Finestre per tetti innovative e tailor-made: intervista a FAKRO Italia

Categorie
Porte e Finestre Luglio 21, 2021

Il mondo della ristrutturazione è in continua evoluzione e per far emergere il proprio vantaggio competitivo è fondamentale farsi riconoscere garantendo qualità e innovazione.

Ma quali sono le attuali esigenze di mercato? E in che modo si è diversificata l’offerta per poter assecondare le richieste di un numero di clienti sempre più crescente?

Risponde Bruno Pernpruner, Direttore Generale di FAKRO Italia.

1. Potresti descrivere in breve il profilo della tua azienda?

FAKRO è un gruppo internazionale, secondo player mondiale nel settore delle finestre da tetto. L’azienda è stata fondata nel 1991 in Polonia a Nowy Sącz, da Ryszard Florek – attuale Presidente della società – e negli anni si è ampliata fino ad essere presente in 50 paesi, con 17 società di distribuzione e 11 stabilimenti produttivi.

Il Gruppo FAKRO oggi detiene il 15% circa delle quote del mercato delle finestre per tetto a livello globale ed è leader di settore in diversi paesi del mondo.

2. Ci sono dei progetti/prodotti/servizi dalle caratteristiche e dal funzionamento innovativo che vorresti presentare?

Uno degli aspetti più innovativi della nostra azienda è la capacità di lavorare su misura e di studiare soluzioni ad hoc in grado di adattarsi perfettamente ai più diversi contesti progettuali.

Abbiamo infatti una divisione interna specializzata nello studio e nella realizzazione di soluzioni personalizzate, che ci permette di proporci al progettista e agli operatori del cantiere come vero e proprio partner sia dal punto di vista della consulenza tecnica che della fornitura del prodotto.

Ma non solo: diamo grande importanza anche alla formazione e preparazione di operatori e installatori, organizzando periodicamente corsi di posa che permettano loro di ampliare le proprie competenze e specializzarsi nella corretta installazione delle finestre da tetto.

3. In che modo la tua azienda si inserisce nel mondo della ristrutturazione?

Il mondo della ristrutturazione è fatto di cantieri medio-piccoli pertanto vi entriamo indirettamente, attraverso le nostre rivendite partner che rappresentano il collegamento tra noi (fornitori) e il privato o l’impresa edile.

4. Perché un nuovo potenziale cliente dovrebbe scegliere la tua azienda e non altre in grado di offrire i medesimi prodotti/servizi?

Tre sono i plus fondamentali che ci distinguono nel mercato: l’innovazione, l’approccio tailor-made e le garanzie che offriamo sui nostri prodotti.

Per quanto riguarda l’innovazione, ogni anno destiniamo ingenti investimenti al nostro Centro Ricerche, in cui operano circa 100 ingegneri, e molti dei nostri prodotti denotano caratteristiche e peculiarità uniche rispetto alla generale offerta del mercato.

Basti pensare che dalla sua fondazione ad oggi FAKRO ha depositato oltre 160 domande di brevetto. Tra le tecnologie che abbiamo messo a punto negli ultimi anni citiamo la ventilazione V40P, che consente il ricambio d’aria anche a finestra chiusa, i sistemi topSafe, per una maggiore resistenza contro i tentativi di effrazione, e thermoPro, che migliora l’efficienza energetica della finestra e la sua durata nel tempo.

Sulle nostre soluzioni, inoltre, offriamo garanzie ai massimi livelli: 20 anni sui vetrocamera e la ferramenta delle finestre a bilico e una garanzia a tempo indeterminato sul vetro per eventuali danni derivanti da eventi meteorologici anomali.

Infine, se il mercato delle finestre da tetto è fatto perlopiù di prodotti standard, FAKRO opera invece con un approccio “su misura”, dando la possibilità ai propri interlocutori di avere soluzioni personalizzate studiate appositamente per adattarsi a particolari situazioni progettuali e architettoniche.

5. Quali tra i progetti ultimati reputi migliore nello sviluppo, nella realizzazione e nella soddisfazione delle richieste del cliente?

Tra i più recenti progetti in cui siamo stati coinvolti segnaliamo l’intervento di restauro del DoubleTree Hilton Hotel a Trieste per cui abbiamo realizzato 32 finestre a bilico nel modello FTU-V (dimensioni 134×140 cm) installate nelle camere all’ultimo piano.

Le nostre soluzioni hanno permesso di creare una fonte di luce zenitale naturale, aprendo la visuale verso il cielo e creando un’atmosfera suggestiva.

Abbiamo partecipato anche alla realizzazione del famoso Campus di H-Farm a Roncade (TV) con ben 172 finestre per tetti piatti, scelte nei modelli a cupola DEC-C P2 con apertura elettrica wireless Z-Wave e DXC-C P2 non apribile. È stato un progetto particolarmente interessante: i nostri serramenti hanno consentito l’ingresso della luce naturale nei tre edifici scolastici e nello Sport Center, permettendone un uso piacevole per molte ore durante il giorno, anche nel periodo autunnale e invernale.

6. A tuo parere, quali sono i servizi e i prodotti che maggiormente rispondono alle esigenze di mercato?

Fino a qualche tempo fa il mercato delle finestre da tetto era incentrato perlopiù sui classici serramenti a bilico: negli ultimi anni l’offerta si è molto diversificata e abbiamo sviluppato un’ampia gamma di soluzioni adatte alle più diverse esigenze.

In particolar modo sta crescendo il trend dell’illuminazione zenitale e delle finestre per tetti piatti. FAKRO ne propone diverse tipologie – dall’iconico modello F alla variante a cupola C, dalla calpestabile DXW alla DR per l’accesso al tetto – e ha fatto della categoria il proprio punto di forza.

Finestra del tetto da dentro

7. Dal tuo punto di vista, la richiesta di attivazione delle misure di agevolazione fiscale ha visto un notevole incremento?

Sicuramente incentivi come l’Ecobonus e il Superbonus permetteranno di dare una spinta positiva all’intero settore edile ma, data la natura maggiormente di nicchia delle nostre soluzioni e il fatto che non fanno parte dei cosiddetti prodotti “trainanti”, il nostro comparto ne beneficerà solo in parte e sicuramente in maniera meno decisiva rispetto al mercato dei serramenti verticali.

Richiedi informazioni:

Articoli Correlati