Piscina a sfioro: un’esperienza libera da confini

Categorie
Outdoor Piscine 24 Ottobre, 2019

La piscina è un oggetto dei desideri molto ambito. Tutti abbiamo desiderato poter avere una piscina in giardino nella quale rinfrescarci con un tuffo durante la calura estiva. O nella quale rilassarsi, stesi su un materassino gonfiabile, abbronzandoci sotto il sole e cullati dall’acqua. La piscina classica è una vasca interrata in cui la superficie dell’acqua ha un livello inferiore a tutto il bordo circostante. Questo modello viene definita piscina skimmer, poiché è dotato di skimmer per il mantenimento dell’acqua pulita. Recentemente, però, sempre più si sta diffondendo la piscina a sfioro, che si caratterizza per un aspetto estetico di maggiore impatto e un effetto scenografico di grande valore. Vediamo assieme il suo funzionamento.

Tecnologie costruttive per realizzare una piscina

La piscina, come detto, è una vasca posizionata normalmente a filo del terreno e colma di acqua. L’acqua è sottoposta a costanti processi di filtraggio, pulizia e controllo del ph, in modo da renderla idonea alla balneazione.
Le tecnologie per costruire una piscina sono principalmente tre:

  1. Piscina in calcestruzzo armato. Viene scavato il terreno e conseguentemente si posizionano i pannelli per il getto del calcestruzzo armato in modo da formare basamento e pareti in calcestruzzo per poter contenere l’acqua. La pareti, essendo armate con acciaio, gestiscono bene la spinta dell’acqua.
  2. Piscina in pannelli autoportanti in acciaio. Il volume viene formato da pannelli in acciaio autoportanti, ovvero in grado di sostenere la spinta dell’acqua dall’interno.
  3. Piscina in vetroresina. Questa tecnica prevede di posizionare all’interno dello scavo una piscina monoblocco in vetroresina prefabbricata.
piscina sfioro vista
OVER-ALL – 810×125
ITALIANA CORRUGATI – 810 x 125
BILDEX – 810 x 125

Piscina a sfioro o skimmer: le differenze

Rivolgendo ora la nostra attenzione nello specifico, spieghiamo il funzionamento della piscina classica e in che cosa si differenzia da questa il modello a sfioro.

La piscina classica o tradizionale si compone di una scatola in cui il bordo è tutto allo stesso livello. Essa viene riempita e di per sé sarebbe un contenitore stagno dal quale l’acqua non può uscire in alcun modo, a meno che per eccessivo riempimento non raggiunga il limite superiore e tracimi lateralmente. Perché l’acqua abbia le condizioni idonee alla balneabilità sopra citate, vengono installati degli skimmer, ovvero bocchette posizionate in alto, in parte sotto e in parte sopra il pelo dell’acqua all’interno delle quali l’acqua stessa viene risucchiata. Da qui, viene fatta passare all’interno di un filtro a sabbia e poi ripompata tramite bocchette posizionate sotto il livello dell’acqua.

La piscina a sfioro, invece, si caratterizza per uno o più dei quattro lati più basso degli altri. In questo modo, l’acqua fuoriesce lentamente dalla vasca e attraversa una caditoia di livello inferiore. A questo punto, viene raccolta in una vasca minore dalla quale è pompata nuovamente nella vasca principale dopo essere stata filtrata.

La piscina a sfioro si sposa perfettamente con contesti di campagna, terreni in pendenza e situazioni in cui è presente uno sfondo o un paesaggio. Infatti, essendoci un lato a sfioro, la sensazione estremamente suggestiva di cui godiamo è quella di vedere una sorta di cascata che si rivolge verso l’infinito, come se si gettasse immediatamente verso il paesaggio antistante.
Non a caso, molti hotel di lusso posizionano la loro piscina sulla copertura piana dell’edificio, in modo da conferire ai bagnanti la sensazione di un tuffo nel vuoto, di fronte al panorama circostante.

Inoltre, una riflessione importante riguarda il fatto che nella piscina a skimmer l’acqua si attesta di solito 10-15 centimetri sotto il livello del bordo. Questo comporta il crearsi di una linea di sporco sgradevole alla vista proprio in corrispondenza del pelo dell’acqua.
Oltre a ciò, come non considerare il fatto che nella piscina a sfioro l’acqua si mantiene pulita con molta più facilità.

piscina sfioro scala

Piscina a sfioro costi di realizzazione

Bene. Concludiamo ora con una valutazione sui costi della costruzione di una piscina e della sua gestione. In generale, la piscina a sfioro presenta solo lati positivi in comparazione a quella con skimmer. Tuttavia, se una piscina da giardino tradizionale ci può costare dai 12.000 ai 30.000 euro a seconda delle dimensioni, la soluzione a sfioro ci costerà all’incirca un quarto in più. Basti considerare il fatto che dobbiamo realizzare la vasca di raccolta delle acque, che di solito è circa il 10% del volume complessivo.
Oltre a ciò, consideriamo un incremento del 15-20 % anche nei costi di manutenzione e gestione.

Richiedi informazioni:

Articoli Correlati