3 step per pulire il pavimento in gres porcellanato opaco

Categorie
Finiture Pavimenti e Rivestimenti Dicembre 23, 2021

Il gres porcellanato opaco è un materiale versatile e di gran tendenza in Interior Design: non a caso rappresenta la scelta d’eccellenza tra i materiali di rivestimento per le pavimentazioni. In questo articolo vedremo come pulire il pavimento in gres porcellanato opaco in modo efficace utilizzando metodi e detergenti compatibili con le particolari caratteristiche di questo materiale così prezioso e duttile.

Quello che comunemente chiamiamo gres porcellanato è un impasto di polveri finissime (argille, sabbie e altre materie prime) sottoposto a pressatura e cotto in forno ad una temperatura di oltre 1200 gradi.

Al termine della cottura si ottiene un materiale molto resistente alle abrasioni, impermeabile e di grande resa nel tempo.

Se da lato il processo di produzione crea un rivestimento robusto e affidabile, dall’altro determina un piccolo svantaggio legato alle operazioni di pulizia.

Per pulire il gres porcellanato opaco è infatti necessaria qualche attenzione in più. Il motivo? Il gres è microporoso: ciò significa che la sua struttura presenta dei pori a livello microscopico, dentro i quali si annida lo sporco.

In questo articolo cercheremo di capire come pulire il pavimento gres porcellanato opaco, ossia quali prodotti specifici utilizzare per garantire un risultato ottimale, e quali invece evitare perché controproducenti, se non dannosi per la superficie microporosa del gres opaco.

In particolare, tratteremo i seguenti argomenti:

Pulizione del pavimento in gres professionale

MAXIMA Banner

Come pulire il pavimento gres porcellanato opaco: metodo e prodotti adatti

Il gres porcellanato, sia in versione opaca che lucida, è tra le scelte più gettonate per i rivestimenti e i pavimenti di edifici residenziali, negozi e showroom.

Ma perché il gres è considerato tra i migliori pavimenti moderni in circolazione?

Gran parte del suo successo è dovuto alla capacità di coniugare gli aspetti funzionali (praticità, robustezza, resistenza) a qualità estetiche di grande pregio.

Inoltre, le lastre in gres porcellanato possono riprodurre svariati materiali, tra cui marmo, pietra e legno, sfoderando un’invidiabile versatilità stilistica.

Ad esempio, il gres effetto legno, con o senza fughe, rappresenta la migliore alternativa al parquet, ma senza le fragilità tipiche del legno.

Un’area di attenzione, però, ce l’ha anche il gres porcellanato: mantenerlo pulito non è semplice come potrebbe sembrare.

Come osservato, a complicare le operazioni di pulizia è la microporosità del materiale.

Può succedere che, anche dopo ripetuti lavaggi, sulla superficie rimanga una sorta di patina, o che si intravedano in controluce segni, impronte e aloni che non si tolgono in nessun modo.

Perché succede? Da cosa dipende?

Scopriamo qual è il procedimento più efficace per eliminare la patina sul gres porcellanato opaco ed ottenere una pulizia “reale” e profonda.

Noi suggeriamo un metodo di pulizia in 3 fasi.

Pulizia pavimento in gres porcellanato opaco

1. Eliminare la polvere in eccesso

Per pulire il pavimento gres porcellanato opaco, il primo step – la rimozione della polvere in eccesso – è forse anche il più importante.

Uno dei difetti principali del gres opaco (o ruvido) è infatti proprio quello di trattenere la polvere negli interstizi creati dalla texture ruvida. Lo sporco da calpestio rimane come “intrappolato” nelle venature della superficie opaca. Prima di procedere alla pulizia con un detergente specifico è dunque fondamentale rimuovere del tutto la polvere.

2. Disincrostare lo sporco tra le fughe del gres

Se è vero che con le pavimentazioni senza fughe è possibile evitare la complicata operazione della rimozione dello sporco che si deposita tra le fughe delle piastrelle, è altrettanto vero che le superfici continue in resina o microcemento, perfette per contesti moderni e metropolitani, non si adattano a tutti gli stili d’arredo.

In alcune abitazioni il pavimento in gres porcellanato è una soluzione elegante a cui non si può rinunciare.

Rimane da capire, allora, come si puliscono le fughe del gres porcellanato.

Pulire il pavimento a gres con le fughe

Sicuramente per “stanare” lo sporco che si è annidato nelle fughe non basta passare lo straccio con il detergente.

È necessario utilizzare prodotti specifici, con maggiore potere disincrostante/sbiancante, o detergenti fai da te a base di bicarbonato di sodio, e soprattutto agire localmente fuga per fuga aiutandosi eventualmente anche con spazzole abrasive.

Per quanto riguarda la miscela fai da te, occorre aggiungere al bicarbonato in polvere un quantitativo di acqua calda sufficiente a formare una soluzione densa e gelatinosa.

Dopo averla stesa sulle fughe, è necessario lasciar agire per almeno 30 minuti affinché lo sporco tra le fughe si ammorbidisca.

Nello step successivo può essere utile servirsi di un vecchio spazzolino da denti esercitando una lieve pressione sulle macchie da rimuovere.

La sinergia tra la consistenza granulosa del bicarbonato (molto simile ad una pasta abrasiva) e la spazzolatura focalizzata sulla fuga risulta particolarmente efficace per massimizzare l’azione di disincrostazione dello sporco tra le fughe del gres opaco.

Un altro rimedio fai da te molto efficace per pulire le fughe del pavimento è la miscela di acqua calda e aceto bianco, che va fatta agire per 10-15 minuti.

Per una pulizia più rapida si può utilizzare un pulitore a vapore, servendosi dell’apposito ugello per fughe.

Una volta rimosso lo sporco tra le fughe, si può procedere al normale lavaggio della superficie utilizzando detergenti adatti a pulire il pavimento in gres porcellanato opaco.

Vediamo quali sono.

Soggiorno in gres porcellanato opaco

3. Utilizzare un detergente specifico per pavimenti microporosi

La ragione principale dell’insuccesso della pulizia del gres risiede nelle caratteristiche tecniche dei più comuni detergenti presenti in commercio: i detersivi che troviamo al supermercato, per intenderci, e in particolare quelli che contengono tensioattivi.

Ma cosa sono i tensioattivi e perché non vanno bene per il microporoso gres porcellanato?

I tensioattivi sono molecole chimiche che migliorano il potere pulente di un detergente grazie ad una parte idrofila che si lega con l’acqua e una parte che si miscela invece con le sostanze grasse. Le caratteristiche di un tensioattivo sono quindi quelle di emulsionare, “fare la schiuma” e favorire la rimozione definitiva dello sporco.

Il principio pulente dei tensioattivi è efficace per pulire la maggior parte dei rivestimenti, ma non i pavimenti in gres porcellanato opaco.

I tensioattivi, infatti, si depositano sulla superficie e, a contatto con l’acqua, si sciolgono e penetrano nei micropori del gres, causando la formazione di aloni e macchie.

Per pulire il gres porcellanato bisogna dunque utilizzare detergenti con bassissimo contenuto di tensioattivi. 

Si tratta di prodotti a base di sali inorganici, come sodio e potassio, studiati appositamente per rimuovere lo sporco dalle superfici microporose ed evitare la formazione degli aloni e delle patine che si creano con i comuni detergenti a base di tensioattivi.

Grazie alla combinazione sinergica di sostanze alcaline e solventi idrosolubili, questi detergenti riescono a scrostare tutti i tipi di sporco e, soprattutto, ad evitare il progressivo “ingrigimento” dei pavimenti in gres porcellanato dovuto all’accumulo di sporcizia nelle microporosità.

Usare la scopa sul pavimento di gres

Come pulire per la prima volta il gres porcellanato?

Ecco una domanda che in molti si pongono dopo aver posato per la prima volta il prezioso gres sul pavimento di casa.

In effetti, la pulizia del gres porcellanato dopo la prima posa è importante sia per non compromettere il lavoro di installazione appena terminato, sia per preservare la bellezza del rivestimento nel tempo.

Appena installato, il pavimento in gres potrebbe presentare una serie di residui di stucco e/o colla utilizzati durante la posa in opera.

Il tempismo in questo caso è un fattore determinante: più passa il tempo più sarà difficile rimuovere le macchie e i segni della posa in opera. È dunque fondamentale agire con tempestività.

In particolare, se per l’installazione del pavimento è stato utilizzato lo stucco epossidico, che tende ad indurirsi rapidamente, è consigliabile procedere con il lavaggio subito dopo la posa.

Con lo stucco cementizio è possibile attendere un po’ di più, ma non oltre cinque giorni dalla fine dei lavori.

Ciò vale per tutte le tipologie di gres ma in particolar modo per il gres porcellanato ruvido (o opaco), la cui superficie tende a trattenere maggiormente lo stucco. Il segreto è non farlo asciugare perché altrimenti sarebbe molto difficile da rimuovere!

A chi rivolgersi per la prima pulizia del gres porcellanato?

Per la prima pulizia “dopo cantiere” è consigliabile rivolgersi a professionisti che possano effettuare un lavaggio acido con prodotti specifici (e l’eventuale ausilio di spazzole abrasive) senza rischiare di danneggiare o macchiare la superficie.

Pulizie più superficiali potrebbero infatti non riuscire ad eliminare il velo di sporco che si crea sul rivestimento dopo la posa.

Il lavaggio acido, effettuato dopo aver rimosso tutta la polvere in eccesso, servirà ad eliminare definitivamente qualunque residuo di colla, stucco, pittura e malta.

Il professionista userà un detergente acido specifico diluito in acqua passandolo su tutta la superficie. Il detergente va lasciato qualche minuto ad agire, per rendere più facile la fase della disincrostazione.

A questo punto può essere usata una spugna abrasiva per togliere le macchie più dure fino alla loro completa sparizione.

Infine si procede con il risciacquo con abbondante acqua raccogliendo tutti i residui di sporco.

Pulizia pavimento in gres porcellanato opaco

Come pulire il gres porcellanato opaco fai da te?

I detergenti specifici per gres porcellanato sono la soluzione ideale per mantenere in forma la pavimentazione nel tempo e per preservare la brillantezza e il colore delle lastre. Ma anche, più in generale, ogni volta vi sia necessità di rimuovere macchie ostinate o di eliminare gli aloni causati dai detersivi a base di tensioattivi.

In alternativa, è possibile creare un prodotto sgrassante e pulente fai da te con “ingredienti” facilmente reperibili in casa per pulire il pavimento in gres porcellanato opaco.

In particolare, possiamo sciogliere in due litri di acqua calda un cucchiaio di ciascuno dei seguenti ingredienti:

  • sapone di Marsiglia in scaglie
  • aceto
  • bicarbonato
  • succo di limone

Otterremo così un detergente neutro ed ecologico da utilizzare nella manutenzione ordinaria del gres porcellanato opaco.

Eseguire bene e costantemente la pulizia del pavimento in gres opaco è fondamentale per preservarne nel tempo la bellezza della finitura.

Abbiamo visto quali prodotti utilizzare (e quali evitare) e come effettuare una pulizia completa ed efficace utilizzando un semplice metodo in 3 fasi.

Per la pulizia post posa è invece consigliabile chiedere l’intervento di personale specializzato, in grado di operare una pulizia specifica per sgrassare e detergere al meglio la pavimentazione in gres porcellanato opaco.

Richiedi informazioni:

Articoli Correlati