La malta a presa rapida e il fissaggio degli elementi non strutturali

Ci son lavori in cui la rapidità di esecuzione fa la differenza. Tra questi troviamo, ad esempio, il fissaggio di scatole elettriche, di interruttori, telai di porte e finestre e fissaggio di fili elettrici. Sono tutte operazioni in cui una prima stabilizzazione dei materiali permette un migliore risultato finale con minor incidenza di errore e sbavature finali. La malta weber.tec presarapida, è il prodotto giusto per ottenere un lavoro pulito, ben fatto e di rapida esecuzione.

Ristrutturazioni e piccoli lavori, quando usare la malta a presa rapida

Nelle ristrutturazioni edili si fa riferimento frequentemente a diversi tipi di malta per muratura, elemento essenziale nel ripristino o nella costruzione di elementi parietali, ma meno frequentemente si parla dei piccoli lavori a corredo degli interventi più consistenti. Ad esempio, se si decide di aprire una porta sarà necessario inserire il controtelaio e l’infisso nello spazio adibito, operazione non agilissima se si usa un malta per muratura tradizionale.

Meglio, in questo caso, optare per la malta a presa rapida che garantisce un fissaggio stabile dopo pochi minuti, lasciando però il tempo di rivedere il posizionamento della struttura e, quindi, di garantire un buon lavoro anche a operatori edili non professionisti. Inoltre, la malta a presa rapida è da preferirsi alla malta per muratura tradizionale anche in lavori più minuti come il fissaggio di scatole elettriche, ringhiere, incastri sotto tetto di gronde e posizionamento di caldaie e boiler.

Caratteristiche della malta a presa rapida

La malta a presa rapida è un prezioso alleato nei lavori che richiedono tempi di esecuzione brevi come, ad esempio, il fissaggio delle scatole elettriche, uno dei lavori che più di frequente ci si trova ad affrontare quando si riprogetta un’abitazione e il relativo impianto elettrico.

Come è facile intuire, la differenza sostanziale tra la malta a presa rapida e la malta per muratura standard, sta nel tempo di indurimento, o meglio, nel tempo in cui la porzione interessata dall’intervento della malta può essere sottoposta a sforzi e carichi senza che le caratteristiche statiche e di resistenza meccanica vengano intaccate. La malta weber.tec presarapida ha tempi di presa compresi tra 1 e 2 minuti e può essere sottoposta carico dopo 3 ore. Un bel vantaggio per lavori di finitura che permettono una gestione più rapida delle dinamiche di cantiere e un maggior controllo dei tempi di esercizio della struttura.

Come usare la malta a presa rapida

La malta weber.tech presarapida è molto facile da usare sia che si tratti di lavori consistenti, come la stabilizzazione di un infisso, sia di lavori più semplici come il fissaggio delle scatole elettriche in traccia a una parete. Come la malta per murature tradizionale, anche la malta a presa rapida va impastata con acqua in diluzione al 18-20%. In poco più di un minuto si ottiene l’impasto della giusta viscosità e consistenza e si è pronti ad applicarlo.

Il punto di applicazione della malta weber.tech presarapida deve essere pulito, coeso, non devono esserci distacchi di materiale e, se si interviene su calcestruzzo, devono essere eliminate le tracce di eventuale ruggine dei ferri. Una volta reso adatto il supporto, questo deve essere bagnato affinché la malta a presa rapida faccia presa in maniera ottimale. Per stendere e applicare la malta weber.tech presarapida è sufficiente avere una cazzuola e un frattazzo, strumenti semplici che permettono un’applicazione del prodotto puntuale e precisa, senza sbavature.

Richiedi informazioni sui prodotti presenti nell'articolo:

Share

La malta a presa rapida e il fissaggio degli elementi non strutturali