Cucina in cartongesso: funzionalità e personalizzazione

Categorie
Edilizia Pareti Interne Settembre 15, 2021

Cucine con rivestimento in legno, in gres porcellanato, con piastrelle, con pannelli decorativi. Ma avete mai sentito parlare di una cucina in cartongesso?

Ebbene sì: anche questo è possibile. Di fatto, il cartongesso è uno dei materiali più utilizzati per la ristrutturazione e il restyling della casa, e per creare in modo semplice e veloce svariate soluzioni architettoniche.

A seguire affronteremo alcuni argomenti legati al tema centrale di questo articolo, ossia:

Misure e dimensioni per una cucina in cartongesso ad hoc

Caratteristiche e impieghi del cartongesso

Moderno, leggero e low-cost, il cartongesso è un materiale versatile che può aggiungere valore e personalità in qualsiasi ambiente della casa. Può essere impiegato nella realizzazione di:

Quest’ultima soluzione rappresenta un’ottima alternativa alle classiche composizioni rigide e non modificabili delle cucine in legno, e risulta più leggera ed economica di una cucina in muratura.

Controsoffitto in cucina con cartongesso

La possibilità di personalizzare le composizioni d’arredo e l’attitudine a plasmarsi in mille modi diversi, sono infatti le qualità più apprezzate da chi si affida alle strutture in cartongesso.

Perfette per risolvere eventuali problemi legati alla progettazione d’interni, ma anche per creare un nuovo concetto dell’abitare. Un’idea che non si basa più su schemi architettonici rigidi e immutabili.

Al contrario, è improntato sulla flessibilità, sul dinamismo e sulla possibilità di modificare periodicamente lo stile di un ambiente in poco tempo e senza spendere un capitale.

Fissaggio pannelli in cartongesso

Reinterpretare il concept abitativo: cucina in cartongesso

Con il cartongesso viene reinterpretato il concetto stesso dell’ambiente cucina.

Ciò che ci viene comunemente proposto è un modello di cucina standard composta da una divisione speculare tra volumi orizzontali (le basi d’appoggio) e volumi verticali (i pensili sviluppati in altezza).

Una cucina in cartongesso consente una totale personalizzazione dello spazio

Le personalizzazioni, nel caso di tali composizioni, sono viste più come scelte obbligate per aggirare determinate caratteristiche strutturali della stanza (angoli, colonne, rientranze, presenza di finestre), piuttosto che come scelte stilistiche e funzionali.

Una cucina in cartongesso, invece, può essere pensata e progettata partendo da presupposti più flessibili e dinamici, basati sulle reali esigenze di spazio, di utilizzo e di vivibilità della cucina.

Con il cartongesso è possibile occupare e organizzare lo spazio in modo inedito realizzando pareti di altezze diverse, contropareti e nicchie.

Il tutto studiato ad hoc per ottimizzare lo spazio o, ad esempio, per tenere a vista determinati oggetti, ceramiche e utensili.

Per ulteriori approfondimenti sulla progettazione e il restyling della kitchen area, consigliamo la lettura di questo articolo: “Ristrutturazione cucina: possibilità, costi, detrazioni”.

Ristrutturazione dell'angolo cucina con applicazione del cartongesso

Samo 810 x 125

Come realizzare una cucina in cartongesso

Oltre che per finiture ed elementi architettonici atti a personalizzare la composizione della cucina, il cartongesso può essere impiegato anche per costruire in toto la cucina.

Può sostituire tranquillamente l’utilizzo di altri materiali comunemente utilizzati, come legno, muratura, pietra o acciaio.

Insieme alla cucina in muratura, la cucina in cartongesso è la soluzione che permette di apportare maggiore personalizzazione alla composizione.

Inoltre, rispetto alla tipologia in muratura, la cucina in cartongesso ha il vantaggio di essere più economica e più veloce da costruire.

Lavori ultimati nel restyling di un ambiente cucina in cartongesso

Tutti gli elementi della cucina sono costituiti da volumi in cartongesso di varie forme e dimensioni, successivamente rifiniti con verniciatura e/o rivestimenti in diversi materiali.

Per la realizzazione dei pianali si utilizzano le lastre aquaboard, speciali lastre in cartongesso utilizzate generalmente come rivestimenti da esterno, ma adatte anche per interni umidi come la cucina.

Tali lastre sono costituite da appositi profili e da un nucleo additivato resistente all’acqua e da un rivestimento idrorepellente che le rende praticamente impenetrabili.

Dunque, sono del tutto adatte a resistere alle tipiche sollecitazioni di un piano di lavoro della cucina.

Una volta completata la costruzione dei vari moduli in cartongesso che andranno a comporre la cucina, gli stessi vengono stuccati, rasati e trattati in modo da diventare impermeabili all’acqua e all’umidità.

Successivamente, si passa alla rifinitura dei vari elementi con i rivestimenti più adatti. Ad esempio, legno per dispense e cassetti, acciaio per la cappa e così via, e infine alla verniciatura.

L’ultimo step riguarda il fissaggio degli sportelli alla struttura in cartongesso tramite apposite molle ammortizzate.

Cucina in cartongesso: quali sono i costi?

Per quanto riguarda i costi, per la realizzazione di una cucina in cartongesso si parte da 300-600 euro al mq.

Tuttavia, la quotazione è variabile e dipende principalmente dalle dimensioni della cucina da realizzare e dalla complessità del lavoro da effettuare.

Creare pareti divisorie in cartongesso tra cucina e soggiorno, realizzare un controsoffitto, una cucina parziale o completa sono fattori da considerare in fase di preventivo.

Richiedi informazioni:

Articoli Correlati