4+1 idee di pavimenti per open space per ogni stile

Categorie
Finiture Pavimenti e Rivestimenti Febbraio 11, 2022

Per gli open space la scelta del pavimento deve tenere conto sia degli aspetti stilistici che funzionali, dal momento che quasi sempre ospita due o più  ambienti con funzioni diverse, come cucina e living. 

Qual è la pavimentazione più adatta in questi casi? Meglio due pavimenti diversi o un rivestimento unico? Scopriamolo!

La scelta del rivestimento è cruciale per il progetto d’arredo dell’open space: spesso è proprio dal pavimento che si parte per connotare lo stile, il carattere e l’atmosfera di un ambiente unico.

Se, ad esempio, vogliamo creare un open space caldo e accogliente arredandolo in stile rustico, shabby o country, le scelte più adatte sono il pavimento in cotto o in legno.

Il parquet può rivelarsi vincente anche per dar vita ad ambienti classici e raffinati: basterà scegliere l’essenza legnosa e la finitura adatta.

Se il legno è il materiale versatile per eccellenza, altri rivestimenti presentano, invece, una connotazione più specifica. 

È il caso dei pavimenti senza fughe, come la resina o il gres porcellanato con piastrelle rettificate, ma anche degli innovativi rivestimenti metallici, che sono perfetti per valorizzare lo stile moderno e contemporaneo.

In questo articolo vi daremo alcune idee per i pavimenti dell’open space, in base allo stile che si desidera creare.

In particolare, vedremo:

Pavimento in gres porcellanato arancione combinato alle ante della cucina
Geromin Banner

Quale pavimento per open space? Consigli e idee cui ispirarsi

L’open space rappresenta l’espressione più comune della moderna tendenza di progettare gli spazi: niente divisioni che tolgono luce e aria, massima condivisione delle funzionalità dei vari ambienti e scelte stilistiche che possono andare in direzione dell’uniformità o dei contrasti ragionati e armoniosi.

In sostanza, dobbiamo capire anche che ruolo attribuire al pavimento.

Le opzioni sono essenzialmente due:

  • Pavimento come elemento distintivo

I pavimenti di cucina e soggiorno in open space possono essere diversi tra loro (per materiale o stile) perché i due ambienti hanno caratteristiche diverse. 

In cucina, ad esempio, è meglio affidarsi a un pavimento resistente piuttosto che a uno delicato, mentre in soggiorno abbiamo una maggiore libertà di scelta.

A volte, la decisione di diversificare i pavimenti è dettata dalla volontà di “segnare” la diversità funzionale dei due ambienti: in pratica, il pavimento ha il ruolo di dividere i due ambienti, sopperendo all’assenza della parete divisoria.

  • Pavimento come elemento di continuità

La bellezza e la forza dell’open space sta anche nella sua capacità di creare continuità visiva, funzionale e stilistica. 

Tale caratteristica, tipica dei progetti d’arredo contemporanei, può essere efficacemente avallata e valorizzata dalla scelta di adottare una pavimentazione unica e omogenea, senza interruzioni, che aiuta a creare ambienti puliti e minimali.

Il miglior pavimento per open space

Pavimenti moderni per open space

L’open space è un grande ambiente unico che può prevedere la concomitante presenza di due o più stanze senza separazioni murarie (quasi sempre sono cucina e living a convivere), ma può anche coincidere con l’intera abitazione (ad esclusione del bagno), nel caso dei loft e dei monolocali. 

Quali pavimenti scegliere per questo tipo di progetti d’arredo?

La logica ci spinge verso i pavimenti moderni: open space è sinonimo di apertura e condivisione, due concetti estremamente moderni.

Vediamo allora un paio di idee per pavimenti per open space di taglio contemporaneo.

1. Pavimenti senza fughe

Le nuove tendenze parlano chiaro: i migliori pavimenti moderni sono quelli senza fughe, o con fughe così ridotte da risultare impercettibili alla vista, perché sanno coniugare bene la praticità alle qualità estetiche.

Se il gres porcellanato con piastrelle rettificate rimane una delle soluzioni più diffuse e amate, non da meno sono i pavimenti omogenei che nascono progettualmente senza la necessità delle fughe: i rivestimenti in resina.

Si tratta di pavimentazioni continue e omogenee che si inseriscono perfettamente nel minimalismo di un grande open space moderno.

Al design ricercato, il pavimento senza fughe in resina unisce anche le caratteristiche tecniche ideali per un ambiente come la cucina, perché è:

  • Idrorepellente
  • Resistente a urti, graffi, calpestio
  • Facile da mantenere pulito

I migliori primer per la posa delle piastrelle in Gres
 © Photo credit by Torggler S.r.l.

2. Rivestimenti in metallo

Accanto ai classici materiali per interni (come legno, gres e ceramica), inizia a farsi largo una scelta non convenzionale che presenta diversi (insospettabili) vantaggi. 

Parliamo dei rivestimenti metallici – acciaio inox, rame, ottone, ferro, lamiera -, in grado di connotare gli ambienti open space in chiave moderna e innovativa.

Lato design, i pavimenti in metallo presentano diversi punti di forza. Sono la scelta ideale per chi desidera dare all’open space un carattere contemporaneo, minimal e leggero.

Oltre alla grande versatilità stilistica (sono personalizzabili in tante finiture e punti cromatici), aggiungono luminosità agli ambienti, creando anche affascinanti giochi di luce e prospettiva.

Trova uno specialista della ristrutturazione

Idee pavimento open space classico

Siamo portati ad associare l’open space alle costruzioni moderne che puntano alla condivisione e all’abbattimento delle separazioni. In effetti, oggettivamente l’open space valorizza di più gli ambienti moderni e un po’ meno quelli classici. 

Tuttavia, c’è un materiale che mette d’accordo tutti: il legno.

3. Il pavimento in legno

Immaginate un casale di campagna con un ambiente unico living-cucina arredato in stile country, oppure un appartamento di lusso con un salone doppio in cui convivono anche angolo cottura e sala da pranzo. Il parquet è perfetto per entrambe le soluzioni, non trovate?

Gli ambienti arredati in stile classico, ad esempio, possono essere valorizzati da un raffinato parquet scuro con trattamento lucido, oppure dal sofisticato Parquet Iroko, tendente al giallo con venature dorate o brune.

Ambiente open space con pavimentazione in parquet

Restyling veloce open space 

Se volete cambiare il volto dell’open space in modo veloce, economico e poco invasivo, la soluzione più adatta è il pavimento in PVC, che può essere posato anche sopra la pavimentazione esistente. 

4. Pavimento in PVC

Sia nella versione adesiva che a incastro, i moderni pavimenti in PVC vantano una vasta gamma di finiture, colorazioni, pattern ed effetti, compresi quelli che imitano altri materiali (effetto legno, effetto marmo, ecc…). 

Insomma, dimenticate i pavimenti in PVC di una volta, sbiaditi e decisamente anonimi. Oggi queste pavimentazioni, simbolo dell’easy relooking, sono in grado di rivestire con gusto i vostri ambienti open space e, in più, sono facili e veloci da posare.

Mix & Match anche per l’open space

Anche se l’open space è caratterizzato dall’assenza di separazioni fisiche (pareti, muretti, ecc.), ciò non significa che non possano essere utilizzati altri stratagemmi progettuali per creare distinzioni funzionali ed estetiche tra cucina e living.

5. Pavimenti cucina e soggiorno

Perché allora non accostare parquet e piastrelle? Il parquet è perfetto per la zona living, mentre le piastrelle rispondono all’esigenza di praticità dell’ambiente cucina.

L’accostamento di due pavimentazioni diverse – il cosiddetto Mix & Match – è garanzia di un risultato sorprendente e fuori dagli schemi.

Ovviamente, la realizzazione di un pavimento misto deve sottostare a una serie di regole e criteri stilistici. Funziona solo se l’accostamento di materiali, colori e finiture diverse riesce a dare agli ambienti un appeal originale e sofisticato, mentre è da evitare il cosiddetto “effetto bazar”.

Il principio di base per creare un open space visivamente armonioso ed equilibrato con due pavimenti diversi è dosare bene contrasti, pattern grafici, forme e colori

Pavimento cucina in piastrelle e parquet

Pavimento open space: conclusioni

Sperando che le idee per pavimenti open space che vi abbiamo proposto siano state utili e stimolanti, c’è un ultimo consiglio, anche se forse è il più importante di tutti: assicuratevi che il lavoro di posa del pavimento sia eseguito a regola d’arte da professionisti esperti del settore.

Affidarsi al fai da te è quasi sempre sconsigliato nei lavori di ristrutturazione o restyling di casa.

Per non incorrere in errori di progettazione e posa, è sempre meglio rivolgersi ad aziende specializzate.

Richiedi informazioni:

Articoli Correlati