando i continui progressi della tecnologia.

Lo strumento elettrico di misura ad oggi è un dispositivo imprescindibile per tante professioni: dall’architetto/progettista all’elettricista, dall’idraulico al carpentiere, passando per ingegneri e costruttori.

Vediamo più nel dettaglio i principali strumenti elettrici utilizzati per le misure di precisione.

Strumenti elettrici di misura: conosciamoli meglio

I dispositivi manuali, per quanto funzionali ed “efficienti”, non possono garantire lo stesso grado di affidabilità delle versioni elettroniche, non fosse altro perché quest’ultime possono vantare sull’impiego di tecnologie avanzate che velocizzano e automatizzano le misurazioni, rendendole al contempo estremamente precise.

Per ogni settore esistono strumenti elettrici di misura specifici, nati appositamente per facilitare le operazioni di rilievo e per raggiungere la massima affidabilità.

Gli elettricisti non potranno fare a meno di uno strumento elettrico di misura come l’amperometro o il voltometro, mentre architetti, geometri e costruttori, per svolgere al meglio le loro professioni, si avvarranno della preziosa collaborazione del metro laser, della livella e del telemetro, solo per citare gli strumenti di misurazione più utili e funzionali.

misuratore laser
Wienerberger 810 x 125

Strumenti elettrici di misura per progettare e costruire

Per i mestieri legati alla progettazione e alla costruzione di spazi, gli strumenti di misurazione sono il pane quotidiano: senza questi fondamentali aiutanti, architetti, interior designer, geometri, ingegneri e costruttori non potrebbero svolgere il loro lavoro.

Ecco alcuni tra gli strumenti di ultima generazione più diffusi per rilievi e misurazioni nell’ambito della progettazione e del settore edilizio.

Metro laser o distanziometro

Il metro digitale ha sostituito quasi del tutto il classico metro manuale, almeno nella cassetta degli attrezzi dei professionisti del settore, in quanto rende le misurazioni più veloci, pratiche e precise.

I modelli più avanzati presentano funzioni aggiuntive quali il calcolo dell’area e del volume e la funzione Pitagora per calcolare altezze e lunghezze indirette.

Telemetro laser

I telemetri laser, o ipsometri, sono strumenti ottici digitali che servono a misurare l’esatta distanza di un oggetto rispetto al punto di osservazione. La misurazione si ottiene grazie all’emissione di un raggio laser a bassa potenza, mentre il cronometro elettronico integrato al dispositivo misura il tempo che intercorre tra l’emissione e il ritorno del raggio riflesso.

Livella laser

La livella laser, usata sia a livello professionale che hobbistico, è uno strumento di misura utile a determinare la pendenza di una superficie rispetto a un piano orizzontale o verticale.

Sclerometro elettronico

Lo sclerometro elettronico integrato è uno strumento di precisione portatile dalle molteplici funzioni, molto semplice da utilizzare, affidabile ed estremamente preciso, che serve a misurare la resistenza meccanica di materiali come il calcestruzzo, le rocce e il legno.

Gli sclerometri per calcestruzzo “tradizionali”, misurando il valore R (la corsa meccanica o rimbalzo della massa), sono soggetti ad errori dovuti agli attriti della massa e del cursore sui rispettivi alberi, mentre lo sclerometro elettronico garantisce una lettura più attendibile in quanto misura il coefficiente di rimbalzo reale, il cosiddetto valore Q.

Strumenti di misura in elettronica

Tra gli strumenti elettrici di misura più utilizzati in elettrotecnica troviamo l’amperometro, l’elettrometro e l’oscilloscopio.

Amperometro

Strumento utilizzato per misurare in ampere la corrente elettrica che scorre attraverso un circuito elettronico. L’amperometro bobina funziona con corrente continua, l’amperometro elettrodinamico si utilizza con un elettromagnete anziché con un magnete permanente, mentre l’amperometro digitale utilizza un convertitore analogico-digitale.

Elettrometro

L’elettrometro è un dispositivo elettrico utilizzato per misurare la carica elettrica o la differenza di potenziale elettrico.

Oscilloscopio

L’oscilloscopio è un dispositivo elettronico che ha la funzione di mostrare i segnali elettrici variabili nel tempo. L’asse verticale, denominato Y, rappresenta la tensione, mentre l’asse orizzontale, indicato come X, rappresenta il tempo. L’oscilloscopio è molto utile per individuare eventuali anomalie in un circuito, misurare la fase tra due segnali e determinare indirettamente la frequenza che trasmette un segnale.

L’oscilloscopio può misurare, tra le altre cose, il valore della pressione e il livello di vibrazione in una macchina.

oscilloscopio

Strumenti elettrici di misura: quali costi

Le forbici di prezzo degli strumenti elettrici di misura sono piuttosto ampie e variano in base alla destinazione d’uso (uso professionale o amatoriale), alla tipologia, alle caratteristiche e alla fascia qualitativa dei vari modelli.

Ad esempio, un metro laser ad uso hobbistico costa tra i 15 e i 20 euro, mentre un distanziometro professionale con funzioni avanzate può costare fino a 500 euro.

Richiedi informazioni:

Articoli Correlati