Come dipingere una parete: rinnovare gli spazi con il fai da te

Per dare un volto nuovo all’interno di casa nostra o del nostro ufficio, non necessariamente dobbiamo stravolgere il progetto di interior, né mandare all’aria la distribuzione degli interni. Talvolta, in particolar modo se siamo appassionati del fai da te, è sufficiente sapere come dipingere una parete. La stesura di colori, infatti, è un alleato potente e ci permette di agire in modo diretto e personale negli ambienti casalinghi. Potrete conferire un look del tutto inedito alla vostra cucina, alla camera da letto o al soggiorno semplicemente abbandonando il bianco che da tanto tempo vi accompagna per un verde, un azzurro, o un grigio. Oppure, rinnoverete la sensazione di pulito applicando un nuovo bianco, fresco e disteso, in sostituzione di quello vecchio, opaco e sporco. Vediamo quindi la tecnica necessaria per un risultato di qualità da raggiungere in completa autonomia.

Come dipingere le pareti di casa con tecniche fai da te

Se in passato c’è stata occasione di conoscere le “Tinte per pareti: come scegliere tipo di prodotto e colore”, oggi ci dedichiamo maggiormente al modo e alla tecnica per dipingere col fai da te.
È bene da subito iniziare coi fondamentali. Prima di cimentarsi in un’opera del genere dovreste avere in testa il modo in cui procedere, per non ritrovarvi in un secondo momento in difficoltà tecnica ed esecutiva, con la tinta troppo densa che non stende, o troppo liquida che schizza dappertutto.

Ecco innanzitutto il necessario che serve per dipingere le pareti:

  • Scatoloni o rulli di cartone da stendere sul pavimento, così da evitare che un pennello che casca possa segnare il piano per via dell’urto;
  • Teli per coprire, genericamente di dimensioni 4x4 metri;
  • Pittura per pareti: scegliete quella che fa più al caso vostro, che si tratti di normale tempera, calce, un’idropittura o uno smalto. Per aiutarvi potete leggere l’articolo riportato qui sopra o tanti altri contenuti interessanti presenti in “Ristruttura con MADE”;
  • Pennellessa grande per dipingere le superfici;
  • Pennello piccolo per i profili degli ambienti;
  • Rullo se intendete avanzare in modo più celere;
  • Secchi dove versare il prodotto oppure per qualunque altro utilizzo del caso.
come dipingere una parete
Grigolin – Grigotherm – 800×110

Come pitturare una parete con pennello

Prima di dipingere una parete, dovete analizzarne lo stato. È chiaro che si può procedere alla stesura della tinta se la superficie è già in buone condizioni. Viceversa, se presenta cavillature, necessita prima di essere stuccata in modo da ripristinare la sua perfetta complanarità. Potrebbero esserci addirittura dei fenomeni di distacco dell’intonaco: in quel caso dovrete procedere a delle riparazioni. Per orientarvi in queste due eventualità, leggete “Come stuccare una parete: metodi pratici per il fai da te”.
Può tornarvi utile anche l’articolo “Intonacare una parete: quali prodotti usare e come fare”.
Se siamo quindi nella condizione di procedere con il dipingere una parete di casa, attenetevi ai seguenti step:

  • Stendete i cartoni;
  • Stendete i teli sopra i cartoni;
  • Preparate la tinta: in primis diluite la tinta secondo le giuste proporzioni. Poi versatene un quantitativo corretto nel secchio che intendete utilizzare. Attenzione: non riempitelo troppo o vi troverete affaticati negli spostamenti qua e là per l’ambiente di lavoro;
  • Procedete dall’alto verso il basso: così facendo un’eventuale goccia caduta sotto di voi sulla parete potrà essere pulita con un colpo di pennello al successivo passaggio. In tal senso quindi, prima di tutto accingetevi a dipingere il soffitto;
  • Normalmente dovreste in prima battuta dipingere tutti i profili col pennello piccolo, ovvero spigoli e quant’altro. Questo passaggio viene talvolta fatto anche a seguito della tinteggiatura delle pareti e dei soffitti;
  • Asciugate una goccia appena ne notate la presenza. Se si secca sarete poi costretti a raschiarla.

Come dipingere una parete con rullo

Il processo da seguire per imbiancare col rullo è del tutto simile a quello descritto per il pennello. Fate solo attenzione al fatto che il rullo necessita di essere ben scosso prima dell’utilizzo o vi imbiancherete la faccia! Infatti, per la sua stessa struttura, il rullo è in grado di immagazzinare molta più tinta nelle sue setole e questo può provocare anche molto più gocciolamento. Dovrete essere rapidi e precisi nei movimenti.
A tale proposito, potete leggere “Come pitturare con il rullo senza sporcare; consigli e tecniche”.
Come dipingere una parete colorata
Concludiamo quindi spiegando ciò che riguarda la stesura di colori.
In questo caso tutto il contenuto tecnico fin qui esposto vale in egual misura. Prestate però attenzione ad un passaggio fondamentale: il colore tende ad esaltare i difetti e le disomogeneità della parete. Pertanto, la regola d’oro è quella di applicare una mano di bianco per uniformare all’inizio di tutte le operazioni. Il resto verrà di conseguenza.

Come dipingere una parete colorata

Concludiamo quindi spiegando ciò che riguarda la stesura di colori.
In questo caso tutto il contenuto tecnico fin qui esposto vale in egual misura. Prestate però attenzione ad un passaggio fondamentale: il colore tende ad esaltare i difetti e le disomogeneità della parete. Pertanto, la regola d’oro è quella di applicare una mano di bianco per uniformare all’inizio di tutte le operazioni. Il resto verrà di conseguenza.

Richiedi informazioni:





Nome*
Cognome*
CAP*
Città*
Email*
Telefono
Compila il campo "Telefono" per una comunicazione più rapida
Tipologia Utente
Scrivi la tua richiesta*
Dichiaro di aver letto e accetto l'informativa sulla privacy

Share

Come dipingere una parete: rinnovare gli spazi con il fai da te

Discussion

Leave A Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *