Perché scegliere un pavimento senza fughe? Tutti i vantaggi e le soluzioni

Categorie
Finiture Pavimenti e Rivestimenti Settembre 30, 2021

Ad incidere sulla scelta finale dei pavimenti di casa concorrono diversi fattori, alcuni di ordine pratico, altri legati all’estetica e al design. Come prima cosa può essere utile determinare lo stile e l’atmosfera che intendiamo conferire ai vari ambienti: in base a questo sapremo se orientarci verso un pavimento classico, un rivestimento sempre attuale come il parquet, un pavimento di pregio come quello in marmo oppure se seguire le tendenze del momento e scegliere, ad esempio, il pavimento senza fughe, che è una soluzione di respiro contemporaneo che coniuga resa estetica a notevoli vantaggi pratici.

In questo articolo esploreremo più da vicino i vari tipi di pavimenti moderni senza fughe e i vantaggi derivanti dalla scelta di questa soluzione di tendenza.

Pavimenti moderni senza fughe

Il mondo dei rivestimenti è in continua evoluzione. Sono tante le aziende di settore che si sono specializzate in soluzioni alternative alle tradizionali piastrelle con fughe, producendo pavimentazioni che possono essere posate senza fughe o con fughe di dimensioni così ridotte da risultare impercettibili alla vista.

Dal punto di vista estetico i pavimenti moderni senza fughe, lisci e continui, sono in grado di valorizzare la casa con un tocco di modernità e ricercatezza stilistica.

Pavimento senza fughe e tetto di legno

Caesar 800 x 125

Non da meno sono i vantaggi sul piano pratico.

Mettere insieme i tasselli del puzzle – estetica e praticità per giungere alla scelta finale del pavimento può sembrare un’impresa titanica.

D’altronde, la pavimentazione rappresenta “il punto di partenza” di un’abitazione: è proprio attorno allo stile, al materiale e al colore dei rivestimenti a pavimento che spesso ruota l’intero progetto d’arredo.

Senza dimenticare che il pavimento non è un elemento che viene cambiato spesso, ma, al contrario, è destinato a durare più a lungo possibile.

Oltre a connotare gli ambienti in chiave moderna, il pavimento senza fughe è estremamente funzionale, in quanto ha bisogno di poca manutenzione e si sporca molto meno della tipologia tradizionale. Macchie, polvere e sporco, infatti, non si depositano nelle fughe, ma rimangono sulla superficie e vengono rimossi con più facilità.

A questo punto vi starete domandando a cosa serve la fuga delle piastrelle e come viene definita tecnicamente.

Scopriamolo.

Come avere un pavimento senza fughe?

La fuga è lo spazio che si crea tra una piastrella e l’altra.

Il suo principale compito, nei pavimenti così progettati, è di fornire alla mattonella lo spazio sufficiente all’eventuale dilatazione.

Ha anche il compito di proteggere la superficie dalle infiltrazioni d’acqua e da altri elementi che ne potrebbero inficiare la funzionalità.

Dal punto di vista estetico, invece, aiuta a definire lo stile e l’atmosfera della piastrellatura.

Anche l’assenza delle fughe contribuisce a definire lo stile del pavimento. Ad esempio, una superficie senza fughe, progettata per essere continua, omogenea e senza interruzioni, assume una chiara connotazione moderna.

La norma UNI 11493 prevede due larghezze minime da rispettare in fase di posa:

  • fuga da 2 mm: è la larghezza minima da adottare nel caso di piastrelle rettificate;
  • fuga da 6 mm: è la larghezza minima da adottare per le piastrelle tradizionali.

Per quanto riguarda i pavimenti con piastrelle, dunque, la norma non ammette fughe di larghezza inferiore ai 2 mm.

Ciò significa che tecnicamente non è possibile posare una superficie piastrellata completamente priva di fughe. Anche se ridotta al minimo (2 mm), una linea di fuga c’è sempre.

Come possiamo ottenere allora un pavimento senza fughe?

Per fare in modo che il pavimento rettificato senza fughe assuma la sua tipica continuità visiva è necessario adottare piccoli accorgimenti.

Oltre a ridurre al minimo la dimensione delle fughe tra le piastrelle, è consigliabile:

  • utilizzare lastre in grandi formati;
  • riempire le fughe con collanti dello stesso colore del pavimento;
  • creare una finitura a filo.

Il risultato sarà una superficie elegante, moderna, levigata e senza interruzioni visibili.

Bagno con pavimento in gres

Pavimento gres porcellanato senza fughe

Il pavimento in gres porcellanato, soprattutto nella versione “senza fughe”, dona un sofisticato minimalismo e crea una continuità visiva che valorizza la visione d’insieme degli ambienti.

La superficie appare omogenea, priva di imperfezioni, leggera e continua.

Non a caso è tra le soluzioni più scelte tra i vari pavimenti senza fuga finalizzati a creare un mood contemporaneo.

In più, il gres presenta tradizionalmente una serie di vantaggi specifici. In particolare:

  • Ottimo rapporto qualità prezzo;
  • Resistenza al fuoco: è ignifugo e non infiammabile;
  • Idrorepellenza: è impermeabile e antiscivolo (perfetto anche per gli esterni), non teme l’umidità né le infiltrazioni;
  • Resistenza a calpestio, sollecitazioni meccaniche, urti e graffi;
  • Grande versatilità stilistica: la versione smaltata del pavimento in gres senza fughe può essere personalizzata in diverse sfumature cromatiche.

La versatilità del gres è dovuta anche ad un innovativo processo produttivo, che riesce a ricreare fedelmente la texture e l’effetto di altri materiali. In questo modo la scelta si amplia e arriva a comprendere lastre rettificate in gres con effetto legno (tra le più amate), effetto pietra o cemento.

Il gres regala un effetto particolarmente sofisticato nella versione marmorea: il pavimento senza fughe marmo, infatti, unisce la classicità dell’effetto marmo (materiale prezioso e di grande classe) con la modernità della superficie omogenea e continua.

Si può giocare con le sfumature tipiche delle essenze legnose o con le suggestive venature del marmo, e trattare la superficie con varie finiture (lucida, opaca, in rilievo), in modo da imitare con maggiore aderenza le caratteristiche principali dei vari materiali.

La resa estetica non ha nulla da invidiare alla versione originale, ma il costo è nettamente inferiore.

Vantaggi del pavimento in gres porcellanato senza fughe

Pavimento senza fughe resina

Se, come visto, con le piastrelle la fuga è sempre presente (seppur minima e impercettibile alla vista), con la resina è possibile ottenere una pavimentazione totalmente priva di interruzioni.

Per questo motivo, i pavimenti in resina, nati come soluzione per locali commerciali, industrie e luoghi pubblici, sono sempre più scelti anche in ambito residenziale per dar vita ad ambienti di design che coniugano elevate performance tecniche e ricercatezza estetica.

Ma cos’è esattamente la resina per pavimenti?

La resina epossidica, la più diffusa per la realizzazione di pavimenti, è un polimero termoindurente costituito da una resina e da un indurente che, una volta miscelati, creano uno strato vetrificato.

Le superfici così realizzate si caratterizzano per elevata resistenza meccanica, chimica e termica, duttilità e facilità di lavorazione, e per le eccellenti proprietà idrorepellenti.

Tra le caratteristiche più apprezzate troviamo lo spessore molto sottile (circa 3-4 mm) che la rende perfetta per ristrutturare casa senza demolire la vecchia pavimentazione: il basso spessore e la facilità di presa su qualsiasi materiale rende il relooking facile, veloce e relativamente economico.

Oltre agli evidenti vantaggi pratici, legati soprattutto alla non porosità, alla resistenza e all’igienicità (la resina è antiolio, antipolvere e antimacchia), non vanno trascurati quelli estetici.

Il pavimento senza fughe realizzato con la resina dona agli ambienti un aspetto pulito e ordinato, oltre ad una suggestiva continuità visiva e ad un’impareggiabile atmosfera contemporanea.

In più la resina è personalizzabile in colore, finitura ed effetto: si può scegliere tra un elegante effetto marmo, una moderna finitura lucida monocolore e moltissime altre varianti stilistiche.

Cusina con pavimento in resina

I vantaggi di scegliere il pavimento senza fughe

Quali sono dunque i vantaggi funzionali ed estetici di scegliere una pavimentazione moderna senza fughe? 

Riassumendo, i pavimenti senza fughe in resina e i pavimenti con lastre rettificate in gres porcellanato (comprese le versioni con effetto legno, marmo e pietra) offrono i seguenti vantaggi:

  • Massima igiene: sporco e polvere non hanno modo di depositarsi tra le fughe delle piastrelle (che sono assenti o minime), rendendo la superficie più igienica.
  • Pulizie senza fatica: resina e gres non assorbono lo sporco e le macchie, consentendo di dimezzare i tempi (e la fatica) nelle operazioni di pulizia rispetto ai pavimenti porosi con fughe.
  • Ridotta manutenzione: più igiene e più praticità di pulizia determinano anche minore manutenzione.
  • Versatilità stilistica: l’assenza di fughe aumenta il ventaglio di possibilità stilistiche, dal momento che un pavimento senza interruzioni è perfetto nelle ambientazioni minimal e moderne, ma si adatta molto bene anche ai contesti classici e tradizionali, scegliendo, ad esempio, un effetto marmo o legno.

A conti fatti, il pavimento senza fughe è una soluzione di design che crea una suggestiva continuità visiva e valorizza gli ambienti, ma è anche un tipo di rivestimento che garantisce elevata resistenza e durabilità nel tempo.

Vantaggi dei pavimenti senza fughe

Pavimenti moderni senza fughe prezzi

Quanto costa un pavimento senza fughe? I prezzi delle diverse soluzioni presenti sul mercato variano in base al materiale utilizzato.

Il costo dei pavimenti in resina spazia tra i 40  e i 150 euro al metro quadro. Nel computo generale bisogna considerare che il ridotto spessore della resina consente la posa sull’esistente, risparmiando sulla rimozione della vecchia pavimentazione.

Per quanto riguarda il pavimento senza fughe in gres, il prezzo varia in base alla lavorazione scelta (effetto parquet, effetto marmo, effetto cemento, ecc.): mediamente oscilla tra i 10 e i 50 euro al mq.

Perché scegliere un pavimento moderno senza fughe: conclusioni

In questo articolo abbiamo visto i tanti vantaggi di optare per una pavimentazione liscia, continua e omogenea per le case che intendono creare atmosfere moderne e di design.

La tipologia senza fughe consente di gestire con più facilità la pulizia e la manutenzione del pavimento, di aumentare il livello di igiene e diminuire il rischio di formazione batteri.

Scegliere il gres significa puntare su un materiale molto resistente e affidabile, mentre la resina consente di creare una superficie continua e senza alcuna interruzione. Entrambi i materiali sono versatili, personalizzabili e disponibili in versioni che riproducono l’effetto del marmo, del legno, della pietra e del cemento.

L’ultima considerazione è forse la più importante: per la posa del pavimento senza fughe è fondamentale rivolgersi solo ad esperti del settore (come Gruppo Made), evitando con cura tutti i rischi connessi al fai da te.Le ditte specializzate nella posa dei pavimenti senza fughe possono infatti aiutarvi a individuare la soluzione più adatta, evitando errori e perdite di tempo, soldi ed energie.

Richiedi informazioni:

Articoli Correlati