Rifare il bagno: quanto costa e le sue lavorazioni

Fra i molti lavori di ristrutturazione che possiamo svolgere a casa nostra, alcuni sono più frequenti e meno impegnativi, come per esempio la riparazione degli intonaci, il rifacimento delle finiture e la tinteggiatura delle pareti. Altri lavori, invece, sono meno frequenti e richiedono maggior impegno lavorativo ed economico. Un esempio su tutti: rifare il bagno.
Vediamo quindi insieme come fare per affrontare un’opera del genere e gestire al meglio tempi e spese.

Rifare il bagno completo: tutte le fasi da seguire

Rifare il bagno presenta molti fattori da tenere in considerazione di volta in volta. Questi, com’è naturale influenzeranno la forbice di spesa ampliandola o restringendola.

Per esempio, se abitate in un affollato quartiere di una grande città, le imprese avranno il problema di avvicinarsi a casa vostra, trovare parcheggio e, presumibilmente, doverlo pagare. Se vivete in campagna, capite che la logistica è più semplice e il costo della vita meno caro. Inoltre, farà la differenza se vivete al quinto piano di un edificio residenziale o in una casetta isolata e ben raggiungibile.

Di seguito vi mostriamo le 9 fasi per il rifacimento del bagno necessarie a portare a termine l’opera.

  • Rimozione degli apparecchi sanitari ed elettrici
  • Demolizione e smaltimento delle piastrelle di rivestimento murario e del pavimento
  • Demolizione e smaltimento dei massetti impiantistici
  • Smantellamento e smaltimento degli impianti idrici comprensivi di sanitari
  • Smontaggio e smaltimento degli impianti elettrici esistenti
  • Riposizionamento degli impianti
  • Stesura del nuovo massetto impiantistico
  • Stesura dei pavimenti e dei rivestimenti a parete
  • Installazione sanitari
  • Tinteggiature
rifare il bagno
Grigolin – Grigotherm – 800×110

Esempio di preventivo per rifare il bagno

In base a quanto detto, quindi, possiamo comprendere meglio un esempio di preventivo per ristrutturare il bagno di casa.

Nel rifacimento della zona bagno ci sono tre o se vogliamo quattro figure che intervengono nel processo, le quali rispecchiano le lavorazioni principali:

  • Muratore
  • Idraulico
  • Elettricista
  • Piastrellista –che spesso coincide con il muratore

Ora fate attenzione: i preventivi per ristrutturare il bagno possono essere fatti a misura, ovvero a costo per unità di realizzazione, o a corpo, ovvero un determinato artigiano per quel lavoro sceglie di chiedere una cifra complessiva e dentro ad essa ci rientra la completa fornitura e manodopera.

Se realizzate la pavimentazione di un salone di 200 mq, è comprensibile che si può richiedere un prezzo a metro quadrato e confrontarlo con altri prezzi. Questo vale anche per degli ambienti di media grandezza.

Ma quando optiamo per il rifacimento del bagno, di dimensioni 2x2 e magari con angoli e riseghe in pianta, il prezzo a metro quadrato rischia di non essere veritiero. E quindi gli artigiani propongono dei prezzi a corpo. Questo vale pure per le altre figure in gioco, anche se un idraulico, un elettricista possono scomputare più facilmente singoli materiali e installazioni.

Costo muratore per rifare bagno

Vi siete mai chiesti quanto costerebbe assumere un muratore per rifare il bagno?

Questa riflessione, vale pure per le altre figure presenti.

Comunque, un buon muratore è in grado di valutare un lavoro più o meno a colpo d’occhio. Esso esegue un sopralluogo, annota la grandezza della zona bagno, la praticità degli spazi e vi fa una proposta. Vi consigliamo quindi di farvi affiancare da un professionista che vi aiuti a comparare prezzi e proposte per rifare il vostro bagno e non avere spiacevoli sorprese.

Quali sono i costi totali per il rifacimento del bagno?

Concludiamo l’articolo con dei riferimenti di prezzo chiavi in mano per la ristrutturazione del bagno.

Possiamo dire che per le operazioni elencate la spesa si aggira dai 3500 ai 7000 euro.
In questa forbice rientrano i fattori sopra spiegati e, soprattutto, presa per riferimento la superficie di un bagno medio di 5 o 6 metri quadrati, fa la differenza il livello di pregio delle finiture. Potete infatti scegliere piastrelle che costano 18 euro a metro quadro o piastrelle da 80 euro a metro quadro. Anche la scelta dei sanitari e della rubinetteria è estremamente incisiva per il rifacimento del bagno. Ci sono buoni lavabi a circa 70 euro e oggetti di design dal prezzo superiore ai 250 euro.

Quanto costa rifare un bagno solo di manodopera?

Mediamente si può pensare che la realizzazione di un bagno piccolo di non eccessive pretese si aggiri attorno ai 4000 euro.

In linea di massima stimiamo che la manodopera copra il 55% per questo genere di opere. In questo caso avremmo quindi 2200 euro. Ai fini di una verifica, considerando un costo orario di manodopera specializzata di 24 euro per ora, avremmo all’incirca 12 giorni lavorativi pieni per il compimento del lavoro in questione, un tempo sensato.

Richiedi informazioni:





Nome*
Cognome*
CAP*
Città*
Email*
Telefono
Compila il campo "Telefono" per una comunicazione più rapida
Tipologia Utente
Scrivi la tua richiesta*
Dichiaro di aver letto e accetto l'informativa sulla privacy

Share

Rifare il bagno: quanto costa e le sue lavorazioni

Discussion

Leave A Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *