Flatting per finiture: specifiche tecniche e uso

Ci sarà capitato più di una volta di guardare le nostre persiane di casa rovinate dal sole e dalla pioggia e avere una stretta al cuore. Avremo detto a noi stessi quante volte abbiamo già fatto il proposito di recuperarle e restaurarle. Poi, arrivato il momento, ci siamo accorti di non sapere bene come districarci fra i tanti prodotti disponibili in commercio e in questo modo abbiamo trovato una scusa plausibile per rimandare ancora le opere di manutenzione. Vediamo perciò oggi cosa sono il flatting, gli altri prodotti di finitura per legno, quando e come farne uso.

Flatting, impregnante e mordente: cosa sono e come scegliere fra loro

Riconoscere i vari prodotti per la finitura e la protezione del legno non è scontato. Questi si distinguono per la loro composizione, per la sostanza con cui è possibile portarli in soluzione e per il modo con cui si integrano al supporto ligneo. Vediamo assieme quel che c’è da sapere:

  • Il flatting è un prodotto da applicare come finitura a pennello sulla superficie dei manufatti lignei. È usato regolarmente da ormai molto tempo e le sue caratteristiche e performance sono note. La sua resa è esteticamente piacevole e si caratterizza per un aspetto finale in uno strato trasparente. Il flatting difende bene il legno dagli agenti atmosferici, allungandone significativamente la vita. Una volta steso crea una pellicola molto sottile, detta film. Il flatting va in soluzione con diluenti sintetici, ovvero solventi chimici. Perciò ve ne sconsigliamo l’uso all’interno degli ambienti abitati e in particolar modo per utensili e oggetti di uso quotidiano domestico. Tuttavia, per quanto detto, è ottimo per proteggere l’altalena e la panchina in giardino o le persiane. Il flatting si dispone superficialmente sul legno, senza entrare in profondità. Perciò, dopo un certo periodo di vita, sottoposto alla ricezione di acqua e sole, la pellicola inizia a distaccarsi e si dissolve. Questo fattore è positivo se intendete trattare un manufatto con l’intento di conservarlo. Infatti il flatting si può asportare in modo completo dal supporto lasciando i pori del legno aperti e liberi.
  • L’impregnante è una finitura trasparente come il flatting e può essere a base solvente o base acqua. A differenza del flatting, l’impregnante entra nei pori in profondità sigillandoli e quindi il suo funzionamento non è di tipo pellicolare. Piuttosto, il legno se ne imbeve come se fosse una spugna. Nei mobili e negli oggetti di pregio in genere è sconsigliato, perché a differenza del flatting, una volta iniziato il suo processo di degrado rimane sempre adeso al supporto quantomeno in parte. I pori faticano a liberarsi definitivamente dell’impregnante. Infatti, se il flatting degradandosi sfoglia abbandonando il supporto, nel caso dell’impregnante i pori del legno mantengono al loro interno sempre traccia del prodotto.
  • Il mordente si stende superficialmente sul legno colorandolo. È molto resistente alla luce del sole ed è in grado di mantenere stabile la sua tonalità nel tempo. Normalmente, su di esso si applicano poi finiture protettive trasparenti e naturali del tipo gomma lacca. Quindi il mordente prevede una successiva mano a finire di un secondo prodotto.
flatting
OVER-ALL – 810×125
ITALIANA CORRUGATI – 810 x 125
BILDEX – 810 x 125

Flatting all’acqua: adatto per gli interni

Il flatting va in soluzione con diluenti sintetici, come spiegato. Tuttavia, nel tempo è stato messo a punto anche un prodotto in grado di miscelarsi con acqua, in modo da permetterne l’uso anche all’interno di spazi domestici, regolarmente fruiti e abitati.
Con un flatting a base acqua è quindi possibile coprire una gamma di interventi molto più ampia, senza doversi limitare necessariamente all’uso in esterno.

Flatting: prezzo del prodotto

Come siamo soliti fare, chiudiamo l’articolo riportando alcune indicazioni di tipo economico in merito ai prodotti citati.

A quale prezzo si può trovare in commercio il flatting?

Esistono più formati in vendita, ma diciamo che il barattolo da 0.750 litri e uno dei più ricorrenti. Tenendo questo come riferimento, l’acquisto può rivolgersi ad una scala di prodotti che vanno dal bricolage all’uso professionale. I prezzi si attestano su un range che va dai 5-8 euro ai 15-20 euro a unità.

Richiedi informazioni:

Share

Flatting per finiture: specifiche tecniche e uso

Discussion

Leave A Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *