Porte scorrevoli vetro: soluzione pratica e di design

La porta scorrevole è un elemento di design che aggiunge sempre un tocco di ricercatezza agli ambienti, domestici e lavorativi. In alcune culture è impiegata ormai da molto tempo, basti pensare al Giappone, ma alle nostre latitudini e longitudini ha sempre qualcosa di contemporaneo e innovativo, in particolare se decidete di installare porte scorrevoli in vetro.

La porta e il suo funzionamento: tradizionale e scorrevole

La porta tradizionale, o perlomeno tradizionale per noi, è concepita classicamente come un pannello di legno detto anta che, ruotando attorno a delle cerniere disposte verticalmente, si apre e si chiude.

La porta a scorrere si basa su un funzionamento diverso, poiché invece che ruotare attorno alle cerniere scorre su un binario. Quindi il movimento di apertura e chiusura è di tipo traslatorio. Esso si verifica su un piano parallelo alla parete nella quale insiste il vano di apertura, la porta può essere contenuta all’interno della parete stessa oppure adagiarsi su di essa esternamente. Normalmente si fa riferimento ai due casi definendoli porta a scomparsa o porta esterna.

Per il fatto stesso che l’anta trasla e non ruota, questo tipo di oggetto acquisisce un carattere sofisticato e piacevole, che conferisce agli ambienti un tocco di originalità.

Nel caso si desideri una porta a scomparsa, sarà necessario che il muro interessato sia realizzato con una tecnologia appropriata, poiché com’è scontato che sia non ci è permesso inserire l’alloggiamento della porta all’interno di un muro portante in pietra. L’ideale è, a tale proposito, creare un divisorio in cartongesso nel quale, fra lastra e lastra, possiamo posizionare l’infisso.

porte scorrevoli vetro
OVER-ALL – 810×125
ITALIANA CORRUGATI – 810 x 125
BILDEX – 810 x 125

Porte scorrevoli vetro e legno: accoppiamento di trasparenze e materia

Nella progettazione e realizzazione, è possibile creare prodotti di grande qualità materiale ed estetica. Uno dei punti principali su questo secondo tema, è l’accoppiamento materico tra telaio della porta e anta. Intendiamo dire che a seconda di come combiniamo assieme materiali diversi si può ottenere risultati formali diversi e vincenti.

Cominciamo con un insieme molto riuscito che accoppia:

  • Legno
  • Vetro

Di fatto, si tratta di un design convincente poiché grazie ad esso si sposano alla perfezione il legno, che è un simbolo potente della materia e della natura, e il vetro, che invece è un’immagine lampante della contemporaneità, con le sue trasparenze e il suo minimalismo geometrico.

Porte di questo tipo si addicono bene a tutti gli ambienti ma sicuramente sono particolarmente riuscite in un living, per esempio.

Porte scorrevoli vetro e alluminio: un binomio contemporaneo

Un altro modo per enfatizzare la bellezza del vetro è quello di accoppiarlo a dei materiali metallici secondo l’abbinamento, per esempio:

  • Alluminio
  • Vetro

Se nel caso appena visto il gioco si basava tutto sull’alternanza fra due materiali rappresentativi uno della natura e l’altro della produzione umana, stavolta celebriamo il solo ingegno dell’uomo. E infatti, il contrasto legno-vetro scompare e rimane solo una sorta di ode alla tecnologia e al minimalismo estetico.

Una porta di questo tipo si cala perfettamente in un appartamento ultracontemporaneo oppure in un contesto di lavoro di tipo aziendale, dove un ufficio può godere in questo modo della privacy in termini di isolamento acustico pur rimanendo aperto all’esterno all’insegna della trasparenza.

Porte scorrevoli vetro per doccia: per un bagno sofisticato

Infine, chiudiamo con una riflessione di gusto sull’appropriatezza di una porta scorrevole a vetro da impiegarsi in bagno.

Generalmente, siamo abituati a vedere sistemi di chiusura molto votati alla sola funzionalità e inoltre ad un concetto di privacy oltremodo eccessivo.

Strutture in plastica opaca, che non comunicano appeal alcuno né sotto il punto di vista funzionale né sotto quello estetico.

Allora, perché non ricorrere al vetro?

Nella nostra mentalità forse abbiamo un concetto di difesa della privacy che ci porta a valutare opportuno solo l’impiego di materiali opachi. Ma, se ci pensiamo, dopotutto siamo già in bagno e non abbiamo bisogno di isolarci visivamente oltre. E, senza dubbio, lo stile dell’ambiente ne gioverebbe.

Ad ogni modo, se avete paura di eccessiva trasparenza, non temete: potete installare una porta di vetro satinato!

Richiedi informazioni:

Share

Porte scorrevoli vetro: soluzione pratica e di design

Discussion

Leave A Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *