Riscaldamento a pavimento: ecco tutto quello che bisogna sapere!

Chi può resistere alla tentazione di camminare a piedi nudi su un pavimento caldo, soprattutto nelle stagioni più fredde?
Grazie al riscaldamento a pavimento, anche conosciuto come riscaldamento radiante, potrai permetterti di vivere questo piccolo lusso anche nella tua casa. Tra gli impianti di riscaldamento, il riscaldamento a pavimento è una delle migliori soluzioni per riscaldare casa e risparmiare sul riscaldamento sensibilmente.

Quindi se sei in procinto di intraprendere lavori o ristrutturazioni nella tua casa è una soluzione da valutare attentamente per risparmiare sul riscaldamento. Il riscaldamento a pavimento radiante è stato inventato ai tempi degli antichi romani, che avevano avuto l’idea di inserire fuochi a legna sotto i pavimenti in marmo sopraelevati.  Nel tempo il principio di funzionamento di ogni impianto a pavimento è rimasto lo stesso; il riscaldamento a pavimento radiante è semplicemente un sistema di riscaldamento che conduce calore attraverso la superficie del pavimento piuttosto che attraverso l’aria come la maggior parte dei tradizionali impianti di riscaldamento.

L'impianto a pavimento è una delle migliori soluzioni per risparmiare sul riscaldamento.

Come funziona un impianto di riscaldamento a pavimento?

Per prima cosa bisogna sapere che esistono principalmente due tipi di impianti di riscaldamento a pavimento. Il primo tipo di impianto a pavimento funziona tramite dei cavi elettrici che sfruttano il calore generato dall’energia elettrica. Il secondo tipo d’impianto radiante a pavimento genera calore attraverso dei tubi in cui viene fatta circolare acqua calda. Naturalmente entrambi gli impianti di riscaldamento a pavimento vengono installati sotto la pavimentazione.  Generalmente il riscaldamento a pavimento elettrico comporta minori costi d’installazione ma è più costoso da gestire. E’ quindi l’ideale per riscaldare piccole aree. Al contrario l’impianto a pavimento ad acqua, o idronico, è meno costoso da gestire e quindi è la soluzione migliore se desideri riscaldare grandi aree o l’intera casa.

Naturalmente a seconda dell’alimentazione del riscaldamento radiante cambia anche la modalità di approvvigionamento di energia per far funzionare l’impianto a pavimento. Il riscaldamento a pavimento elettrico viene in genere allacciato alla fornitura di energia elettrica domestica mentre il riscaldamento a pavimento idronico ha bisogno necessariamente di un boiler o una caldaia per riscaldare l’acqua da far circolare nelle tubazioni. Per questo motivo un impianto di riscaldamento a pavimento ad acqua può avere costi di installazione molto più elevati rispetto a quello elettrico. Il funzionamento degli impianti di riscaldamento a pavimento ti permette di controllare più facilmente la temperatura che rimarrà anche più costante. Non sentirai il rumore tipico degli altri impianti di riscaldamento. Ma, sopratutto, un impianto di riscaldamento a pavimento ti permetterà di risparmiare sul riscaldamento.

Esistono principalmente due tipi di impianti di riscaldamento a pavimento.

Quando è possibile installare un impianto a pavimento?

La scelta di installare un impianto di riscaldamento a pavimento radiante dipende da molti fattori, uno dei principali è la condizione del vostro attuale sistema di riscaldamento corrente. Se sei soddisfatto del modo in cui la tua casa è attualmente riscaldata, il costo di installazione di un impianto di riscaldamento radiante è probabilmente eccessivo dato che potrai farne a meno tranquillamente. Tuttavia, se stavi già progettando di aggiornare il tuo sistema di riscaldamento in ogni caso e avevi in programma l’installazione di una nuova pavimentazione scegliere un riscaldamento a pavimento radiante è probabilmente una buona idea
Infatti, installare un impianto di riscaldamento a pavimento è un progetto che è bene intraprendere quando si decide di revisionare o modificare la pavimentazione di una stanza esistente o quando si aggiunge una nuova sala. In questo modo ottimizzerai i costi e non sarai obbligato a rimuovere la pavimentazione per il solo fine di installare un impianto di riscaldamento a pavimento.
Tuttavia questo non esclude che installare un sistema di riscaldamento a pavimento radiante può essere conveniente anche se non hai intenzione di ristrutturare la pavimentazione della vostra casa. In questo caso il consiglio è comunque quello di cogliere l’occasione per scegliere i materiali più adatti per ottimizzare l’efficacia dell’impianto di riscaldamento radiante e risparmiare sul riscaldamento.

Le piastrelle in ceramica sono il materiale ideale per ricoprire il tuo impianto di riscaldamento a pavimento dato che conducono bene il calore e hanno una grande capacità di accumulazione termica. Pavimenti più comuni come il vinile, moquette, legno o fogli di linoelum possono essere utilizzati comunque ma offrono prestazioni inferiori rispetto alla ceramica per riscaldare casa. Per concludere, potrai installare in qualsiasi momento un impianto a pavimento ma ricorda sempre di ottimizzare i costi dell’intero progetto. Ad esempio scegliendo con cura il nuovo materiale da utilizzare per ricoprire il nuovo impianto di riscaldamento.

I vantaggi di un impianto di riscaldamento a pavimento

Oltre al risparmiare sul riscaldamento ci sono molti vantaggi nell’utilizzare questo tipo di riscaldamento radiante. Per prima cosa il riscaldamento a pavimento non ha bisogno di sfoghi d’aria o altro e quindi ti consente una maggiore flessibilità nell’arredare liberamente i tuoi interni. Inoltre il calore è distribuito in tutta la stanza in modo più uniforme creando una condizione ottimale, difficilmente replicabile da altri impianti di riscaldamento. Il calore generato da un sistema di riscaldamento a pavimento garantisce infatti un'esperienza qualitativamente diversa da quella che si ottiene con impianti di riscaldamento che funzionano ad intermittenza per generare calore. Una volta settati i parametri ottimali non dovrai passare le giornate ad armeggiare con il termostato. Infine i tradizionali radiatori riscaldano la zona immediatamente circostante e il calore finisce per essere disperso verso l'alto e lontano dalla zona desiderata. Questo significa che i radiatori richiedono una temperatura più elevata per riscaldare casa in modo efficace.

Potrai fare anche a meno, nel caso di impianti di riscaldamento ad aria, di diffusori o ventilatori che, oltre a creare rumore, possono diffondere nell’aria polvere, sporcizia, polline e altri allergeni attraverso le bocchette d’aria.  Inoltre se desideri riscaldare solo determinate aree della casa, come ad esempio un bagno o una piccola stanza, esistono sistemi radianti a pavimento elettrici sotto forma di piccole stuoie da installare facilmente sotto il pavimento. Questa soluzione è adatta solo a piccole aree domestiche ma in compenso non ti costringerà a rifare tutta la pavimentazione; il livello del pavimento si alzerà solamente di qualche centimetro.

Infine considerando il risparmio per riscaldare casa è bene considerare che recupererai il tuo investimento nel lungo termine. Tuttavia risparmiare sul riscaldamento non è il solo vantaggio economico che un impianto a riscaldamento può garantirti. Infatti la valutazione della tua casa può migliorare sensibilmente e in caso di vendita ti sarà molto più facile attirare potenziali acquirenti.

Il riscaldamento a pavimento è conosciuto anche come riscaldamento radiante,

I costi di un impianto di riscaldamento a pavimento radiante.

I costi per i sistemi di riscaldamento a pavimento radianti possono variare a seconda di diversi fattori. Per prima cosa bisogna considerare la facilità d’accesso al di sotto della pavimentazione e in che misura i pavimenti e eventuali soffitti devono essere rimossi e reinstallati. Inoltre anche la pianta della struttura può incidere di molto sui costi di installazione. Infatti se la tua casa ha una pianta molto dispersa (ad esempio piani differenti e sezioni laterali) dovrai acquistare necessariamente più materiali.  

In media considerando una casa di 100 metri quadri il costo può oscillare tra i 70€ e i 110 € per metro quadro. Questi costi comprendono anche il montaggio della caldaia per il riscaldamento a pavimento ad acqua, la manodopera e i materiali per la copertura successiva.

Facendo dei calcoli si ha che questi costi sono superiori di circa il 60% rispetto a quelli richiesti dagli impianti di riscaldamento tradizionali. Tuttavia grazie al risparmio sulle bollette riscaldare casa ogni anno ti costerà il 40% in meno e quindi ammortizzerai il tuo investimento in pochi anni.

Per concludere potrai anche tagliare i costi di installazione grazie alla nuova legge finanziaria che prevede una detrazione del 55% sulle spese per la riqualificazione energetica degli edifici esistenti secondo la normativa italiana.

Richiedi informazioni:





Nome*

Cognome*

La tua email*

Tipologia Utente*

Città*

Numero di telefono

Scrivi la tua richiesta*

Dichiaro di aver letto e accetto l'informativa sulla privacy

Share

Riscaldamento a pavimento: ecco tutto quello che bisogna sapere!