La rasatura delle pareti, piccola guida per un lavoro a regola d’arte

La rasatura delle pareti è il passaggio che permette di poter decorare a nostro piacimento le pareti. La rasatura è, infatti, l’operazione che precede la tinteggiatura e maggior cura avremo nella rasatura del muro, migliore sarà il risultato superficiale finale. Vediamo insieme quali sono i passaggi fondamentali per fare un lavoro a regola d’arte.

La rasatura di un muro è l’operazione che rende le pareti di casa adatte all’ultimo passaggio di finitura

La rasatura di un muro, che cos’è e con che cosa si fa

La rasatura di un muro è l’operazione che rende le pareti di casa adatte all’ultimo passaggio di finitura, sia si tratti di tinteggiatura o di applicazione di carta da parati. La rasatura delle pareti è importante perché è la base su cui andremo ad applicare i colori delle tinte e da questo intervento dipende la qualità dell’effetto decorativo finale. Una rasatura delle pareti non eseguita con cura darà origine a superfici incongrue su cui i difetti di fattura saranno inevitabilmente visibili sia sotto luce diretta, sia, sopratutto, sotto luce radente (si pensi alla luce delle lampade da parete che mostrano tutte le rugosità della parete). La rasatura di un muro è quindi il completamento dell’intonacatura e viene fatta con grassello di calce, oppure mediante degli intonaci rasanti a base di gesso o a base cementizia.

Valutazione della parete da rasare, cosa fare prima di passare alla rasatura di un muro

La rasatura di un muro muro ci permette di avere le condizioni ottimali per poter tinteggiare, decorare o applicare carta da parati sulle pareti di casa. La rasatura delle pareti non è un’operazione banale e richiede tempo e una buona dose di manualità. Ma prima di passare a come rasare un muro, occupiamoci della valutazione dello stato di fatto della parete. Una parete da rasare è una parete che è già stata intonacata e si presume abbia una superficie piuttosto coesa.

Queste sono le premesse ideali per passare alla rasatura di un muro, ma se la parete presenta incongruenze? In questo caso è necessario ripristinare l’intonaco con dei rappezzamenti che lo rendano uniforme. In commercio si trovano premiscelati di ottima qualità che permettono uno svolgimento rapido di questa fase. In ogni caso l’intonaco va reso uniforme e, soprattutto se in alcuni punti si è ricorso ad applicazioni di stucco, si consiglia, a prodotto ben asciutto, di dare una passata di carta vetrata per ottenere il miglior fondo possibile per la rasatura delle pareti. Una carta vetrata di media grana, 80-100, è l’ideale per la rasatura di un muro. Fatto questo va rimosso il pulviscolo residuo delle stuccature così da non avere grumi quando si passerà alla rasatura delle pareti.

La rasatura delle pareti è il passaggio che permette di poter decorare a nostro piacimento le pareti

Come rasare un muro

Ed infine ecco la parte più complessa dell’intero lavoro: come rasare un muro. Come rasare un muro è di per sé molto semplice: si tratta si prendere la pasta rasante e stenderla sulla superficie mediante l’uso dell’apposita spatola piatta in metallo fino ad ottenere una buon grado di precisione. Uno dei primi problemi che si ravvisano, però, sta nel fatto di fare una pasta per la rasatura del muro della giusta consistenza e viscosità, sbagliare le dosi significa compromettere il lavoro. A questo problema, fortunatamente c’è soluzione: in commercio si trovano prodotti premiscelati e pronti all’uso. Non c’è però mercato che tenga nella tecnica di distribuzione del rasante, una pressione troppo lieve non fa attaccare il prodotto, una troppo decisa o non uniforme crea solchi visibili. In questo caso basta avere tempo e pazienza e con un po’ di pratica si otterrà la rasatura delle pareti perfetta.

Richiedi informazioni:





Nome*

Cognome*

La tua email*

Tipologia Utente*

Città*

Numero di telefono

Scrivi la tua richiesta*

Dichiaro di aver letto e accetto l'informativa sulla privacy

Share

La rasatura delle pareti, piccola guida per un lavoro a regola d’arte