Bonus fiscale 2020: tutte le detrazioni per gli interventi di ristrutturazione casa

Categorie
Normative e Leggi Luglio 11, 2020

Anche per il 2020 lo Stato ha confermato una serie di detrazioni e agevolazioni fiscali per chi ha affrontato o sta per affrontare spese per interventi di riqualificazione energetica degli edifici, lavori di ristrutturazione, sostituzione di vecchie finestre con infissi a risparmio energetico o altri tipi di interventi minori come l’acquisto di elettrodomestici con classe energetica alta o l’acquisto di mobili e altri arredi per la casa.

Se hai in mente di portare avanti uno degli interventi appena elencati, questo è il momento di approfittare dei benefici concessi dal bonus fiscale 2020.

Bonus fiscale 2020: tutto ciò che devi sapere per risparmiare sulle spese di ristrutturazione

In questo articolo ci occuperemo di approfondire una serie di aspetti legati alla detrazione fiscale Irpef per gli interventi di ristrutturazione sulle singole unità immobiliari residenziali.

In particolare, vedremo:

  • In che percentuale è possibile portare in detrazione le spese sostenute per gli interventi di ristrutturazione edilizia e tutti gli altri interventi riguardanti il Bonus fiscale 2020
  • A quali soggetti spettano le detrazioni
  • Quali requisiti occorre possedere per beneficiare del Bonus

Una volta esaminati tutti questi aspetti, saremo in grado di capire l’entità del risparmio che è possibile ottenere grazie alle agevolazioni e detrazioni fiscali concesse dallo Stato fino al 31 dicembre 2020.

Bonus fiscale 2020: cosa cambia rispetto al 2019

La Legge di Bilancio 2020 ha stabilito per tutto il 2020 una proroga sui bonus ristrutturazioni previsto per il 2019.

Sarà dunque ancora possibile detrarre il 50% delle spese sostenute per i lavori realizzati entro il 31 dicembre 2020, con un tetto massimo di 96.000 euro per ciascuna unità immobiliare.

Non cambia neanche la modalità di rimborso: l’importo spettante viene spalmato in 10 quote annuali di pari importo sotto forma di rimborso Irpef sulla dichiarazione dei redditi.

bonus fiscale 2020 ristrutturazione casa ingresso

Isover 810 x 125

Bonus Ristrutturazione 2020: requisiti per ottenere le detrazioni fiscali

Il Tuir stabilisce che “possono usufruire delle detrazioni tutti i contribuenti assoggettati all’imposta sul reddito delle persone fisiche (Irpef), residenti o meno nel territorio dello Stato”.

Stante alle norme, dunque, tutti i contribuenti che dimostrano di essere proprietari o titolari di un diritto reale/personale sull’immobile oggetto della ristrutturazione o riqualificazione energetica possono usufruire della detrazione del 50% delle spese sostenute per i lavori di ristrutturazione e progettazione edilizia dell’appartamento, allegando la relativa documentazione di spesa.

Ma cosa si intende con la dicitura “proprietari o titolari di un diritto reale/personale”?

Le categorie assoggettate all’imposta Irpef che possono usufruire del Bonus fiscale 2020 sono:

  1. I proprietari o nudi proprietari dell’immobile
  2. I titolari di un diritto reale di godimento (usufrutto, uso, abitazione o superficie)
  3. I locatari o comodatari

La norma stabilisce che possono usufruire dell’agevolazione fiscale anche determinati soggetti coinvolti con le 3 categorie elencate (ad esempio, il familiare convivente del proprietario dell’immobile, il coniuge separato, il convivente more uxorio), purché tali soggetti possano dimostrare di aver sostenuto direttamente le spese per gli interventi di ristrutturazione.

Detrazione 50%: per quali interventi è possibile usufruirne?

Veniamo ora all’elenco degli interventi di ristrutturazione edilizia e/o riqualificazione energetica adottati sulle unità immobiliari residenziali per i quali è possibile fruire della detrazione del 50% delle spese sostenute.

Manutenzione straordinaria

Nell’ambito della manutenzione straordinaria rientrano le opere di restauro e risanamento conservativo, nonché gli interventi di ristrutturazione edilizia sulle singole unità immobiliari residenziali.

Interventi a seguito di calamità e stato di emergenza

Chi ha dovuto affrontare una calamità naturale e uno stato di emergenza che ha determinato la demolizione e la successiva ricostruzione dell’immobile danneggiato ha diritto al rimborso del 50%.

Interventi di riqualificazione energetica degli edifici

Interventi atti al raggiungimento di un reale e concreto risparmio energetico: acquisto di infissi ad alta efficienza energetica, coibentazione e impermeabilizzazione tetto, cappotto termico esterno e/o esterno.

Lavori per il miglioramento dell’isolamento acustico

Rientrano in questa categoria tutti gli interventi di contenimento dell’inquinamento acustico (installazione di infissi con proprietà fonoassorbenti, lavori di insonorizzazione di determinati ambienti della casa).

Interventi antisismici

Lo Stato incentiva tutti gli interventi finalizzati a migliorare le misure di sicurezza statica degli edifici

Interventi a favore della mobilità dei disabili

Parliamo di installazione di ascensori e montacarichi finalizzati all’eliminazione delle barriere architettoniche e altri tipi di interventi per la realizzazione di strumenti atti a favorire la mobilità dei disabili.

bonus fiscale 2020 ristruttrazione pavimento

Quali spese si possono portare in detrazione? 

Quando parliamo di spese sostenute per gli interventi di ristrutturazione, ci riferiamo al complesso di spese sostenute per tutti gli aspetti legati ai lavori, non solo a quelli più evidenti riguardanti l’acquisto dei materiali o il costo della manodopera.

È possibile portare in detrazione anche altri tipi di spese connesse ai lavori eseguiti.

In particolare:

  • Le spese per i professionisti della progettazione edilizia
  • Le spese sostenute per le prestazioni professionali dei vari soggetti coinvolti nei lavori (architetti, designer, ingegneri, geometri, idraulici, elettricisti)
  • Le spese per la messa in regola degli edifici e per la stesura delle relazioni di conformità dei lavori alle leggi vigenti
  • Le spese per perizie e sopralluoghi finalizzati alla valutazione di terreni o strutture
  • Le imposte e i diritti per le concessioni, le autorizzazioni e le denunce di inizio lavori

Approfitta degli ultimi mesi dell’anno per ristrutturare casa e iniziare subito a beneficiare dei tanti vantaggi in termini di risparmio energetico, salubrità degli ambienti, isolamento termoacustico e aumento del valore commerciale dell’immobile.

Richiedi informazioni:

Articoli Correlati