Pavimenti per esterno: quali materiali usare e come sceglierli

Pavimentando una superficie otteniamo molteplici risultati che ci garantiscono miglioramenti funzionali ed estetici. Infatti uno spazio adeguatamente pavimentato garantisce calpestabilità, pulizia e igiene: tutte qualità che un selciato o un semplice massetto di calcestruzzo non possono offrire. Grazie alle numerose scelte che abbiamo a disposizione possiamo progettare gli ambienti come preferiamo. Una soluzione in gres avrà un effetto estetico diverso da una soluzione con uso di autobloccanti. Studiamo le possibilità progettuali per creare pavimenti per esterno adatte al contesto, al nostro gusto e al nostro budget.

Pavimentazioni per esterni: la nostra guida alla scelta

In molti casi è necessario provvedere alle pavimentazioni per esterni. La necessità si presenta infatti per tanti luoghi specifici di passaggio o sosta:

  • Pavimentazioni esterne per sentieri/viottoli in giardino
  • Pavimentazioni esterne per garage e box auto
  • Pavimentazioni esterne per terrazze e balconi

La messa in opera delle pavimentazioni per esterni deve garantire un piano finito perfettamente complanare, privo di insidie che possano mettere a rischio il loro utilizzo. Per fare questo, un fattore importante è il comportamento nei confronti dello scivolamento. Gli elementi posti in opera devono avere un minimo di ruvidezza e questa viene regolata anche ai sensi di normativa, nello specifico esistono due leggi tedesche: la DIN 51130 e la DIN 510097.

Un altro fattore importante nella pavimentazione esterna è la permeabilità. Se stiamo pavimentando o lastricando una zona esterna posta a terra, la cosa migliore è realizzare interventi che permettono all’acqua di percolare fino al terreno.

pavimenti per esterno
Mapei Ecolastic 800×110

Pavimenti per esterno carrabili

Innanzitutto, se non parliamo di balconi o terrazzi, dobbiamo distinguere se si tratta di:

  • Pavimento per esterno carrabile
  • Pavimento per esterno non carrabile

Ora, se dovete lastricare il vostro giardino e l’unico ingresso disponibile è una porta larga 1 metro, siete certi che non c’è bisogno alcuno di realizzare un sistema carrabile. Ma in altre occasioni anche uno spazio che prevedete non carrabile potrebbe diventarlo. Per esempio un banale marciapiede.

I materiali riscontrabili nel mercato per pavimentazioni di questo genere sono numerosi:

  • Pietra
  • Cotto
  • Elementi in calcestruzzo tipo auto masselli autobloccanti
  • Gres

I masselli autobloccanti sono un’ottima soluzione se avete bisogno di garantire stabilità al passaggio di auto, perfetta pedonabilità e al contempo permeabilità del terreno. Sono inoltre economici e questo certo è di aiuto.

Il massello è un elemento in calcestruzzo gettato in piccole casseformi atte a conferire la forma voluta. La miscela di calcestruzzo può essere colorata in più modi.

Immaginando che vogliate pavimentare il resede di casa vostra, creando anche uno spazio auto, dovreste procedere come segue se intendeste muovervi col fai da te:

  • Ricavare innanzitutto un piano più o meno omogeneo e complanare dal quale iniziare l’opera
  • Sul perimetro stabilito disporre una cordolatura di calcestruzzo o altro materiale per fare da contorno alla pavimentazione
  • Stendere una base di ghiaione a fini drenanti
  • Stendere sopra uno strato di sabbia di fiume in modo da avere un letto sul quale adagiare i masselli e lavorarli per ricavare una superficie complanare finita
  • Compattare la sabbia disposta in modo da renderla meno soggetta ad assestamenti differenziali che rovinino il piano
  • Posare i masselli con cazzuola, mazzetta da pavimentazione, regolo e bolla
  • Sigillare i giunti

Questo sistema per esterni è molto efficace ed economico. Le colorazioni con cui giungono i masselli sono di vario genere. Per questo le fantasie sono numerose e potete davvero sbizzarrirvi a creare disegni di vario genere nella posa. Essendo elementi di circa 8-10 centimetri per 15-20 e con spessore variabile fra i 4-6-8 cm, potete maneggiarli comodamente e realizzare da soli anche opere consistenti, se non andate di fretta!

Il pavimento esterno per terrazzi

Per quanto riguarda invece altri tipi di pavimentazioni per terrazze e balconi, in tale caso dovete muovervi su altri tipi di prodotti. Il massello è infatti molto pesante e chiaramente non adeguato al contesto. Normalmente si procede con l’utilizzo di ceramiche e più specificatamente con il gres porcellanato oppure si realizzano pavimentazioni galleggianti su piedini.

Fate però attenzione! In questo caso il supporto deve essere assolutamente impermeabile per evidenti motivi! Esistono modalità classiche per garantire l’impermeabilizzazione del solaio piano, anche se ormai per la maggiore vanno le guaine liquide bicomponenti, che una volta indurite mantengono comunque un’ottima deformabilità e quindi sono perfettamente in grado di resistere all’alternanza caldo-freddo.

Qual è il prezzo dei pavimenti per esterni carrabili?

Come accennato l’autobloccante è una strategia valida anche dal punto di vista economico.

Pertanto è interessante chiudere questo articolo con uno scenario economico di riferimento. Non dimentichiamo che a seconda del carico d’esercizio previsto, lo spessore varia. Maggiore il carico, maggiore lo spessore, e anche questo influenza sul prezzo di fornitura.

Ciò detto, il prezzo di acquisto dei masselli va dagli 8 euro fino ai 15-17 euro a metro quadrato e la posa può andare dai 15 ai 30 euro a metro quadrato, per un prezzo totale di circa 30-50 euro a metro quadrato.

Richiedi informazioni:





Nome*
Cognome*
CAP*
Città*
Email*
Telefono
Compila il campo "Telefono" per una comunicazione più rapida
Tipologia Utente
Scrivi la tua richiesta*
Dichiaro di aver letto e accetto l'informativa sulla privacy

Share

Pavimenti per esterno: quali materiali usare e come sceglierli

Discussion

Leave A Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *