Come lucidare il marmo e far brillare pavimenti e rivestimenti

Categorie
Pavimenti e Rivestimenti Dicembre 12, 2020

Il marmo, in greco antico Màrmaros, ovvero “pietra splendente”, è una roccia formata da carbonato di calcio in grado di riflettere la luce in diversi modi per un effetto limpido e traslucido. Contraddistinto da svariati colori e tipologie, il marmo pregiato è apprezzato per la sua straordinaria capacità di arredare e rivestire con eleganza. Di per sé questa roccia è molto resistente ma, allo stesso tempo, risulta essere estremamente delicata in quanto è spesso soggetta a macchie di vario tipo.

Quali sono le sostanze che macchiano il marmo?

Con il tempo il marmo tende a macchiarsi e ad opacizzarsi per via della sua superficie porosa che assorbe qualsiasi tipo di sostanza.

Di quali sostanze parliamo?

Ecco i principali “nemici” delle superfici in marmo:

  • Acqua
  • Caffè 
  • Vino
  • Olio
  • Succhi di frutta, sostanze zuccherine, frutta
  • Passata di pomodoro
  • Curry, curcuma, cumino e altre sostanze gialle e scure
  • Detersivi per la pulizia
  • Cera lucidante ( se usata in eccesso)
  • Sostanze abrasive

Come lucidare il marmo?

Se ti stai chiedendo come riportare il marmo alla sua naturale vitalità, è importante anzitutto specificare che ogni tipologia di marmo (tra poco le vedremo nello specifico) presenta determinate caratteristiche che necessitano di cure specifiche.

Per tale ragione, il primo step riguarda l’utilizzo di prodotti specifici generalmente utilizzati dai marmisti per garantire una maggiore sicurezza ed efficienza della pulizia. Possiamo rivolgerci anche al rivenditore o produttore del rivestimento in marmo per comprendere quali sono le giuste misure da adottare, evitando di incorrere in spiacevoli situazioni.

Quali soluzioni esistono per lucidare il marmo e restituirgli la sua naturale bellezza?

Ecco qualche suggerimento per te:

  • Detergente delicato e panno umido

Utilizzare un detergente delicato che, con l’aiuto di un panno umido, possa eliminare la sporcizia depositata con il tempo. Si raccomanda di non sfregare troppo per evitare di graffiare la superficie e di asciugare bene al termine dell’operazione per impedire che sul marmo si formi del calcare opacizzante.

  • Polvere lucidante speciale

L’uso della polvere lucidante, come facilmente intuibile dal nome del prodotto, è particolarmente efficace per lucidare la superficie del marmo. Come procedere? È sufficiente applicare una piccola quantità di polvere sul piano, aggiungere l’acqua e strofinare con appositi panni. La superficie deve essere lustrata completamente fino alla copertura totale della polvere bianca. In seguito, si procederà con il bagnare il panno con acqua per ottenere una pulizia dello strato bianco, per poi passare alla fase dell’asciugatura, altrettanto importante per assicurare la lucentezza finale.

  • Acqua ossigenata

Utilizzare acqua ossigenata a 10-12 volumi strofinando in maniera delicata direttamente sulla macchia aiutandosi con un panno umido.

  • Bicarbonato di sodio

Impastare qualche cucchiaio di bicarbonato di sodio con acqua fino a creare una delicata pasta abrasiva che andrà a rimuovere lo sporco. Soluzione pratica, veloce, facile da attuare e soprattutto molto efficace per rimuovere macchie e lucidare il marmo.

  • Sapone di Marsiglia
    Anche in questo caso il rimedio è semplice, economico e veloce: basta utilizzare una spugna imbevuta di sapone di marsiglia e passarla sulla macchia da eliminare eseguendo movimenti circolari. L’unica accortezza consiste nel non strofinare troppo, come abbiamo raccomandato anche in precedenza.

Grazie all’impiego di questi metodi il marmo potrà finalmente tornare al suo stato originario e splendere di luce propria.

pavimento marmo lucido
Bacchi 810×125

Le tipologie di marmo

Esistono numerose tipologie di marmo, tra cui:

  • Marmo Botticino: marmo di notevole pregio che viene ampiamente impiegato in architettura e Interior Design. Dotato di estrema compattezza, bassa porosità e bassi valori di assorbimento, il marmo Botticino è adatto ad essere utilizzato per i rivestimenti esterni in quanto molto resistente alla compressione, alla flessione e all’usura. Di colore beige, viene estratto in diverse cave della provincia di Brescia
  • Marmo di Travertino: elegante, versatile e capace di offrire un tocco di esclusività a qualsiasi tipo di ambiente, il marmo di Travertino ha una colorazione variegata – spazia dal bianco latte al nocciola, passando per varie sfumature del giallo e del rosso. Essendo abbastanza resistente, è largamente impiegato per le pavimentazioni, i rivestimenti di superfici verticali, per ambienti esterni e per la realizzazione di elementi decorativi come camini, corrimano e balaustre. Essendo poroso, questo marmo non è particolarmente indicato per ambienti come il bagno e la cucina (le controindicazioni risiedono nella sua tendenza ad assorbire i liquidi e nella facilità con cui potrebbe essere scalfito o graffiato), mentre si presta bene ad essere utilizzato nel living
  • Marmo perlato di Sicilia: protagonista assoluto tra i marmi siciliani, deve il suo nome allo splendido aspetto, perlato appunto, che riesce a rendere speciale qualsiasi luogo a cui viene destinato. Il marmo perlato di Sicilia, dotato di una straordinaria resistenza agli urti e a temperature sia basse che alte, presenta sfumature di colore molto suggestive: avorio chiaro accompagnato da ornamenti marroni e da un ventaglio di tonalità più o meno scure. Le macchioline marroni sono dovute principalmente alla presenza di microfossili e striature giallo-brune per effetto della concentrazione di minerali argillosi e ossidi di ferro
  • Marmo bianco di Carrara:  contraddistinto da una composto di fondo omogeneo a granuli brillanti con una colorazione che va dal bianco al grigiastro con screziature discontinue grigie, questo marmo, particolarmente pregiato, è tra i più usati per rivestire pavimentazioni, scale interne, top e rivestimenti a parete di case, negozi e uffici
lucidare superficie marmo

Come lucidare il marmo: quali costi?

Il costo per la lucidatura del marmo viene valutato in base a numerosi fattori, tra cui la dimensione della superficie da lucidare, la presenza di eventuali danni da riparare e macchie da eliminare, la tecnica impiegata, la fase dell’arrotatura, la stuccatura, e in determinate circostanze, anche la levigatura a diamante.

Mediamente il costo per lucidare un pavimento in marmo varia dai 15 ai 20 euro al metro quadro. La spesa media da sostenere per la lucidatura e la levigatura a diamante oscilla tra i 16 e i 27 euro al metro quadro, mentre la sola lucidatura ha un prezzo medio tra i 6 e i 13 euro al metro quadro.

Richiedi informazioni:

Articoli Correlati