Come imbiancare casa: consigli, tecniche e costi per il fai da te

Categorie
Finiture Pitture Aprile 21, 2021

Nella lista dei “lavoretti da fare”, imbiancare casa occupa sempre le prime posizioni. Ma qual è il periodo migliore per imbiancare casa e quali sono i trucchi da adottare per ottenere un risultato ottimale anche in modalità fai da te?

In questo articolo vedremo:

Quando è meglio imbiancare casa?
Wienerberger 810 x 125

Quando è meglio imbiancare casa?

In generale è preferibile scegliere di imbiancare casa nel periodo compreso tra la primavera e l’estate.

Il motivo risiede nel fatto che in queste stagioni il clima più caldo aiuta la pittura ad asciugare in tempi più brevi. 

Inoltre, è possibile arieggiare l’ambiente in cui si lavora senza abbassare troppo la temperatura all’interno, scongiurando la formazione di condensa ed evitando di creare una situazione di discomfort per chi sta imbiancando.

Ogni quanto imbiancare casa?

Il periodo che intercorre tra un’imbiancata e l’altra dipende dall’utilizzo che fate della vostra abitazione e dei singoli ambienti.

Generalmente, le stanze che vengono “sfruttate” maggiormente, come il living, la cucina o il bagno, o che per le loro funzioni tendono a sporcarsi con facilità, necessitano di essere imbiancate più spesso delle altre.

Solitamente il periodo di frequenza adottato per imbiancare casa è di circa una volta ogni 3 anni.

I tempi si accorciano se fumate in casa o se accendete spesso il camino o la stufa: in questi casi le pareti assorbiranno il vostro stile di vita e chiederanno un’ulteriore imbiancata.

Imbiancare casa: l’occorrente per un lavoro ad opera d’arte

È arrivato il fatidico momento e avete deciso di imbiancare casa: cosa serve? ci sono alcuni accorgimenti da prendere in considerazione?

Materiale necessario per imbiancare

L’organizzazione è fondamentale: il consiglio iniziale è quello di comprare e tenere a portata di mano tutto ciò che vi servirà per imbiancare casa.

  1. Un rullo (compreso di prolunga per arrivare in alto) o, se non siete amanti del rullo, pennellessa per le superfici ampie;
  2. Un pennello di piccole dimensioni per gli spazi dove serve essere più precisi (spigoli, zoccolini, telaio delle finestre);
  3. I bidoni di pittura: in commercio ce ne sono di diversi tipi, ma solitamente per gli interni di casa si predilige l’idropittura;
  4. Un secchio vuoto dove versare il colore per diluirlo;
  5. Una scala;
  6. Della malta o dello stucco, nel caso in cui fosse necessario riparare alcune parti di pareti o soffitto;
  7. Una cazzuola e una spatola per stendere la malta o lo stucco;
  8. La carta abrasiva per levigare le porzioni appena riparate e poter stendere al meglio la pittura.

Cosa serve per imbiancare casa

Inoltre, per proteggere l’ambiente e voi stessi sarebbe meglio avere:

  • Il nastro carta adesivo per stipiti e battiscopa. In commercio sono presenti tipi di nastro che contengono prolungamenti in plastica che coprono la parte sottostante senza aggiungere altri teli, indicati per gli zoccolini.
  • Alcuni teli di plastica per mobili e pavimenti. Per spostare i mobili senza rigare i pavimenti è consigliato utilizzare vecchie coperte o lenzuoli.
  • Alcuni cartoni per ricoprire i pavimenti. Anche in questo caso, al di sotto dei cartoni sarebbe meglio inserire un panno morbido, facilmente reperibile in magazzini edili o ferramenta, per evitare che il cartone rilasci aloni sui pavimenti.
  • Guanti usa e getta, mascherina e vestiti comodi per il lavoro. I più scrupolosi possono acquistare una tuta in TNT (Tessuto Non Tessuto) per coprirsi da testa a piedi senza sporcarsi, corredata da copriscarpe o sacchetti di nylon per coprire anche le calzature.

Una volta procurato il materiale siete pronti per iniziare.. o quasi!

Prima di iniziare ad imbiancare la casa.

Cosa fare prima di imbiancare una parete?

Prima di vedere concretamente come imbiancare una parete, diamo un’occhiata ad alcuni passaggi che è meglio eseguire per non rischiare di doversi fermare a metà dell’opera.

  1. Prendere le misure

Parrebbe un gesto scontato, eppure per imbiancare casa bisogna prendere le misure delle superfici sulle quali andrà stesa la pittura.

Questo passaggio è utile per calcolare i metri quadrati di superficie da imbiancare e di conseguenza la dimensione dei teli protettivi necessari e la quantità di pittura da acquistare. Non dimenticate il soffitto!

Ricordatevi che una volta calcolata la quantità di pittura, dovrete raddoppiarla, poiché si è soliti dare più mani di colore.

  1. Preparare la stanza e riparare i muri

A questo punto dovreste avere tutto l’occorrente per rivestire il pavimento, gli zoccolini, gli infissi e i mobili. Staccate le placche degli interruttori elettrici e foderate anche quelli.

Adesso vi starete chiedendo se sia finalmente arrivato il momento di imbiancare casa: ancora un passaggio e poi potrete iniziare!

  1. Riparare fori, crepe e discrepanze

Quest’ultimo passaggio vi permetterà di livellare pareti e soffitto, evitando di creare onde fastidiose alla vista. Inoltre, questa operazione vi permetterà di far scivolare più agevolmente il pennello o il rullo, facilitando l’imbiancatura.

In presenza di chiodi sui muri, occorre toglierli e riempire i buchi di stucco o malta. Una volta asciutti, passate la carta abrasiva per carteggiare la superficie.

Nel caso doveste risolvere problemi di muffa nei muri, il consiglio è quello di utilizzare prodotti specifici prima di imbiancare casa e calcolare i tempi di asciugatura in modo da organizzare al meglio il lavoro.

Come si fa imbiancare la casa.

Come imbiancare casa: consigli per iniziare

Finalmente è giunto il momento di mettere mano ai pennelli e darsi da fare.

Iniziate ad imbiancare il soffitto: in questo modo potrete coprire successivamente le gocce che cadono sulle pareti.

Passate alle pareti, cercando di iniziare e finire una parete nell’arco della stessa giornata, altrimenti potrebbero crearsi diverse tonalità di bianco.

Cercate di stendere nella maniera più fluida ed omogenea possibile la pittura per evitare grumi e sovrapposizioni di bianco.

Per imbiancare casa è comunemente diffusa la tendenza del fai da te. Tuttavia, per un lavoro sicuramente più rapido e preciso è sempre consigliato il supporto di specialisti.

Costi per imbiancare casa fai da te

Ma quanto costa imbiancare casa?

Per l’imbiancatura fai da te l’investimento maggiore riguarda l’acquisto della pittura.

Il costo della latta di bianco varia molto in base alla qualità: si parte dai 25/30 euro fino ad arrivare a 90/100 euro per i prodotti che garantiscono qualità e coprenza superiore.

I prezzi per la malta o lo stucco si aggirano intorno ai 30 euro al kg e, nel caso di ritocchi, si può optare per barattoli di piccole dimensioni.

I costi per pennelli, rulli, spatole, carta abrasiva e nastro adesivo sono piuttosto contenuti: siamo nell’ordine delle poche decine di euro.

Perché non richiedere una consulenza per imbiancare casa a regola d’arte e in poco tempo?

Richiedi informazioni:

Articoli Correlati