Riscaldamento: ridurre i consumi con il massetto radiante

Si parla sempre più frequentemente di efficientamento energetico degli edifici e, quando ci si trova a ristrutturare una casa, è bene prendere in considerazione di rifare o ammodernare l’impianto di riscaldamento. Se anche i pavimenti devono essere cambiati, una buona soluzione è quella di mettere il riscaldamento a terra e il massetto radiante PaRis 2.0 è un ottimo prodotto per la posa in opera dell’impianto di riscaldamento a pavimento.

Come funziona il massetto radiante per l’impianto di riscaldamento a pavimento

L’impianto di riscaldamento a pavimento è un ottimo metodo per mantenere la temperatura degli ambienti delle nostre case piacevole senza incidere in maniera gravosa sui costi mensili di gestione del riscaldamento. Questo sistema funziona mediante l’applicazione sotto il massetto di serpentine in cui scorre acqua calda che irradia calore uniformemente da sotto la pavimentazione. Un impianto di riscaldamento a pavimento funziona a pieno regime già a basse temperature ed è questo che permette un eccellente margine di risparmio energetico.

Questa tipologia di soluzione prende anche il nome di pavimento radiante e necessita di alcuni accorgimenti affinché funzioni in maniera ottimale. Uno dei fattori più importanti è, appunto, il massetto radiante. Una soluzione per il massetto radiante come PaRis 2.0 permette di convertire gran parte del calore all’interno delle serpentine in riscaldamento effettivo egli ambienti grazie alla grande capacità di conducibilità termica di questo massetto radiante.

La conducibilità termica fa la differenza

Per capire perché è importante che il massetto radiante abbia una buona conducibilità termica è bene spendere due parole su che cosa sia, in effetti, la conducibilità termica. La conducibilità termica si indica con la lettera greca λ (lambda) ed è la capacità che un materiale ha di farsi attraversare da una determinata quantità di energia termica. Più è basso il valore di λ più il materiale isola dal caldo, più è alto più riesce a trasmetterlo. Si comprende facilmente ora quanto sia importante avere un alto valore di λ in un massetto quando si va a trattare di un pavimento radiante.

PaRis 2.0 grazie all'elevato coefficiente di conducibilità termica certificato (λ = 2,02 W/mK) è il massetto radiante estremamente conduttivo e ottimizza le prestazioni dell’intero sistema di riscaldamento / raffrescamento a pavimento, favorendo la migliore ed omogenea trasmissione del calore negli ambienti. Per garantire la miglior conducibilità termica possibile sono stati fatti test sul campo con software specifici che dimostrano come PaRis2.0 offra prestazioni del 7% migliori rispetto ad altre tipologie di massetto radiante. La gestione del pavimento radiante ad una temperatura dell’acqua più bassa, come già accennato, si traduce in un effettivo risparmio energetico dell’intero sistema: i consumi energetici sono ridotti e l’impianto pavimento può sfruttare al meglio le caratteristiche proprie delle caldaie a condensazione o delle pompe di calore da cui si irradia l’energia e il raggiungimento del comfort termico si raggiunge in minor tempo.

Campi d’impiego del massetto radiante PaRis2.0

Grazie al suo spessore ridotto, si può arrivare fino a uno spessore di soli 3 cm, il massetto radiante PaRis2.0 è l’ideale per le ristrutturazioni anche in ambienti al limite della soglia di altezza accettabile per gli standard di abitabilità e relative deroghe. La sua particolare composizione lo rende adatto alla posa di ogni genere di pavimento, anche quelli sensibili all’umidità come il parquet, il PVC, il linoleum e la gomma. PaRis2.0 è anche antiritiro e si presta, quindi, anche alla copertura di grandi superfici, con estensioni di pavimenti radianti adatti alla posa di grandi formati.

Richiedi informazioni sui prodotti presenti nell'articolo:





Prodotto*
 Leca PaRis 2.0

Nome*

Cognome*

La tua email*

Tipologia Utente*

Città*

Numero di telefono

Scrivi la tua richiesta*

Dichiaro di aver letto e accetto l'informativa sulla privacy

Share

Riscaldamento: ridurre i consumi con il massetto radiante