Ristrutturare casa idee: gli stili, le opere, le spese

Ristrutturare casa è un tema di grande attualità per una molteplicità di motivi. Basti pensare al fatto che viviamo nella stragrande maggioranza dei casi in abitazioni costruite durante il novecento, e che quindi necessitano di opere di riqualificazione. Inoltre, mai come in questo periodo è stato conveniente fare i lavori a casa nostra. Infatti, lo Stato ci riserva una serie di incentivi economici che si concretizzano attraverso le detrazioni fiscali: -50% per la manutenzione straordinaria, -65% per l’efficientamento energetico e in più sisma-bonus e il bonus mobili. Scopriamo assieme le idee per ristrutturare casa, per sapere come rinnovare uno spazio in termini di stile e per conoscere a livello operativo come procedere.

Le fasi del processo di ristrutturazione: dal progetto alla fine lavori

Innanzitutto affrontiamo e spieghiamo il processo per ristrutturare casa. Infatti, si tratta di un percorso lungo che si costituisce di varie fasi. È utile prima di tutto avere in mente come procedere.

  • Se conoscete un architetto di vostra fiducia, potete rivolgervi a lui per un inquadramento della situazione sotto il profilo urbanistico, edilizio e strutturale. Lui vi spiegherà le vostre possibilità di azione e saprà consigliarvi delle ditte con cui mettervi in contatto, e che potrete aggiungere alle ditte che già conoscete voi per un eventuale gara d’appalto.
  • L’architetto vi stende un progetto di vostro gradimento e ottiene, aiutato dai professionisti opportuni qualora ce ne siano, tutti i nulla osta del caso: in comune, al genio civile, all’ASL, alla sovrintendenza, ecc.
  • Conclusa la gara d’appalto e scelte le ditte, si iniziano i lavori e avviene tutta la fase di cantiere durante la quale il professionista farà la Direzione Lavori fino alla posa dell’ultimo battiscopa e alla tinteggiatura dell’ultimo metro quadrato.

Quindi, si procede alla liquidazione delle aziende che hanno lavorato in cantiere e il professionista ottiene per voi la fine lavori. A questo punto l’iter è concluso.

ristrutturare casa idee
OVER-ALL – 810×125
ITALIANA CORRUGATI – 810 x 125
BILDEX – 810 x 125

Ristrutturare casa: idee e consigli per lo stile

Ora veniamo ad alcuni consigli per lo stile della casa e per indirizzare il gusto di ogni ambiente.

Attraverso l’uso di materiali, pavimentazioni, colori e arredo di design, possiamo ottenere uno stile piuttosto che un altro, a seconda della nostra sensibilità estetica. Per comprendere meglio, facciamo alcuni esempi pratici.

  • Immaginiamo di procedere al rifacimento dei pavimenti con la stesura di un cotto fatto a mano. Quindi, continuiamo con la realizzazione di una cucina in muratura. Gli infissi di casa saranno in legno, per esempio castagno. Oppure di un’altra essenza ma comunque trattati con con finitura scurente. Bene, in questo modo otterremo uno stile rustico, tradizionale, quasi di casa di campagna.
  • Immaginiamo, invece, di ripensare integralmente casa nostra con una serie di scelte progettuali di stile contemporaneo. Procediamo quindi alla posa in opera di un gres porcellanato effetto marmo per il pavimento, composto di grandi pezzature con fughe minimali, praticamente a zero. L’effetto sarà di un lucido specchiato. La pareti le facciamo di un bianco candido e gli arredi sono volumi geometrici puliti, minimali, e laccati lucidi. Quindi, installiamo porte a scorrere vetrate. Senza dubbio, in questo caso siamo agli antipodi dell’esempio fatto sopra, e il messaggio che comunichiamo ai nostri ospiti è quelli di un appartamento moderno e sofisticato

Un ultimo esempio, per concederci ancora un approfondimento sul tema. Progettiamo gli ambienti con mobili decapati, dalle forme classiche delle credenze di una volta, per intendersi. Con modanature e cornici. Poi realizziamo una boiserie nella parte bassa delle pareti. Dunque, tinteggiamo con colori caldi che richiamino il tortora. Ecco, a questo punto stiamo ricreando uno stile shabby chic.

Ristrutturare casa: idee per risparmiare

Ora, portiamo a termine l’argomento con alcune dritte operative che vi permetteranno di risparmiare. In una ristrutturazione, mediamente le spese professionali sono sul 10% circa del totale. Quindi, va da sé che il grosso del risparmio si può concretizzare sui lavori di cantiere. Ecco quindi come fare per minimizzare le spese con alcuni trucchi e consigli pratici.

  • Se intendete cambiare il pavimento, potete andare in sovrapposizione a quello esistente, sappiate che esistono piastrelle particolarmente sottili e colle apposite, che reggono spessori minimi. In questo modo, se volete conservare le porte, siete sicuri di non andare a battere sulla parte bassa delle ante alzandovi di livello. Qualora questo accadesse, è possibile anche ritagliare le porte in basso. Sarà sufficiente mezzo centimetro ma questo vi risparmierà un bel po’ di problemi, come la sostituzione delle porte e il rifacimento del pavimento previa demolizione.
  • Se vi piace l’idea di un parquet, vi accorgerete che un rovere di qualità costa facilmente 50 euro a metro quadrato. Allora, potete orientare la vostra scelta su un LVT, ovvero un Luxury Vinyl Tile. Risparmierete e vi assicuriamo che il risultato estetico è davvero notevole. Vi consigliamo al riguardo di leggere qualche informazione sulle “Piastrelle effetto legno: la qualità estetica unita alla praticità”.
  • Per le finiture delle pareti, con il tempo sono stati sviluppati prodotti molto performanti per qualità. Questi permettono di consolidare e fissare il supporto in modo da renderlo stabile e pronto a ricevere un ciclo di tinteggiatura. Questi prodotti vi possono aiutare molto. Infatti, è vero che per vetustà talvolta si percepisce la necessità di raschiare le parete asportando integralmente le finiture. Per poi riapplicare un ciclo di stabilitura o gesso e infine tinteggiare. Queste operazioni però alzeranno la spesa non di poco. Forse può essere saggio, quindi, cercare di consolidare gli intonaci e procedere direttamente sull’esistente.

L’ultimo consiglio riguarda i rivestimenti delle cucine e dei bagni. Se volete rinnovarli senza demolire, potete servirvi di piastrelle adesive in PVC. Al riguardo, potete prendere qualche informazione da qui: Piastrelle adesive cucina: una valida alternativa alla ceramica.

Richiedi informazioni:

Share

Ristrutturare casa idee: gli stili, le opere, le spese

Discussion

Leave A Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *