Pitturare le pareti: consigli per rinnovare gli ambienti

Viviamo casa nostra ogni giorno con intensità e costanza. La cucina, il living, la camera da letto sono spazi che costituiscono parte integrante della nostra vita poiché quotidianamente ci spendiamo molto tempo. Se siamo interessati a rinnovare casa per dare un’aria di novità e freschezza perduta, possiamo perseguire più strade. Alcune di queste sono più costose, come per esempio il rifacimento di tutti gli ambienti e la loro distribuzione. Altre invece possono risultare più sostenibili dal punto di vista economico e comunque efficaci. Vediamo assieme come pitturare pareti col fai da te per dare un nuovo appeal a casa nostra.

Idee per pitturare pareti: rinnovare l’interior design di casa con soluzioni cheap

Ridipingendo casa nostra, abbiamo la possibilità di rivedere con soluzioni relativamente economiche il progetto di interior design dell’abitazione. I colori hanno una capacità comunicativa notevolissima.

  • Un colore chiaro tende in generale ad alleggerire l’ambiente rendendolo più dinamico e fresco. Non è insolito infatti che gli ambienti scolastici o gli ambulatori abbiano colori chiari per facilitare la permanenza delle persone al loro interno.
  • Un colore scuro porta generalmente con sé un contenuto più impegnativo e austero. Non di rado alcuni studi professionali si caratterizzano per questi colori in modo da conferire un’idea di serietà e professionalità dell’ambiente.
  • L’azzurro è generalmente un colore rilassante, che distende e appaga la percezione di chi lo osserva, donandogli calma e serenità. Infatti può essere impiegato in modo proficuo per le camere da letto.
  • Il verde è in generale un colore che mette a proprio agio l’individuo, creando uno stato d’animo centrato e quieto. Purtuttavia nelle sue varianti manifesta sfumature concettuali diverse. Un verde salvia bene si addice per esempio ad una cucina. Mentre un verde più chiaro si presta ad uno studio perché seppure sia un colore disteso, è comunque stimolante e aiuta la concentrazione e la produttività.
pitturare pareti
OVER-ALL – 810×125
ITALIANA CORRUGATI – 810 x 125

Come pitturare una parete con pennello: il fai da te passo passo

Ora, vediamo come procedere in termini operativi per fare un buon lavoro.

Ecco innanzitutto di cosa dobbiamo munirci:

  • Scatoloni o rulli di cartone che disporremo sul pavimento, così da evitare traumi tipo urti o ammaccature durante le lavorazioni.
  • Teli per coprire di dimensioni varie, generalmente 4x4 metri.
  • Tinta per pareti: ne esistono vari tipi, come classica a base gesso, lavabile, idropittura. Scegliete quella che fa al caso vostro.
  • Pennellessa grande per dipingere le pareti.
  • Pennello piccolo per ripassare i profili delle pareti, ovvero spigoli e quant’altro.
  • Rullo se volete velocizzare le operazioni.
  • Secchi per contenere e miscelare il prodotto.

Per procedere alla tinteggiatura della parete, dapprima accertatevi che sia in buone condizioni.

Diciamo che prima di tutto dovete analizzare lo stato della parete. È chiaro che si può procedere alla stesura della tinta se la superficie è già in buone condizioni. Se sono presenti cavillature e fessure, dovete prima stuccare e riportare in piano la superficie. A tale proposito , e se lo reputate utile, leggete “Come stuccare una parete: metodi pratici per il fai da te”.

Comunque, in generale, procediamo come segue:

  1. Stendete i cartoni.
  2. Stendete i teli sopra i cartoni.
  3. Preparate la tinta: in primis diluite la tinta secondo le giuste proporzioni. In seguito utilizzate un secchio che riempirete solo in parte, per evitare di spostare troppa tinta tutta assieme e quindi troppo peso che vi affaticherebbe.
  4. Procedete dall’alto verso il basso: così facendo un’eventuale goccia caduta sotto di voi sulla parete, può essere pulita con un colpo di pennello al successivo passaggio. Di conseguenza, è opportuno che partiate dal soffitto.
  5. Una questione a parte sono i profili, ovvero gli spigoli degli ambienti, delle nicchie e quant’altro. Questi li passerete appositamente con il pennello piccolo.

Pitturare pareti con rullo: un modo per velocizzare le operazioni

Se intendete procedere con il rullo, nulla cambia rispetto a quanto detto per il pennello.

Vi consigliamo solo di fare attenzione al fatto che il rullo è in grado di caricare molto più colore rispetto ad un pennello. Quindi il rischio di gocce è maggiore. Dovrete pertanto prestare maggiore cura e impratichirvi un po’.

Va ammesso che l’effetto finale non è della stessa identica qualità di quanto ottenibile con la pennellessa, e rimane sempre un minimo effetto a buccia d’arancia a lavoro finito.

Pitturare pareti alte: i rischi del caso

Infine, un’ultima considerazione sui lavori in quota, ovvero sull’altezza alla quale lavorerete.

Normalmente, gli ambienti domestici non superano i 3 metri di altezza. Pertanto negli interni i problemi sono generalmente minimi. Al massimo è necessario dotarsi di una scala a libro e niente più.

Se invece procediamo all’esterno, le cose si complicano poiché le altezze possono aumentare. In tal senso, vi sconsigliamo vivamente di procedere autonomamente. Infatti, se lavorare su una scala a libro a qualche gradino di altezza richiede solo un po’ di attenzione e niente più, spingersi a quote più alte può essere davvero pericoloso e una caduta è assolutamente da evitare.

Richiedi informazioni:





Nome*
Cognome*
CAP*
Città*
Email*
Telefono
Compila il campo "Telefono" per una comunicazione più rapida
Tipologia Utente
Scrivi la tua richiesta*
Dichiaro di aver letto e accetto l'informativa sulla privacy

Share

Pitturare le pareti: consigli per rinnovare gli ambienti

Discussion

Leave A Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *