Misure piatti doccia: spopolano le soluzioni extra-large

Insieme alla vasca da bagno, la doccia è l’elemento d’arredo che maggiormente attira gli sguardi all’interno del bagno. Ciò è dovuto al fatto che le cabine doccia vengono realizzate in materiali pregevoli dal punto di vista estetico e con un design sempre più ricercato e accattivante.

I rivestimenti spaziano dalle superfici più fredde e materiche, come pietra naturale e cemento, ai materiali più caldi e accoglienti, come i laminati e il legno. Di gran tendenza anche le piastrelle mosaico e le resine cementizie effetto “cemento grezzo”.

Per quanto riguarda le ante, sempre belli ed eleganti sono i vetri in cristallo o in vetro trasparente extrachiaro.

E il materiale del piatto doccia? Si va dal classico piatto doccia acrilico al più raffinato (e costoso) piatto doccia cristallo. Molto in voga anche le pedane antiscivolo in teak o in legno marino.

Piatti doccia: via libera alle maxi-misure

Discorso a parte meritano le misure piatti doccia.

Accanto alla classica doccia in ceramica con piatto doccia standard e doccia saliscendi, vanno infatti affermandosi sempre di più le soluzioni atipiche e “allargate”, in grado di migliorare il comfort e trasformare il bagno in una sorta di SPA privata.

Tra le docce fuori standard di maggior tendenza troviamo gli ampi e suggestivi box doccia Walk-in e le cabine doccia extra large, complete di funzioni super rilassanti come idromassaggio e trattamento cromoterapia.

Prima di dare uno sguardo alle varie misure dei piatti doccia non standard e alle varie forme del piatto doccia, occorre precisare che il box doccia deve essere progettato in modo tale da integrarsi in maniera logica e armoniosa all’interno del bagno. Di conseguenza, la misura del piatto doccia deve essere proporzionata alla metratura.

È chiaro che una doccia gigante che occupa tutto lo spazio vitale del bagno sarebbe inopportuna (oltre che insensata) in un ambiente di ridotte dimensioni, così come sarebbe uno spreco non installare una bella e spaziosa cabina doccia in un bagno padronale di ampia metratura.

misure piatti doccia
OVER-ALL – 810×125
ITALIANA CORRUGATI – 810 x 125
BILDEX – 810 x 125

Da XS a XL: misure piatti doccia

Prendendo come riferimento la misura standard del piatto doccia, la dimensione di un piatto doccia fuori standard (personalizzato e su misura) può variare da extra-small ad extra large. La scelta dell’una o dell’altra misura dipende dallo spazio a disposizione e dalle esigenze abitative, ed incide sul costo finale della doccia stessa.

Vediamo le principali misure piatti doccia:

  • Doccia piccolissima (70 x 70 cm): una misura così piccola è sconsigliata, se non in casi di reale assenza di spazio
  • Doccia piccola (80 x 80 cm): anche in questo caso, è preferibile limitare la scelta di una doccia quadrata da 80 cm solo per mini-bagni, bagni di servizio o bagni di case vacanza
  • Doccia standard (70 x 90 cm): la misura 70 x 90 è ancora molto diffusa, sebbene negli ultimi anni, come valore standard, si stiano affermando maggiormente le misure piatti doccia 80 x 90 cm. Si tratta di una dimensione sufficientemente comoda per muoversi all’interno del box doccia, e sicuramente più adatta alle moderne esigenze di comfort e relax in bagno
  • Doccia grande: dai 90 x 90 cm in su possiamo parlare di doccia comoda e spaziosa per una persona di corporatura media. È sempre possibile progettare una doccia grande personalizzata e con misure atipiche (ad esempio, 80 x 100 cm o 90 x 120 cm)
  • Doccia Walk-in: le Walk-in sono delle cabine doccia aperte dotate di una sola anta fissa e di un passaggio aperto, senza ante, per entrare e uscire dalla doccia in totale libertà. Questa soluzione richiede più spazio della tradizionale cabina doccia chiusa. La misura ottimale parte da una larghezza minima di 100 cm

Doccia angolare: piatti doccia semicircolari e angolari

Un’ottima soluzione salvaspazio è la doccia angolare. Sebbene tale soluzione venga scelta essenzialmente per recuperare centimetri in un bagno piccolo, esistono anche piatti doccia semicircolari e piatti doccia angolari di misure più grandi rispetto allo standard.

Prima di optare per questa soluzione, è bene tenere a mente che il box doccia semicircolare toglie più spazio interno rispetto ad un modello rettangolare di pari dimensioni. In sostanza, i centimetri recuperati in spazio esterno vanno a discapito della fruibilità e della comodità della doccia. Per ovviare a tale problema, è possibile scegliere i modelli con due uniche ante (anziché due fisse e due scorrevoli), che rendono più agevole l’ingresso in doccia.

La forma semicircolare del piatto doccia a volte viene scelta come soluzione stilistica tout court, ossia come alternativa alla classica forma rettangolare o quadrata. La linea sinuosa e arrotondata del piatto doccia e delle ante conferisce infatti un tocco di classe ed eleganza all’ambiente.

Box e piatto doccia: prezzi medi

Per un box doccia piccolo da installare in un bagno di servizio possiamo optare per un modello base dai 50-80 euro.

Se ad utilizzare la doccia è una sola persona o una coppia, un box doccia di medie dimensioni e medio costo, intorno ai 150-250 euro, può essere sufficiente.

La soluzione ideale per una famiglia con bambini è invece una doccia grande e spaziosa, realizzata in materiali resistenti e duraturi. In questo caso bisognerà spendere intorno ai 300-400 euro.

Un box doccia di design con piatto in cristallo e dimensioni Walk-in può arrivare a costare anche 1.500/2.000 euro.

Richiedi informazioni:

Share

Misure piatti doccia: spopolano le soluzioni extra-large

Discussion

Leave A Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *