Piastrelle balcone esterno: come coniugare design e funzionalità

Categorie
Pavimenti e Rivestimenti Esterni Gennaio 17, 2021

Generalmente nel ristrutturare casa si tende a concentrarsi più sugli interni che sugli spazi esterni della casa. 

In realtà, l’outdoor (il giardino, il terrazzo, il balcone) rappresenta il valore aggiunto di qualsiasi abitazione.

Data la sua importanza in chiave di comfort abitativo, l’ideale sarebbe riuscire a renderlo vivibile per gran parte dell’anno. 

Per farlo è necessario che la scelta dei rivestimenti e della pavimentazione segua criteri legati sia alla praticità/funzionalità richiesta ai materiali a contatto prolungato e costante con gli agenti atmosferici, sia a criteri estetici connessi alla necessità di dar vita ad un ambiente curato e armonioso.

In sostanza, le piastrelle del balcone esterno o del terrazzo andrebbero scelte in modo da creare un continuum visivo fluido e naturale tra il dentro e il fuori. 

In questo modo il vostro balcone, grande o piccolo che sia, diventerà una sorta di stanza aggiuntiva della casa, fondendosi con il salotto, la cucina o la camera da letto per porsi come un unico grande ambiente vivibile 365 giorni l’anno.

Perciò, non trascurate gli esterni!

Scegliete le piastrelle del vostro balcone esterno con la stessa cura e attenzione che mettereste per la scelta dei rivestimenti del bagno, del salotto e di qualsiasi altro ambiente della casa.

Quale pavimento scegliere per il balcone esterno

Come detto, il pavimento del balcone deve rispondere sia ad esigenze pratiche che estetiche.

Per garantire resistenza e longevità, il materiale scelto per il rivestimento esterno deve presentare caratteristiche antigelo, deve saper resistere efficacemente alla pioggia, agli sbalzi termici e alla potenza dei raggi UV in estate. 

Nello stesso tempo, affinché il balcone possa diventare un’armoniosa continuazione dell’ambiente interno, la pavimentazione esterna deve essere anche bella da vedere.

Come possiamo coniugare funzionalità e design? Quali sono le piastrelle balcone esterno più adatte a ricoprire questa doppia veste?

Piasterlle con sedie e tavoli su balcone esterno
Isover 810 x 125

Piastrelle balcone esterno: quali caratteristiche

Il primo aspetto da considerare nella progettazione della pavimentazione esterna del balcone è il clima dominante nella zona geografica di riferimento.

Se il contesto climatico e/o ambientale è particolarmente ostile (temperature molto elevate o sotto lo zero, frequenti piogge, presenza di forte umidità, zone di mare caratterizzate da vento e salsedine, grandi città ad alto tasso di smog) è preferibile orientarsi verso tipologie di piastrelle in materiali robusti, pratici (facili da pulire e da mantenere), resistenti all’azione corrosiva degli agenti esterni, agli sbalzi di temperatura e alla formazione di muffa.

Aldilà dei casi specifici e della tipologia di pavimento scelto, è fondamentale che le piastrelle balcone esterno rispettino una serie di requisiti minimi.

In particolare, scegliete piastrelle:

  • Impermeabili
  • Antiscivolo
  • Ingelive
  • Resistenti ai carichi e al calpestio
  • Resistenti alle macchie
  • Resistenti a urti e graffi
  • Resistenti all’abrasione e agli agenti chimici

Le possibilità sono tante: piastrelle balcone in gres porcellanato, cemento, pietra, porfido, cotto, calcestruzzo.

Non di rado, al posto delle piastrelle vengono utilizzati pavimenti in materiali sintetici, rivestimenti in plastica e pavimenti esterni legno

In quest’ultimo caso, l’accortezza è quella di scegliere legni resistenti (compatibili con l’impiego esterno) e adeguatamente trattati per resistere all’acqua e respingere l’azione aggressiva degli altri agenti atmosferici.

Piastrelle balcone esterno: come scegliere le più adatte

Se i pavimenti balcone con spessori maggiorati puntano sulla robustezza, sulla solidità e sulla resistenza agli agenti esterni (perfetti, dunque, per zone climatiche proibitive), le piastrelle a ridotto spessore sono la soluzione ideale per chi vuole dar vita ad una pavimentazione raffinata, sofisticata e di tendenza che non abbia nulla da invidiare a quella del salotto o della cucina. 

Il ridotto spessore, infatti, contribuisce a creare quella fluidità visiva tra interno ed esterno di cui parlavamo ad inizio articolo.

Si tratta di piastrelle per esterni con spessore tra i 5 e i 25 mm, ottenute mediante tecniche e lavorazioni innovative, che si posano su fondi esistenti in calcestruzzo e vengono poi rifinite in superficie con stampe e decorazioni varie, non prima però di essere state protette e rinforzate con i trattamenti specifici da esterno per renderle impermeabili, antiscivolo e acidificate.

Molto belle e raffinate sono, ad esempio, le piastrelle a basso spessore in gres con effetto pietra: queste pavimentazioni riescono a riprodurre fedelmente l’estetica della pietra naturale, soprattutto se scelte nelle declinazioni cromatiche più affini al materiale che imitano.

Gli amanti del legno preferiranno invece puntare su un mix di design e resistenza. 

Le affidabili piastrelle antiscivolo in gres porcellanato effetto legno, coniugando eleganza e resistenza agli agenti atmosferici, rappresentano la soluzione perfetta per creare continuità tra gli ambienti indoor e outdoor.  

Il risultato finale cambia in base all’essenza legnosa, al colore e alla finitura scelta (liscia, ruvida, materica). In ogni caso, il vostro balcone si farà notare per un avvolgente e originale effetto parquet ceramico all’aperto.

Applicazione piastrelle balcone esterno

Piastrelle balcone: prezzi

Mediamente il costo di piastrelle per balcone esterno in gres porcellanato effetto parquet si aggira intorno ai 12-14 euro al metro quadro, ma sul prezzo finale incide anche il formato della piastrella, la qualità, la finitura scelta e la versione cromatica.

Prezzi simili per le piastrelle in gres effetto pietra con indice di resistenza allo scivolamento pari a R10.

Il costo dei pavimenti esterni in cotto presenta una forbice più ampia. Si parte dai 15 euro al metro quadro per una piastrella in cotto standard per arrivare a 50-60 euro al metro quadro per pavimenti in cotto trattati e fatti a mano.

Richiedi informazioni:

Articoli Correlati