Pavimenti gres porcellanato: bellezza ed evoluzione tecnologica

L’Italia è un paese noto in tutto il mondo per la produzione di piastrelle. Da noi esistono veri e propri distretti che hanno fatto della tradizione produttiva di rivestimenti in ceramica la loro identità. I pavimenti gres porcellanato sono il frutto di questo know-how unito alla costante ricerca tecnologica che guida questo settore produttivo assieme all’esperienza.

Il gres porcellanato: metodo di produzione e caratteristiche

Dapprima spieghiamo cos’è il gres porcellanato.

Se uniamo argilla, feldspati, sabbia silicea e altri materiali in percentuale minore otteniamo la miscela fondamentale dalla quale partire. Successivamente, se bagniamo la miscela in questione con acqua, otteniamo un composto caratterizzato da grande duttilità e ottima lavorabilità. Quindi, sottoponendolo a cottura e raffreddandolo lentamente otteniamo la ceramica.

Una particolare tipologia di prodotto appartenente a questa famiglia si ottiene attraverso lavorazioni specifiche.

Il composto, in condizioni asciutte, viene sottoposto ad una fase detta di atomizzazione che, prima di tutto, lo riduce in una farina finissima. A seguito si ha una forte pressatura e quindi una cottura che lo porta lentamente a temperature fino a 1250°-1300°. Permane a tale temperatura per circa 25 minuti e quindi, spento il forno, viene lasciato raffreddare lentamente.

A questo punto abbiamo ottenuto il gres.

Le sue principali caratteristiche meccaniche sono:

  • Elevata compattezza
  • Alta resistenza a compressione
  • Ottima sopportazione del calpestio
  • Alta resistenza all'abrasione
  • Marcata durevolezza e resistenza all'usura
pavimenti gres porcellanato
OVER-ALL – 810×125
ITALIANA CORRUGATI – 810 x 125
BILDEX – 810 x 125

Pavimenti gres porcellanato effetto parquet

Il grande vantaggio di questo materiale, oltre alle caratteristiche di resistenza elevatissime, è la sua predisposizione all’ottenimento di finiture estetiche diverse a seconda del caso ed estremamente realistiche.

Un caso da citare è senza dubbio il gres simil-parquet.

La tecnica prevede la produzione di formati identici a delle assi di parquet. Quindi, viene predisposta una serie di tamponi, ovvero di immagini che vogliono simulare l’effetto legno, in tutte le sue caratteristiche di colore e venature. Tali tamponi verranno quindi impiegati per il trattamento finiturale delle piastrelle, che a questo punto sembreranno parquet vero e proprio.

In questi casi, fa la differenza la qualità del prodotto, che permetterà un risultato estetico più o meno credibile. E inoltre, sempre relativamente alla qualità del prodotto, inciderà il numero di tamponi a disposizione. Ovvero, quanti disegni vengono progettati e prodotti. 

Facciamo un esempio pratico per capire questo passaggio.

Se il progetto di produzione ha previsto 5 tamponi, aprendo un tot di pacchi di piastrelle non riscontreremo più di 5 tamponi diversi. Se invece i tamponi previsti fossero 10, allora avremmo 10 tamponi diversi aprendo i nostri pacchi di piastrelle. Un numero elevato di tamponi, si capisce, rende più o meno credibile l’effetto realistico del pavimento poiché con l’occhio faremo fatica a riconoscere una ripetizione dello stesso tampone, la qual cosa ci stonerebbe visivamente nell’immediato.

Pavimenti gres porcellanato marmo lucido e non solo

Altro effetto ottenibile con il gres è quello del marmo, lucido, opaco e di varie colorazioni a riprendere tipi di marmo reale.

Il processo di trattamento prevede le seguenti quattro fasi:

  • Calibratura
  • Spianatura 
  • Levigatura
  • Rettifica e bisellatura

Tramite la calibratura si ottengono piastrelle tutte di identico spessore.

Con la spianatura si rendono le piastrelle stesse perfettamente complanari, scongiurando il rischio di creste e difetti superficiali che potrebbero insorgere in prossimità delle fughe.

Con la levigatura, quindi, gli elementi vengono trattati con delle carte abrasive progressivamente più fini, al punto che la superficie finale risulta perfettamente liscia e lucida.

Con la rettifica, poi, si assicurano fughe perfettamente lineari e a squadro. 

La bisellatura, in conclusione, porterà a finitura gli spigoli.

Gli effetti raggiunti sono davvero di altissimo livello, e sarà stupefacente vedere come vengono ripresi marmi propri della nostra tradizione:

  • Il marmo bianco di Carrara
  • I marmi rosa di Carrara e Verona
  • Il verde e il nero del Serpentino di Prato

I prezzi medi dei pavimenti in gres porcellanato

Infine: è possibile quantificare il prezzo a metro quadrato di un gres porcellanato? 

In questo caso, è davvero corretto sottolineare che il range è vastissimo in quanto si possono trovare semplici piastrelle a 15 euro a metro fino a dei prodotti effetto marmo di alto livello da 80-100 euro a metro.

Richiedi informazioni:

Share

Pavimenti gres porcellanato: bellezza ed evoluzione tecnologica

Discussion

Leave A Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *