Primer per intonaco, l’elemento che migliora l’aderenza delle superfici

Quando ci si appresta a ristrutturare una parete il primo problema che si tende ad incontrare è quello della stabilità della superficie. Intonacare una parete che presenta, per varie ragioni, un’aderenza superficiale relativa è un’operazione che dà scarsi risultati; per questa ragione è bene preparare le superfici usando prodotti che ne migliorino l’aderenza all'applicazione di nuovi strati di prodotto. L’aggrappante per intonaco weber.prim CL10, è studiato per consentire l’ adesione di intonaci su calcestruzzo e supporti lisci o poco assorbenti.

Che cos’è e a cosa serve in primer

Il primer è una particolare miscela che permette di migliorare l’aderenza delle superfici su cui si va ad applicare uno strato di prodotto, in questo caso parliamo dell’applicazione di intonaco. Weber.prim CL10 è un primer per intonaco che migliora l’aderenza del supporto di base, consentendo di stendere l’intonaco in maniera agile e uniforme, evitando distacchi, disconnessioni e bolle d’aria che ne inficerebbero la resa finale e la durata nel tempo.

Nel mondo del restauro e dell’ediliza esistono innumerevoli tipologie di primer: dal primer per intonaco, come weber.prim CL10, all’aggrappante per plastica e gomma, fino a speciali trattamenti di fissaggio per legno; ognuno di questi prodotti ha una particolare miscela che ne permette una perfetta compatibilità con la superficie di adesione, così da non incorrere in lesioni impreviste data dalla incongruenza delle componenti degli elementi

Primer, il segreto per intonacare una parete a regola d’arte

Intonacare una parete è tra i lavori più diffusi in campo edile. Un passaggio che richiede un certo grado di abilità e che va fatto con cura e pazienza. Essendo un’operazione tanto importante, è chiaro che un ruolo decisivo lo svolgono le condizioni iniziali di partenza del lavoro. Per questo weber.prim CL10 diventa uno strumento indispensabile per intonacare una parete senza problemi di aderenza e superficie.

L’importanza del supporto di base è, infatti, spesso sottovalutata. Intonacare una parete che presente una scarsa coesione superficiale o lacerti di materiale che rischiano di staccarsi è una futura parete intonacata che entro breve presenterà muffe, bolle d’aria e relative lesioni e distacchi. Un lavoro inutile che sarebbe stato possibile risolvere semplicemente usando un primer per intonaco ad hoc come weber.prim CL10.

Primer per intonaco, suggerimenti e consigli per un utilizzo ottimale

La preparazione del supporto è fondamentale ai fini della buona riuscita del lavoro e l’aggrappante per intonaco è l’elemento principale che ne determina la riuscita. La parete da trattare deve essere infatti ben pulita, devono essere state eliminate le parti a rischio di distacco e tutti gli elementi devono essere ben coesi. Quando il supporto è stato ripulito e levigato con cura, allora si passa alla stesura del primer per intonaco.

Il primer per intonaco weber.prim CL10 va miscelato con due volumi di premiscelato e un volume d’acqua e si ottiene una consistenza liquido-pastosa. Questa miscela di primer per intonaco va stesa sulla parete con rullo di lana o pennellessa. L’aggrappante per intonaco weber.prim CL10 renderà la superficie ruvida e appiccicosa, perfetta per la stesura e la stabilizzazione dell’intonaco.

Richiedi informazioni sui prodotti presenti nell'articolo:





Prodotto*
Weber.prim CL10

Nome*

Cognome*

La tua email*

Tipologia Utente*

Città*

Numero di telefono

Scrivi la tua richiesta*

Dichiaro di aver letto e accetto l'informativa sulla privacy

Share

Primer per intonaco, l’elemento che migliora l’aderenza delle superfici