Come rasare un muro irregolare

Categorie
Edilizia 07 Ottobre, 2020

Quando parliamo di muro irregolare facciamo riferimento ad un muro che non possiede una perfetta uniformità, o per via di ondulazioni e affossamenti, o perché sulla superficie sono presenti sporgenze che non dovrebbero esserci.

Un muro può essere irregolare per varie ragioni. L’irregolarità può essere causata dall’usura del tempo, da una calamità naturale o da un fenomeno atmosferico particolarmente violento. In altri casi, invece, il muro è stato costruito male fin dal principio.

In tutte queste circostanze, prima di procedere con l’operazione di rasatura muro, occorre uniformare le eventuali irregolarità della superficie. 

Uniformare il muro: tecniche e procedimento

Cosa succederebbe se si iniziasse a rasare senza prima aver posto rimedio alle difformità e irregolarità del muro?

Rasare un muro senza prima appianare la superficie, non solo porterebbe ad uno scarso risultato estetico e funzionale, ma significherebbe perdere tempo. Inutile, infatti, saltare questo fondamentale passaggio: rischieremmo di terminare un lavoro fatto male per poi dover comunque ricominciare da capo con la fase di appianamento delle irregolarità.

Per rendere omogenea la parete è necessario munirsi di una staggia (una sorta di regolo usato in muratura per spianare e livellare la malta dell’intonaco) e di un quantitativo di intonaco sufficiente a ricoprire tutta la larghezza del muro.

Una volta preparato il materiale necessario, si può procedere con la stesura dell’intonaco utilizzando il prezioso aiuto della staggia.

Tale processo di uniformazione è sconsigliato a chi non possiede una buona manualità o a chi non si è mai cimentato prima in opere di questo genere. Per fare un lavoro a regola d’arte è necessario possedere praticità e mano ferma: se non si è più che sicuri, meglio affidarsi ai professionisti del settore. Il rischio, infatti, potrebbe essere quello di peggiorare la situazione di partenza.

raschiare muro irregolare intonaco

Profilitec 810 x 125

 La rasatura del muro 

Una volta che il muro è stato regolarizzato, si può procedere con la rasatura vera e propria. Il processo di stesura dell’intonaco serve a lisciare perfettamente la superficie, permettendo poi di poter applicare ulteriori finiture.

Se la rasatura andrà a buon fine, il risultato finale sarà un muro liscio su cui poter tranquillamente applicare la pittura. Ci accorgiamo che le operazioni sono state condotte bene se sul muro, ad occhio nudo, non si notano anomalie, grumi, residui o imperfezioni di vario genere, né con luce naturale, né con luce artificiale.

Quando e perché va rasata una parete

Sono diverse le ragioni per cui si decide di rasare un muro. Tra le principali:

  • Rinnovamento o manutenzione della parete
  • Modifica del colore
  • Sostituzione della carta da parati
  • Rimozione di piccole irregolarità

Come si procede per la rasatura del muro? Anzitutto, per scongiurare ristagni di umidità e/o formazione di muffa, è fondamentale accertarsi che la parete oggetto dell’intervento sia completamente asciutta prima di procedere con qualsiasi operazione di rasatura e pittura.

A seconda del tipo di muro, varia il modus operandi da utilizzare.

Vediamo più nel dettaglio.

Rasare un muro in cemento armato 

Nel processo di rasatura di un muro in cemento armato, la fase della preparazione è il passaggio più importante da compiere.

Per prima cosa si procede con l’applicazione della malta sulla parete e con il successivo livellamento del prodotto, al fine di appianare le irregolarità della stesura. Il passaggio successivo consiste nel bagnare il muro attraverso l’utilizzo di una pennellessa. Al termine di tali operazioni preparatorie si può procedere con la rasatura vera e propria, mediante l’aiuto del frattazzo.

Rasare un muro scrostato

Se il muro da rasare è scrostato, il procedimento ha inizio con la rimozione della vernice presente sulla superficie attraverso una speciale spatolina che viene passata sul muro esercitando una forte pressione, al fine di eliminare tutti i residui presenti. Se dopo tale passaggio dovessero essere ancora presenti crepe, fessure e lievi irregolarità, si può procedere con il riempimento tramite stucco. Una volta asciugato, il muro deve essere carteggiato al fine di renderlo perfettamente liscio e privo di residui di sporco, polvere e stucco stesso.

Rasare muri già pitturati

Se si ha a che fare con un muro pitturato, la parete deve essere lavata per rimuovere la muffa o la polvere, dopodiché va rimossa la pittura presente sul muro.

Per rimuovere la pittura si possono utilizzare degli appositi sverniciatori chimici presenti sul mercato. Altrimenti si può procedere manualmente scrostando la parete con una spatola e, successivamente, passando uno strato di carta vetrata. Una volta eseguiti questi due passaggi si procede come nel caso dei muri in cemento armato, scegliendo l’intonaco da rasatura più adatto al tipo di muro.

Rasare muro in cartongesso

Il procedimento in questo caso è diverso dai precedenti, in quanto bisogna utilizzare un intonaco da rasatura premiscelato adeguato all’utilizzo su pareti di cartongesso.

raschiare muro irregolare parete gialla

Quanto costa rasare un muro irregolare?

I costi per rasare un muro irregolare variano in base ai materiali e agli attrezzi che si hanno già a disposizione e quelli che invece occorre acquistare. Un ulteriore fattore che fa oscillare il prezzo è la qualità del prodotto. Ciò dipende dal fatto che in commercio esiste una vasta gamma di scelta per prodotti di edilizia di questo tipo: si va dai prodotti più economici (a discapito della qualità) ai materiali più professionali che garantiscono risultati più duraturi.

Volendo fare una stima approssimativa, i prodotti e i materiali necessari ad uniformare le irregolarità e a rasare la parete hanno un costo medio complessivo che oscilla tra i 100 e i 250 euro.

Richiedi informazioni:

Articoli Correlati