Intonacare muro esterno: tecniche, consigli e prezzi

Categorie
Facciate 24 Agosto, 2020

Tradizionalmente l’intonaco è composto da sabbia granulosa, sostanze additive e un collante/legante che per sue caratteristiche sia in grado di difendere le mura perimetrali da acqua e umidità, permettendo allo stesso tempo alla parete di traspirare adeguatamente.

Gli intonaci si distinguono principalmente in base al legante utilizzato:

  • Intonaco a base di calce mista a cemento: ottimo per proteggere da pioggia e grandine
  • Intonaco a base di calce e pozzolana: perfetto per resistere all’umidità
  • Intonaco a base di calce e argilla: adatto a proteggere dagli sbalzi di temperatura

Intonaco esterno: tipologie e caratteristiche

Gli intonaci per esterni si suddividono in due principali categorie:

  • Intonaco premiscelato
  • Intonaco tradizionale

Vediamo le caratteristiche di entrambe le tipologie.

Intonaco premiscelato

Questo prodotto ha il vantaggio di essere pronto all’uso e facile da mettere in posa seguendo le istruzioni della casa produttrice. Tra i pro troviamo anche la garanzia di ottenere un risultato finale più uniforme e omogeneo rispetto ad un intonaco dosato a mano.

Di contro, l’intonaco premiscelato pronto all’uso ha un costo superiore rispetto a quello tradizionale. È conveniente utilizzarlo soprattutto per lavori di piccola entità.

Intonaco tradizionale

Chi non ama le soluzioni già pronte preferisce affidarsi al vecchio metodo della preparazione e del dosaggio manuale dei vari elementi dell’intonaco. Una volta preparata la miscela, la stessa viene impastata e amalgamata manualmente o attraverso appositi macchinari da cantiere.

intonacare muro esterno grigio

Profiliteec 810 x 125

Intonacare muro esterno: tecniche e consigli

Intonacare una parete esterna non serve solo a migliorare l’aspetto estetico del muro, rendendolo liscio, uniforme e pronto da colorare, ma serve soprattutto per proteggere lo strato sottostante dall’umidità e dall’impatto degli agenti atmosferici.

Per un principiante intonacare il muro esterno, soprattutto se di grandi dimensioni, potrebbe essere un’operazione difficoltosa. Per velocizzare i tempi e rendere più agevole la stesura si può ricorrere, come visto, agli intonaci premiscelati pronti all’uso, sebbene per ottenere un lavoro a regola d’arte sia sempre preferibile affidarsi a muratori esperti e ditte specializzate. 

Come intonacare un muro esterno

Prima di stendere l’intonaco da esterno occorre preparare il muro in modo da migliorare  l’aderenza del prodotto alla parete.

Per una resa ottimale è fondamentale che il muro sia completamente asciutto.

In caso di muri appena edificati bisogna attendere circa 40 giorni dal loro completamento prima di applicare l’intonaco. La tempistica può aumentare o diminuire in base alla stagione e alle condizioni climatiche, e in base al tipo di clima dell’area geografica in cui è situata l’abitazione.

Applicare l’intonaco su un muro umido potrebbe causare l’insorgenza di tracce  antiestetiche in corrispondenza dei singoli mattoni della parete, nonché eventuali sgretolamenti dell’intonaco stesso causati dalla cattiva aderenza del materiale sulla superficie non completamente asciutta.

Una volta che il muro è stato preparato, si può passare alla stesura vera e propria dell’intonaco.

Ecco alcuni consigli utili da seguire per una corretta applicazione:

  • Lavorare per piccole zone alla volta
    Se la superficie da intonacare è grande è consigliabile tracciare delle linee con la malta e riempire gli spazi uno alla volta, cercando di mantenere uno spessore uniforme. L’intonaco va steso verticalmente da terra a soffitto, perfettamente a piombo, creando delle fasce larghe tra i 10 e i 15 centimetri, a distanza di un metro l’una dall’altra.
  • Aiutarsi con cazzuola e assi di legno
    La malta va lanciata sul muro con la cazzuola e successivamente livellata utilizzando assi di legno.
  • Utilizzare il frattazzo per rasare e livellare
    Dopo la stesura dell’intonaco si passa all’operazione della rasatura, che può essere eseguita con l’aiuto del frattazzo, uno strumento che con piccoli movimenti rotatori va a lisciare la superficie eliminando man mano le irregolarità e i dislivelli del muro.
  • Rispettare i tempi
    Tra una mano e l’altra di intonaco è bene far passare dalle 24 alle 48 ore, in modo che lo strato precedente si stabilizzi e si possa passare al successivo.
  • Finitura in gesso
    Per ottenere un risultato più rifinito, è possibile completare il muro esterno con una mano di gesso, anch’esso steso con il frattazzo, dal basso verso l’alto, mantenendo l’utensile ad una angolazione di 45° rispetto al muro. 

I muri in tufo e in pietra necessitano di particolari accortezze.

In particolare:

  • Muro in pietra: per favorire l’assorbenza dell’intonaco, il muro in pietra va opportunamente martellato
  • Muro in tufo: essendo molto poroso, il tufo è soggetto all’assorbimento di umidità; per intonacare questo tipo di muro è pertanto consigliato utilizzare un intonaco deumidificante controterra che riesca a migliorare la traspirazione del muro e di conseguenza a far evaporare l’acqua presente all’interno, contribuendo anche a contrastare l’umidità di risalita che arriva dal suolo.
intonacare muro esterno soluzioni

Intonaco muro esterno: costi

Il costo al metro quadro varia in base al tipo di intonaco utilizzato e in base ad altre importanti variabili, tra cui:

  • Condizioni iniziali della parete da lavorare
  • Eventuale demolizione del vecchio intonaco
  • Opzione della rasatura finale per tinteggiare la parete
  • Costo di eventuali ponteggi

ll costo al mq di un intonaco tradizionale oscilla tra 12 e i 19 euro, compresa la rasatura.

Per quanto riguarda l’intonaco premiscelato, il prezzo varia in base alle caratteristiche del prodotto.

Vediamo qui di seguito i prezzi medi al mq delle principali tipologie di intonaco pronto all’uso:

  • Premiscelato standard: 10-12 euro
  • Premiscelato ignifugo: 14-18 euro
  • Premiscelato deumidificante (o intonaco antimuffa): 26-30 euro
  • Premiscelato traspirante a base di granuli in sughero per coibentazione termica e acustica: 32-48 euro.

Richiedi informazioni:

Articoli Correlati