Come restaurare il parquet fai da te

Categorie
Pavimenti e Rivestimenti 15 Ottobre, 2020

Il parquet è tra i rivestimenti per pavimenti più amati e utilizzati nelle opere di finitura.

La chiave del successo risiede nella capacità del legno di conferire alla casa un impareggiabile mix di raffinatezza e senso di accoglienza e familiarità.

Inoltre, essendo un materiale naturale e “vivo”, il legno è in grado di adattarsi e risplendere in qualsiasi tipo di ambiente: dai contesti più eleganti e formali alle case di campagna arredate in stile country o shabby-chic, passando per i loft di impronta industriale e gli appartamenti in stile ultramoderno.

Se da una parte la pavimentazione in legno stupisce per la sua versatilità stilistica, dovuta al gran numero di essenze, finiture e colorazioni che naturalmente il legno assume, dall’altra occorre considerare che si tratta di un rivestimento pregiato, ma estremamente delicato. Rispetto ad altre pavimentazioni, il parquet necessita di costanti cure e trattamenti di bellezza per mantenere il suo splendore e conservare a lungo la brillantezza originaria.

Quando il legno inizia a mostrare segni di usura, dovuti all’incedere del tempo o ad un utilizzo molto intenso, è possibile intervenire anche in modalità fai da te con una serie di rimedi per restaurare e rimettere a nuovo il parquet.

Il tipo di rimedio utilizzato dipende dalle imperfezioni presenti sul pavimento: in alcuni casi si tratta solo di dare nuovo vigore al colore e alle venature del legno, andando a togliere quella patina che si forma fisiologicamente col passare degli anni; in altri invece bisogna intervenire con la lamatura del parquet e con il restauro di graffi dovuti al trascinamento di mobili e/o piccole crepe e scheggiature causate dalla caduta accidentale di oggetti.

Vediamo più nel dettaglio come restaurare il parquet fai da te.

Parquet graffiato: come fare per rimuovere i graffi

Se i graffi presenti sul legno sono circoscritti e superficiali, è possibile procedere con le seguenti tecniche fai da te:

Spray per la rimozione dei graffi

Si tratta di prodotti studiati appositamente per la manutenzione e la cura del parquet: si va dalla semplice manutenzione ordinaria fino al caso specifico in cui si debba intervenire con la rimozione di evidenti graffi sul legno.

In sostanza l’operazione consiste nel colorare la parte interessata al fine di nascondere il difetto e renderlo più difficile da notare.

Le raccomandazioni sono principalmente due: la prima (abbastanza ovvia) è quella di  scegliere lo spray nello stesso colore del parquet, avendo cura di stendere il prodotto in modo da ottenere un risultato più omogeneo e naturale possibile; la seconda è quella di non indugiare troppo sullo stesso punto, onde evitare la formazione di grumi che risulterebbero più antiestetici dei graffi stessi.

Carta abrasiva

Se il graffio sul parquet è più evidente e profondo la semplice applicazione dello spray non basta, ma si deve ricorrere all’utilizzo della carta abrasiva.

Per non rovinare ulteriormente il parquet, la carta abrasiva non deve essere troppo spessa. Una volta selezionato lo spessore ideale, si può procedere con la levigazione della parte interessata, strofinando la carta fino a quando i graffi non saranno stati completamente livellati. Subito dopo l’utilizzo della carta abrasiva è importante applicare sul pavimento uno strato di cera per legni, simile a quella che viene utilizzata dopo la levigatura del parquet.

lucida parquet
Weber 810 x 125

Come riparare altri tipi di danni presenti sul parquet?

I graffi non sono gli unici danni che possono essere riscontrati sulla superficie del pavimento in legno.

Nell’ambito del restauro del parquet possiamo individuare anche altri tipi di interventi fai da te, che si distinguono tra loro in base al tipo di difetto che devono camuffare o risanare.

Vediamoli.

  • Fori: tra i “segni profondi” che solcano più di frequente il parquet troviamo i fori, che si creano soprattutto in conseguenza alla caduta di oggetti pesanti e appuntiti sul pavimento. Per riparare i fori  è possibile munirsi di un’apposita cera colorata stick (dello stesso colore del parquet), da applicare direttamente sulla crepa. Una volta asciugata, la superficie può essere lucidata con un panno di lana
  • Ammaccature, colpi o schiacciamenti: se il legno presenta una rientranza di lieve entità, una possibile soluzione consiste nel passare a più riprese il ferro da stiro con interposto un panno umido in corrispondenza dell’ammaccatura. Il calore emesso dal ferro e l’acqua sprigionata dal panno determinano un rigonfiamento funzionale ad appianare e livellare la superficie del legno
  • Fessure tra doghe: l’umidità causa spesso la formazione di fessure tra i listelli del parquet, che, oltre ad essere antiestetiche, alla lunga potrebbero determinare lo scollamento delle doghe stesse. In questi casi, per far tornare i listelli al loro stato iniziale è possibile utilizzare un apposito attrezzo per stringere le doghe del parquet
  • Sporcizia: la corretta e costante pulizia del parquet, sebbene rientri nelle operazioni di manutenzione ordinaria, riveste un’importanza fondamentale per prevenire problematiche di altra natura. Oltre alla pulizia ordinaria, è necessario effettuare un trattamento specifico per pavimenti in legno almeno una volta al mese.
rimuovere graffi parquet

Quanto costa restaurare il parquet?

Il restauro del parquet fai da te, come visto, non richiede interventi particolarmente dispendiosi in termini economici.

I costi per il risanamento o rinnovamento del pavimento comprendono l’acquisto dei prodotti per la pulizia del legno (da utilizzare sia come azione preventiva che come manutenzione ordinaria) e l’acquisto dei prodotti per la rimozione dei difetti presenti sulla superficie.

Tutti i prodotti, i materiali e le attrezzature citati nell’articolo si possono facilmente reperire online o nei negozi specializzati. I prezzi variano in base alla qualità del prodotto scelto.

Gli spray antigraffio hanno un costo medio di 10-15 euro, mentre gli spray per la pulizia ordinaria del legno costano circa 6-7 euro. La carta abrasiva ha un costo minore rispetto agli spray (intorno ai 2 euro), mentre la cera per legni ha un costo medio di 15 euro a barattolo.

Richiedi informazioni:

Articoli Correlati