Consolidamento fondazioni: costi, muratura e metodi

La stabilità degli edifici è un valore inestimabile. Infatti, spendiamo una parte considerevole della vita sotto il tetto di casa nostra, negli uffici di una qualunque azienda o di un supermercato. In una costruzione, la sicurezza parte dal basso, ovvero laddove essa poggia sul terreno: le sue fondazioni. Talvolta, accade che queste versino in una condizione di difficoltà, e per questo motivo è necessario intervenire. Vediamo oggi il consolidamento delle fondazioni, con particolare attenzione ai motivi per cui queste vanno in sofferenza e come poter risolvere il problema.

Fondazioni: cause e modalità dei cedimenti

In passato abbiamo parlato di come “Come consolidare le fondazioni con le resine: consigli e vantaggi”.

Oggi parliamo dei motivi per cui le fondazioni possono andare in crisi e delle soluzioni classiche per risolvere il problema.

Come pensabile, non è possibile in questa sede affrontare in modo esaustivo il problema, che richiederebbe approfondite riflessioni di natura geotecnica e in termini di Scienza delle Costruzioni. Tuttavia è possibile cogliere il macrofenomeno nel suo complesso.

L’edificio poggia a terra scaricando il suo peso sul terreno. Questo genera quello che tecnicamente viene definito bulbo delle pressioni, ovvero la parte di terreno posta al di sotto dell’area di sedime dell’edificio, che risulta interessata dalle tensioni generate dal carico soprastante. Tutto il terreno coinvolto, quindi, servirà a portare il peso dell’edificio.

Talvolta, o sin da molto presto o col passare del tempo, accade che il terreno inizi a cedere e quindi le fondazioni vadano dietro a tale spostamento. L’edificio inizia a lesionarsi in modo più o meno considerevole vedendo pregiudicata la propria sicurezza.

Questo fenomeno può avvenire per più motivi:

  • Le fondazioni nascono sottodimensionate e quindi il terreno non regge il carico.
  • Il terreno ha un comportamento particolarmente viscoso per cui succede che col passare del tempo si deforma sempre più fino a che il cedimento diventa eccessivo per l’edificio.
  • Vengono compiuti errori, anche a posteriori, e quindi esistono dei vuoti attorno alla pianta dell’edificio, come per esempio nel caso di tubazioni e fosse biologiche in prossimità delle fondazioni.
  • Il terreno su cui è fondato l’edificio presenta un andamento particolarmente scosceso e quindi è sottoposto a una sorta di scivolamento di cui risente anche l’edificio stesso.

Consolidamento fondazioni in muratura e in calcestruzzo

Vediamo quindi ora i modi con cui procedere al consolidamento delle fondazioni. Nel caso di edifici in muratura, molto spesso siamo in presenza di fondazioni realizzate anch’esse in muratura, ovvero con un allargamento della parete a formare una sorta di scarpa di appoggio. In questi casi possiamo procedere in due modi:

  • Interventi superficiali
  • Interventi profondi

Nel primo caso significa che operiamo con rafforzamenti a livello della fondazione stessa, che normalmente è a una quota più o meno superficiale rispetto al terreno: per esempio un metro sotto il piano di campagna circa.

Nel secondo caso, invece, andiamo a cercare strati più profondi di terreno poiché quelli superficiali vengono rilevati inadeguati a sopportare tensioni derivanti dai carichi.
Queste considerazioni verranno svolte a seguito di opportune analisi geologiche e geotecniche.

Gli interventi in superficie sono principalmente:

  • Cordoli di controfondazione in calcestruzzo armato: ovvero cordoli in calcestruzzo contenenti appropriata armatura metallica gettati a fianco della fondazione operando con interventi parziali che andranno a collegarsi fra loro: scavare intorno o sotto una fondazione per tutta la sua lunghezza significa far crollare il muro soprastante.
  • Cordoli di sottofondazione in calcestruzzo armato: di fatto sono come quelli appena visti ma, in alcuni casi, si può pensare di scavare più in basso rispetto alla sede della fondazione esistente in modo da andare con il getto del cordolo addirittura sotto la muratura esistente. Normalmente non si prevede una perfetta sovrapposizione fra nuovo ed esistente ovviamente, ma solo una parziale sovrapposizione.
consolidamento fondazioni
OVER-ALL – 810×125
ITALIANA CORRUGATI – 810 x 125
BILDEX – 810 x 125

Consolidamento fondazioni con micropali e affini

Gli interventi profondi, invece, sono:

  • Consolidamento delle fondazione con micropali
  • Consolidamento della fondazione con pali

Si tratta di elementi dalla forma che richiama oggettivamente un palo, scalato però su dimensioni importanti: dai 4- 6 metri a crescere. Questi vengono infissi al suolo il quale, in profondità, raggiunge caratteristiche migliori. Poi vengono inglobati in un getto del tipo dei cordoli sopra visti. Quindi il funzionamento prevede il seguente schema:

  • La struttura originaria viene resa solidale ai cordoli.
  • I cordoli vengono resi solidali ai pali.
  • I pali vengono resi solidali al terreno laddove è di qualità, ovvero gli strati profondi.

In questo modo il processo di dissesto viene interrotto e viene garantita la stabilità del fabbricato.

Costi per consolidare le fondazioni

Normalmente, nei nostri contenuti, riusciamo a sempre ad offrire quantomeno un’idea realistica inerente i costi da sostenere per l’acquisto di un prodotto o lo svolgimento di una lavorazione. In questo caso è davvero complesso farlo poiché per procedere è necessario dapprima svolgere una serie di analisi di natura geotecnica come accennato sopra. Il risultato di tali analisi, condurrà alla valutazione degli interventi da svolgere e alla loro importanza, quindi onerosità. Si possono infatti realizzare cordoli di sezione 30x30 cm o 50x50 cm e la spesa cambia considerevolmente. Oppure potremmo aver bisogno di pali che vadano a 5 metri di profondità come 9 metri.

Possiamo però darvi un’idea delle figure tecniche coinvolte:

  • In prima analisi dovete contattare un professionista abilitato che, assieme ad un geologo, compia un’analisi di tipo geologico e geotecnico per la definizione del terreno.
  • Successivamente verrà steso un progetto adeguato al caso
  • Infine contatterete una ditta preparata e competente per la lo svolgimento degli scavi e la realizzazione delle opere di rinforzo.

Richiedi informazioni:





Nome*
Cognome*
CAP*
Città*
Email*
Telefono
Compila il campo "Telefono" per una comunicazione più rapida
Tipologia Utente
Scrivi la tua richiesta*
Dichiaro di aver letto e accetto l'informativa sulla privacy

Share

Consolidamento fondazioni: costi, muratura e metodi

Discussion

Leave A Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *