Miscelatore termostatico come funziona e quanto costa

La doccia rappresenta un momento fondamentale della giornata. A seconda del lavoro che facciamo e di come viviamo emotivamente tale esperienza, possiamo dedicarci all’igiene del nostro corpo in momenti diversi.

Alcuni di noi potrebbero aver bisogno di infilarsi sotto la doccia appena svegli, così da energizzarsi sotto il getto costante dell’acqua e cominciare col piede giusto le ore di ufficio. Altri invece potrebbero svolgere lavori fisici all’aperto e, quindi, desiderare una lunga doccia bollente in inverno o un’appagante doccia fresca in estate.

In ognuno di questi casi, quel che è certo è che tutti abbiamo perso la pazienza almeno una volta, cercando di ottenere la temperatura giusta dell’acqua prima di entrare in cabina. Oppure, abbiamo tirato il fiato quando improvvisamente l’acqua diventava gelida perché qualcuno tirava lo sciacquone del bagno.
Per questi motivi, vediamo oggi il come funziona il miscelatore termostatico, così da risolvere i fastidi appena esposti in modo definitivo.

Come funziona un miscelatore termostatico?

Per comprendere il funzionamento del miscelatore termostatico e di cosa stiamo parlando, merita concederci una brevissima digressione etimologica.

Il vocabolo termostatico deriva dal greco antico, in cui la parola “termos” significa calore e “stasis” indica l’atto di rimanere fermi.

Ecco fatto che possiamo intuire come tale apparecchio abbia la finalità di raggiungere una temperatura dell’acqua di nostro piacimento e mantenerla costante.

Questo con i dispositivi classici non è possibile. Infatti con questi dobbiamo adoperarci a miscelare manualmente i flussi di acqua. La fredda giunge direttamente dall’acquedotto mentre la calda proviene dalla caldaia, la quale ha una temperatura costante di mandata. Se qualcuno apre altrove un rubinetto, i flussi e la pressione dell’acqua della nostra utenza si alterano e rischiamo di essere raggiunti da una doccia gelida o bollente.

Per capire la funzione del miscelatore termostatico consideriamo che, al suo interno, è presente una valvola termostatica che regola appunto la temperatura dell’acqua in entrata assicurandoci il comfort atteso.

miscelatore-termostatico-come-funziona
Gyproc – Habito Forte – 800×110

Come regolare un miscelatore termostatico

Generalmente i miscelatori di questo tipo sono dotati di una rotella mobile, o un qualunque dispositivo che varia a seconda del design, sulla quale vengono riportate le temperature in gradi e con la quale quindi possiamo impostare la temperatura di nostro gradimento. In automatico, dopo qualche istante l’acqua giunge calda come a noi piace e così si mantiene.

Inoltre sulla rotella in questione, è presente un sistema di sicurezza per cui la temperatura non può salire sopra una certa soglia, di solito i 38°, se non premendo un apposito tasto.

Questo ci assicura che non ci ustioneremmo se, distrattamente, impostassimo una temperatura eccessiva.

Quali sono i vantaggi del miscelatore?

Dopo aver visto come funziona il miscelatore termostatico, elenchiamo i suoi principali pregi, dei quali merita assolutamente tenere conto:

  • Comodità: con esso non abbiamo il problema di perdere tempo impostando manualmente la doccia, nella speranza di non bagnarsi mentre l’acqua scorre ancora fredda. Trovata l’impostazione che ci soddisfa, non faremo altro aprire e chiudere il rubinetto.
  • Sicurezza: abbiamo già visto infatti che possiamo evitare di scottarci, e questo vale a maggior ragione per bambini e anziani.
  • Risparmio: con i miscelatori tradizionali, come detto, prima di ottenere la temperatura giusta passa del tempo e quindi una parte dell’acqua va sempre persa. Nel tempo, si può stimare uno spreco anche consistente che con il miscelatore termostatico viene scongiurato.
miscelatore termostatico come funziona

Miscelatore termostatico: prezzi di mercato

Vediamo infine che spesa dobbiamo affrontare per portare a casa nostra tale comfort.
Come in molti altri casi, l’articolo in questione può rientrare in più fasce di prezzo. Il consiglio nostro, però, è quello di non acquistare un prodotto scadente. Nel tentativo di risparmiare alcune decine di euro, infatti, rischiamo di installare componentistiche di bassa qualità e trovarci, dopo poco tempo, con la valvola termostatica guasta e quindi al punto di partenza.

Un prezzo credibile per una spesa di qualità può andare dai 150 ai 250 euro circa o più.
Tenete conto, certamente, che avrete bisogno di un idraulico che vi installi il tutto, anche se si tratta di una procedura rapida.

Richiedi informazioni:





Nome*
Cognome*
CAP*
Città*
Email*
Telefono
Compila il campo "Telefono" per una comunicazione più rapida
Tipologia Utente
Scrivi la tua richiesta*
Dichiaro di aver letto e accetto l'informativa sulla privacy

Share

Miscelatore termostatico come funziona e quanto costa

Discussion

Leave A Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *