Intonacare una parete: quali prodotti usare e come fare

L’intonaco è uno strato superficiale di malta che viene applicato alle pareti quando la malta è ancora allo stato di miscela molle e lavorabile. In questo modo si porta la parete dallo stato grezzo, in cui compaiono ancora mattoni, pietre e blocchi con giunti a vista, allo stato finito in cui si ottiene un piano finito e pulito. Quindi si risolvono problemi estetici, di spolveramento e di igiene. Intonacare una parete autonomamente può rappresentare un’occasione per imparare una nuova competenza misurandosi con il fai da te e anche per risparmiare un po’. Vediamo assieme l’attrezzatura necessaria, i materiali e la procedura per realizzare un intonaco a regola d’arte con il fai da te.

Intonacare una parete: quali sono gli attrezzi da prevedere?

Per intonacare una parete è necessario munirsi dapprima dei seguenti strumenti di lavoro:

  • Miscelatore per intonaco oppure, qualora dobbiamo realizzare una superficie limitata, possiamo impastare a mano la malta
  • Secchi per contenere l’intonaco
  • Cazzuola per lavorare l’impasto
  • Eventualmente spatola americana lunga (40 cm tipicamente)
  • Frattazzo per intonaco, ideale per la preparazione delle superfici, per lisciare e regolarizzare, prima dell'applicazione dell'intonaco
  • Regolo di alluminio chiamato gergalmente anche staggia, per rendere perfettamente complanare la specchiatura dell’intonaco
  • Eventuale raschiatore
  • Livella e filo a piombo per fissare i piani dell’intonaco

Ovviamente questi attrezzi per intonacare un muro hanno un loro costo e costituiscono un piccolo investimento. È però da aggiungere che sono tutti costi contenuti e che, una volta acquistati, rimangono a noi per qualunque altra necessità. L’unico attrezzo che può avere davvero un peso economico consistente è il miscelatore.

Ad esso si aggancia una frusta di miscelazione per agitare l’impasto. Volendo, in alternativa al miscelatore, si può comprare un trapano. Può sostituire il miscelatore a patto che non si debba intonacare superfici troppo considerevoli. Il trapano ci rimarrà e ci farà più frequentemente comodo in molteplici occasioni della vita quotidiana. Il suo prezzo può aggirarsi dai 150 ai 400 euro. Con 300 euro si trova un prodotto già di ottima qualità e praticamente professionale.

Intonacare una parete
Gyproc – Habito Forte – 800×110

Intonacare un muro: come si prepara l’intonaco?

Per intonacare il muro di casa occorre iniziare dall'intonaco, esso può essere preparato seguendo due metodologie:

  • Intonaco civile classico, che si impasta mescolando sabbia, calce, una parte meno consistente di cemento e acqua
  • Intonaco civile predosato, che si ottiene tramite sacchetti in cui inerte e legante sono contenuti all’interno di tasche separate dello stesso sacco e richiede la sola aggiunta di acqua
  • Intonaco premiscelato, che si acquista in sacchetti con tutti gli ingredienti già miscelati assieme ed è pronto all’impasto

Intonacare una parete: gli 8 step necessari

Per rivestire una superficie muraria di intonaco è necessario procedere secondo i seguenti step:
  • Il muro deve essere pulito e libero da residui oleosi che abbatterebbero tremendamente il potere adesivo della malta;
  • Bagnare abbondantemente la parete anche in funzione delle condizioni climatiche esterne: in inverno è sufficiente passare una spruzzata di acqua, in estate talvolta è richiesto bagnare anche in più cicli;
  • Impastare l’intonaco ottenendo una consistenza poco densa: l’intonaco deve essere applicato al muro con gesti vigorosi della cazzuola oppure spatola americana: se è troppo povero di acqua non è sufficientemente lavorabile;
  • In prima battuta creare le guide per il piano: ovvero delle strisce verticali di intonaco che già costituiscono il piano e il piombo dello strato di intonaco finale;
  • Attendere qualche minuto che le guide facciano presa;
  • Stendere l’intonaco sulla specchiatura compresa fra le due strisce, in modo più omogeneo possibile;
  • Con il regolo, poggiandolo sulle due guide parzialmente indurite, tirare il piano di intonaco;
  • Passare il frattazzo per un risultato liscio e definito.
Se scegliete di scialbare una parete con intonaco premiscelato, non è prevista la fase della frattazzatura. Quando il prodotto avrà indurito, allora passerete energicamente col raschiatore per rimuovere imperfezioni e creste.
Intonacare una parete

Come intonacare un muro irregolare

Bene. Ora sapete come intonacare una parete a regola d’arte.
L’ultimo consiglio che vi diamo riguarda la lavorazione di muri particolarmente irregolari. Infatti possono capitare muri con buche e fuori piombo considerevoli. In tal caso, per recuperare il piano sarete costretti ad impiegare spessori di intonaco notevoli.
Dunque, se non volete rischiare che l’intonaco caschi sotto il proprio peso o fessuri in fase di asciugatura per eccessivo ritiro, vi consigliamo di procedere per passaggi. Per esempio un ottimo modo è eseguire una prima applicazione per uno strato di sottofondo e successivamente applicare lo strato finale.

Richiedi informazioni:





Nome*
Cognome*
CAP*
Città*
Email*
Telefono
Compila il campo "Telefono" per una comunicazione più rapida
Tipologia Utente
Scrivi la tua richiesta*
Dichiaro di aver letto e accetto l'informativa sulla privacy

Share

Intonacare una parete: quali prodotti usare e come fare

Discussion

Leave A Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *