Fotovoltaico da balcone: vantaggi, funzionamento e risparmio in bolletta

Categorie
Outdoor Marzo 18, 2021

Sempre più famiglie sono orientate verso uno stile di vita green e sostenibile, a cominciare dai piccoli e grandi accorgimenti che possono essere adottati in casa sfruttando le energie rinnovabili. Uno di questi è proprio il fotovoltaico da balcone, che fa risparmiare in bolletta e porta benefici all’ambiente.

In questo senso, dunque, un must è rappresentato dai pannelli fotovoltaici che ottimizzano la produzione di luce solare e consentono di ottenere un notevole risparmio sulle bollette.

La modalità più diffusa di impianto fotovoltaico è quella che prevede l’installazione dei pannelli solari sulla superficie dei tetti degli edifici.

Esistono anche soluzioni progettuali più economiche e più facili da installare. Queste, però, sono ugualmente ispirate al principio dello sfruttamento dell’energia solare.

In particolare parliamo del fotovoltaico da balcone, che prevede l’installazione di innovative celle fotovoltaiche bifacciali sui parapetti da esterno irraggiati dal sole.

Ma cos’è esattamente il fotovoltaico da balcone e quali caratteristiche deve avere questo mini-impianto di trasformazione dell’energia solare per risultare efficace e conveniente?

pannelli solari ringhiere balcone

Scarabeo Banner

Fotovoltaico da balcone: caratteristiche e funzionamento

I pannelli solari da ringhiera balcone rappresentano la soluzione ideale per chi non vuole rinunciare ad un approccio energetico sostenibile e all’utilizzo delle nuove tecnologie per risparmiare concretamente sulle bollette.

Una sorta di compromesso per quelle situazioni abitative in cui non è possibile installare il classico impianto fotovoltaico da tetto.

Tecnicamente, il fotovoltaico da balcone si compone di un singolo pannello solare da 1,2 kW/h o da 2,4 kW/h. Può essere posizionato in qualsiasi punto del balcone, a patto che vi sia un’adeguata irradiazione solare, e può essere comodamente spostato grazie ad una struttura mobile su ruote. 

Nella pratica e funzionale versione “a fioriera”, il pannello viene agganciato direttamente alla ringhiera del balcone (sia ringhiera metallica che parapetto in muratura).

Come funziona il fotovoltaico da balcone

Il funzionamento del balcone fotovoltaico è molto simile al classico impianto con pannelli solari da tetto o alle tegole fotovoltaiche

Colpendo le celle fotovoltaiche in silicio di cui è composto il pannello, i fotoni di luce generano una reazione fisica in grado di produrre energia in corrente continua.

Attraverso l’inverter (di cui è dotato il sistema), la corrente continua viene convertita in corrente alternata, ossia quella comunemente utilizzata negli edifici domestici.

L’impianto si collega normalmente alla rete della corrente domestica determinando una potenza aggiuntiva di 1 kWp. 

Prima di mettere in funzione il pannello solare da balcone è però necessario fare richiesta al proprio fornitore di energia di abilitare il contatore con “bi-direzionalità”. In questo modo la produzione di energia non viene sommata in bolletta a quella del fornitore stesso.

Caratteristiche e vantaggi dei pannelli solari da balcone

Ogni mini-impianto ha inoltre a disposizione delle batterie che consentono di immagazzinare l’energia prodotta. Questa viene poi utilizzata anche in “differita”, spalmandola nei vari momenti della giornata (ad esempio nelle ore serali, in cui generalmente si registra un’impennata dei consumi energetici).

Se l’inverter incorporato al pannello solare consente di alimentare tutte le apparecchiature che funzionano a 230 volt, la batteria di accumulo viene utilizzata per alimentare i dispositivi in bassa tensione, come lampade o elettrodomestici.

Un impianto fotovoltaico con pannelli solari da ringhiera balcone non riuscirà da solo a coprire l’intero fabbisogno energetico di un appartamento di media grandezza abitato da un nucleo familiare tipo (da 3 a 5 persone).

Rappresenterà comunque un prezioso alleato per il benessere del pianeta, ma anche un valido mezzo per risparmiare e dare una mano al budget familiare.

Per ottimizzare l’impatto della luce solare e il meccanismo di generazione e accumulo di energia, è importante che il balcone sia orientato a sud e che i pannelli solari siano adeguatamente inclinati.

Con l’energia accumulata in una giornata di sole pieno, i pannelli fotovoltaici da balcone possono arrivare ad alimentare contemporaneamente per circa 2-3 ore il PC, il televisore, l’aspirapolvere (tenuta in funzione fino a 30 minuti) e 8 lampadine a basso consumo.

Decisamente un bel risparmio!

I pannelli solari da ringhiera balconi presentano anche altri due vantaggi, oltre a quelli già descritti:

  1. Possono risultare molto utili come generatori di corrente in caso di black out;
  2. Le ruote di cui sono dotati li rendono mobili e versatili, perfetti da portare ad esempio in campeggio o in barca.

Dopo aver approfondito i vantaggi e gli svantaggi del fotovoltaico da balcone, diamo un’occhiata ai prezzi.

pannelli solari ringhiere balcone

Pannelli solari da balcone: quanto costano?

Per quanto riguarda i costi, siamo decisamente sotto la spesa necessaria per il classico impianto fotovoltaico con pannelli a tetto. 

Con un investimento iniziale che generalmente non supera i 2.000 euro, il mini-impianto da balcone contribuisce in modo efficace ad ottimizzare i consumi e a perseguire gli obiettivi di efficientamento energetico degli edifici.

Il consiglio è quello di affidarti sempre ad aziende specializzate nel settore.

Richiedi informazioni:

Articoli Correlati