Pittura da esterno: quale scegliere per un risultato a lunga durata

La scelta della pittura da esterno passa attraverso l’analisi accurata delle caratteristiche specifiche delle superfici da verniciare. Solo in questo modo è possibile sapere come scegliere le migliori vernici e come sfruttare al massimo le caratteristiche tecniche delle varie pitture da esterni.

Pittura da esterno quale scegliere per non sbagliare

Se vuoi scoprire come verniciare i muri esterni di un edificio senza commettere errori, è importante prima di tutto approfondire i criteri da seguire nella scelta delle pitture da esterno:

  • resistenza agli agenti atmosferici
  • resistenza a usura e inquinamento
  • capacità di respingere i raggi solari
  • scelta del colore e delle tecniche di verniciatura
  • grado di copertura

Pittura da esterno quale scegliere in base alle varie tipologie

La premessa a qualsiasi discorso estetico o funzionale è che la scelta della pittura da esterno deve ricadere solo su prodotti adatti e della massima qualità. Vernici da esterni di scarsa qualità, infatti, non sono in grado di  prevenire e risolvere i fattori di degrado.

Perciò, per mantenere pareti e muri esterni in buono stato per molti anni occorre scegliere una pittura di qualità, adatta allo specifico contesto climatico dell’abitazione, allo stato della facciata e all’eventuale presenza di umidità, muffe e/o alghe.

E’ evidente che un’abitazione che si trova in una zona di mare, soggetta all’usura di vento, umidità e salsedine, avrà bisogno di un prodotto specifico diverso rispetto a quello che dovremmo usare se la struttura si trovasse in alta montagna con temperature sotto lo zero. Per una casa in città, esposta a traffico e inquinamento, sarà necessario utilizzare una pittura da esterno che protegga dall’azione corrosiva dello smog, mentre per strutture situate in luoghi caldi e torridi sarà più importante schermare i muri dalla potenza dei raggi UV.

pittura da esterno
OVER-ALL – 810×125
ITALIANA CORRUGATI – 810 x 125
BILDEX – 810 x 125

Pittura quarzo

Se il muro esterno è sano e in buono stato, probabilmente desideri solo rinfrescare il look dei muri esterni dell’edificio e cambiare l’impatto estetico attraverso un colore nuovo o una finitura diversa.

In tutti questi casi, ossia quando non bisogna intervenire pesantemente sul ripristino della facciata o sulla risoluzione di problematiche specifiche (aloni, macchie, erosione, formazione di muffe, funghi, risalita capillare, efflorescenze saline, ecc), puoi scegliere una pittura per esterno al quarzo.

La pittura quarzo è durevole nel tempo, molto resistente, inodore e lavabile con acqua. Ideale anche per dipingere il barbecue in muratura, muretti divisori e oggetti d’arredo per esterni.

Pitture acriliche

Quando i muri sono in buone condizioni ma lo stato della pittura è danneggiato, usurato e mostra cedimenti, per il ripristino del colore è preferibile utilizzare le pitture acriliche.

Come la pittura al quarzo, anche la pittura acrilica è inodore e lavabile con acqua, resiste a lungo nel tempo e si applica facilmente. Le pitture acriliche, rispetto all’altra tipologia, riescono però a schermare meglio dai principali fattori esterni di usura della pittura e del colore.

Si tratta infatti di una pittura a bassa presa di sporco che evita il depositarsi di smog, sporco e polvere, mantenendo intatta la facciata più a lungo.

Pittura silicati

La pittura ai silicati di potassio può essere la soluzione ideale per tinteggiare pareti esterne particolarmente usurate dagli agenti atmosferici e per tutti i casi in cui i muri presentano un eccesso di umidità capillare o umidità da risalita.

La pittura silicati è un prodotto risanante che presenta anche caratteristiche di prevenzione contro la formazione di muffe, funghi e alghe. Penetrando in profondità all’interno dei muri, il prodotto favorisce un processo di cristallizzazione delle sostanze minerarie che determina una migliore amalgama tra il muro e la pittura.

Scopriamo anche gli altri punti di forza della pittura ai silicati di potassio:

  • eccellente resistenza agli agenti atmosferici, compresi raggi UV e piogge acide, e all’usura del tempo
  • elevata permeabilità al vapore acqueo
  • adatta anche a verniciare superfici umide

L’utilizzo della pittura silicati è invece sconsigliato per verniciare superfici in legno e strutture in cartongesso.

Resine sintetiche

Le resine sintetiche sono caratterizzate da una grande versatilità di utilizzo. Sono infatti adatte a verniciare numerose superfici: metallo, legno, materie plastiche, vetro, gesso e altri materiali spesso utilizzati nel settore della decorazione (vimini, sughero, ecc).

Rispetto alle pitture acriliche presentano un maggior grado di brillantezza e luminosità, oltre che un potere coprente superiore. Di contro, le pitture a base di resina sintetica sono meno resistenti delle vernici acriliche e delle pitture ai silicati nei confronti degli agenti corrosivi e atmosferici, dei detergenti e dell’usura del tempo.

Pittura da esterno quale scegliere in base al prezzo

Sebbene il fattore principale da considerare per una scelta oculata della vernice da esterni non sia il prezzo bensì la qualità e la compatibilità della vernice stessa con le caratteristiche delle superfici da trattare, è utile dare uno sguardo anche ai costi medi delle varie tipologie di prodotti.

Un barattolo da 5 litri di pittura quarzo di colore bianco costa tra i 30 e i 40 euro, in base alla presenza o meno di alcune caratteristiche specifiche (antialga, antimuffa, ecc). Prezzi simili per le pitture base acrilica. Le pitture ai silicati hanno un costo leggermente superiore, tra i 40 e i 60 euro per 5 litri di prodotto.

Richiedi informazioni:

Share

Pittura da esterno: quale scegliere per un risultato a lunga durata

Discussion

Leave A Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *