Come sanificare casa: dai metodi fai da te ai pulitori a vapore

Categorie
Edilizia Giugno 10, 2021

Mai come in questo periodo è importante capire come sanificare casa in maniera pratica e veloce. Vediamo alcuni consigli utili e migliori prodotti da utilizzare.

Al di là della situazione emergenziale legata al Covid-19, la guerra ai “nemici invisibili” si combatte in maniera sinergica. Adottando alcune semplici regole di condotta e piccoli accorgimenti che in generale aiutano a mantenere gli ambienti domestici più sani e igienizzati.

In chiave Covid-19 (ma non solo) la pulizia e la sanificazione della casa è fondamentale. Virus, germi e batteri possono resistere a lungo sui pavimenti e sulle varie superfici con cui entriamo in contatto (tavoli, sedie, mensole, scrivanie, sanitari, piani cucina, elettrodomestici).

Di conseguenza, è necessario implementare le operazioni di pulizia quotidiana con prodotti specifici, quali gel disinfettanti, candeggina o alcool. Prodotti che siano in grado di rimuovere la presenza di qualunque tipo di minaccia per la nostra salute.

Come sanificare casa: scegli i prodotti giusti

Pulizia e sanificazione di pavimenti e altre superfici domestiche

Una corretta pulizia dei pavimenti, affinché sia efficace contro germi, virus e batteri, si dovrebbe svolgere in tre fasi:

  1. Rimozione meccanica dello sporco;
  2. Pulizia tramite l’impiego dei tradizionali detergenti, associando, in base alle esigenze, un prodotto disincrostante, un anticalcare o uno sgrassatore;
  3. Sanificazione tramite disinfettanti quali alcool, candeggina o prodotti a base di cloro.

La procedura di pulizia-sanificazione in 3 fasi si può ovviamente applicare a qualsiasi superficie domestica, non solo ai pavimenti.

Il primo passaggio – la rimozione fisica dello sporco – prevede, per quanto riguarda i pavimenti, l’utilizzo di una semplice scopa oppure dell’aspirapolvere, e, per ciò che riguarda le superfici a parete (piastrelle), i mobili e tutte le altre superfici della casa, di un panno specifico per intercettare la polvere e lo sporco.

Sanificazione pavimenti e superfici

Ever

Dopo aver rimosso lo sporco superficiale, si passa allo step successivo. La pulizia con dei prodotti detergenti e sgrassanti che siano in grado di agire più in profondità contro macchie e sporco specifico.

Fare un passaggio con i prodotti detergenti è indispensabile prima di passare all’azione disinfettante vera e propria. Gli strati di sporco, se non rimossi, potrebbero infatti fungere da barriera e protezione contro i virus e i batteri che si annidano sui pavimenti e sulle altre superfici.

In altri termini, la seconda fase è propedeutica alla terza: senza la pulizia preliminare dello sporco, la sanificazione e la disinfezione potrebbero risultare inefficaci.

Pulizia pavimenti

Siamo pronti ora a scoprire la terza e ultima fase del metodo fai da te per sanificare la casa velocemente e a costo zero (se escludiamo il costo minimo dei prodotti disinfettanti).

Prima però una fondamentale premessa. Questo metodo è valido perché può essere applicato da chiunque in qualunque momento. È altresì evidente che in certe situazioni specifiche, è necessario (e consigliato) ricorrere all’intervento di ditte specializzate in disinfestazioni e sanificazioni.

 

Sanificare casa con i prodotti specifici

La fase di sanificazione, come già accennato, prevede l’impiego di prodotti a base di cloro, alcol o candeggina.

Alcuni disinfettanti devono agire 10-15 minuti per svolgere efficacemente la loro funzione, altri invece sono ad azione più rapida. Alcuni vanno risciacquati, altri no. È importante leggere attentamente le etichette dei vari prodotti utilizzati.

Mentre per i pavimenti può bastare eseguire la pulizia in 3 fasi una volta la settimana (avendo sempre l’accortezza di togliere le scarpe prima di entrare in casa, per evitare di depositare germi e sporcizia), per le altre superfici domestiche la sanificazione deve essere fatta più spesso.

Molto dipende dai contatti che abbiamo con l’esterno. Più sono frequenti e più ci sarà bisogno di accostare la fase di sanificazione alle normali pulizie quotidiane.

Immaginiamo, ad esempio, quanto sia importante detergere e disinfettare il tavolo dove poggiamo la borsa e le buste della spesa di ritorno dal supermercato.

Anche le maniglie delle porte andrebbero sanificate spesso. A ben pensarci, le maniglie sono un covo di germi e batteri: pensiamo a quante volte le tocchiamo durante il giorno!

Sanificare le superfici di casa

Come scegliere il disinfettante

Le soluzioni idroalcoliche (a base alcol, in percentuale dal 60 al 90%, e acqua) sono molto efficaci contro la maggior parte dei virus, compreso il temuto Coronavirus.

In commercio esistono anche altri tipi di disinfettanti. Per essere sicuri che si tratti realmente di un presidio medico chirurgico è importante prestare attenzione al relativo bollino. Esso ci indica, appunto, se il prodotto è certificato o meno rispetto alle sue proprietà di sanificazione.

Come sanificarre casa con l'aiuto del vapore

Come sanificare la casa con il vapore

Un altro metodo efficace (e completamente naturale) per sanificare la casa è quello di utilizzare la forza del vapore.

In commercio esistono svariati modelli di elettrodomestici specializzati nella pulizia e nella sanificazione tramite vapore degli ambienti e delle superfici domestiche. Le elevate temperature sono in grado di eliminare qualsiasi tipo di virus.

I pulitori a vapore più completi e professionali associano alla funzione disinfettante anche quella sgrassante. Il vapore è potenzialmente in grado di sciogliere grasso e incrostazioni, così come di eliminare tutti i residui di germi e batteri.

La sterilizzazione e sanificazione mediante vapore si rivela dunque un’ottima forma di prevenzione contro il Covid. Sebbene si ipotizzi che il virus possa sopravvivere sui pavimenti per un determinato periodo di tempo, difficilmente potrebbe sopravvivere alle elevate temperature del vapore.

Per quanto riguarda i costi, essi dipendono in gran parte dalla tipologia di pulitore a vapore, dal livello di sanificazione che garantisce e dal numero degli accessori di pulizia: si parte dai 30-40 euro dei modelli più semplici (compresi i portatili) ai modelli professionali o semiprofessionali che possono arrivare a costare anche svariate centinaia di euro.

Richiedi informazioni:

Articoli Correlati