Pittura termoisolante per interno, per esterno e prezzi

Nel recente periodo la sensibilità verso le questioni energetiche è molto cresciuta. Buona parte del nostro costruito residenziale risale al ‘900, al periodo della grande ricostruzione postbellica. In quella fase storica, non si era ancora sviluppata una sufficiente consapevolezza in termini di questioni climatiche, così ad oggi ci troviamo spesso a vivere in edifici caldi in estate e freddi in inverno. Fra i molteplici prodotti inseriti nel mercato al fine di coibentare termicamente le abitazioni, una soluzione tecnologicamente davvero interessante è rappresentata dalla pittura termoisolante. Vediamo insieme che cosa sono, quali applicare all’interno, quali all’esterno, i loro prezzi e che risultati possiamo ottenere.

Che cosa fa la pittura termoisolante?

L’aggettivo “termoisolante” associato a “pittura” ci comunica già di per sé che si tratta di una pittura con capacità atte a coibentare termicamente la parete sulla quale la tinta viene applicata. Forse abbiamo sentito o visto una qualche pubblicità, forse un qualche amico ce ne ha parlato con estremo entusiasmo. Ebbene, tali prodotti possono in effetti avere riscontro sul beneficio termico delle nostre abitazioni. Certo, sarebbe inesatto auspicare un effetto paragonabile ad un termocappotto. Il buon senso da solo ci porta a pensare che lo spessore massimo fra ciclo esterno e interno alla parete non superi i 3 millimetri circa.

Come può uno spessore così esiguo influire quanto 8 o 12 cm di pannello isolante? Vediamolo insieme.

pittura termoisolante interni

Le vernici termoisolanti per interno

Queste particolari vernici termiche e isolanti si servono di nanotecnologia. La tinta è sostanzialmente composta di legante e solvente, presenta all’interno della sua miscela delle nanoparticelle, microsfere cave di ceramica. Tali sferette sono contenute in dosi estremamente massicce e possiedono dimensioni infinitesime; parliamo di un diametro nell’ordine dai 2 ai 200 nanometri, dove un nanometro vale un miliardesimo di metro. Queste particelle, per via dello loro minuscole dimensioni riescono a stare in sospensione nella miscela.
Quando applichiamo la miscela alla parete, tali microsfere si dispongono all’interno dello strato di tinta e formano di fatto una sottile barriera di corpi cavi, un’intercapedine atta ad isolare termicamente la parete.

Le vernici termoisolanti per esterno

Nel caso delle pareti esterne il discorso non cambia. Si presentano sempre delle nanosfere in sospensione all’interno della tinta. La differenza sta nel fatto che la tinta possiede i giusti leganti per poter resistere alle intemperie e agli agenti atmosferici in genere, ma non solo!
All’interno della miscela sono contenuti degli additivi particolari che conferiscono al prodotto una capacità riflettente nei confronti dei raggi solari, questo passaggio risulta di fondamentale importanza.

In estate una parte del calore negli spazi interni deriva dal fenomeno fisico dei raggi solari che investono la parete in modo diretto, il cosiddetto irraggiamento. Questo è il motivo per cui di fatto, in piena estate se siete all’interno di un qualunque ambiente costruito composto da due stanze, rispettivamente una a sud e l’altra nord, nel semplice passaggio dall’una all’altra sentirete una differenza palpabile, stimabile anche intorno ai 2-3 gradi. Sebbene esternamente la temperatura sia la medesima, l’ambiente non investito dal sole è più fresco.
Se quindi applicate della pittura termoisolante sulla facciata esterna di casa vostra, rifletterà i raggi solari verso l’esterno, impedendo di attraversare il pacchetto murario con facilità.

pittura termoisolante esterni

Tinte termoisolanti prezzi e i risultati

In definitiva si stima che una parete trattata sia internamente sia esternamente con un prodotto del genere possa avere benefici termici, non miracoli come detto ma di certo vantaggi consistenti in relazione all’onerosità dell’intervento.

Da alcuni esperimenti si è valutato che una mano corposa di una vernice termica ed isolante possa dare un beneficio che va dagli 0.40 agli 0.70 gradi di differenza. Se pensate di applicare 2 importanti mani all’interno e altrettante all’esterno, potreste guadagnare fino ad 1.50 gradi. La tinteggiatura di casa è una mansione da prevedere a cicli regolari, prevedere questo tipo di pittura può essere una valida strategia da adottare perché recuperereste quasi due gradi in modo del tutto passivo, con zero spese nell’utilizzo quotidiano. Per quanto riguarda i prezzi relativo a questa particolare pittura dobbiamo dire che trattasi di un prodotto non molto economico. Manodopera esclusa a seconda dei casi, si può spendere dai 3-4 euro a metro quadro fino a 10 euro. Sono comunque spese detraibili al 50%.
Vi ricordiamo che le pitture termoisolanti non possono da sole risolvere il problema dell’isolamento termico di un edificio, ma rappresentano una strategia vincente nel lungo periodo.

Richiedi informazioni:





Nome*
Città*
Email*
Telefono
Compila il campo "Telefono" per una comunicazione più rapida
Tipologia Utente
Scrivi la tua richiesta*
Dichiaro di aver letto e accetto l'informativa sulla privacy

Share

Pittura termoisolante per interno, per esterno e prezzi

Discussion

Leave A Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *