L’impermeabilizzazione dei terrazzi, consigli per la manutenzione delle facciate

Come si può facilmente immaginare, un elemento sporgente come il terrazzo necessita di una manutenzione se non frequente, quantomeno accurata. Acqua, neve e sbalzi termici possono minare la qualità dei nostri balconi inducendo prima fenomeni di infiltrazione e umidità che, se lasciati andare nel tempo, possono compromettere anche la stabilità del terrazzo stesso. Un osservazione delle condizioni strutturali ci dirà se è il caso di intervenire ed effettuare l’impermeabilizzazione dei terrazzi ed eventuali altri elementi a sbalzo e quale è il sistema più adatto al nostro caso.

Terrazzi, quando è necessario intervenire

Trattando di impermeabilizzazione dei terrazzi, è importante saper leggere i principali sintomi delle infiltrazioni che possono spingerci a optare per il rifacimento del terrazzo stesso. Un primo segnale è la presenza di muffe ai bordi di attacco con la muratura. Se è presente una muffa probabilmente in quella zona è presente un ristagno d’acqua che può derivare o da un difficile scolo dell’acqua meteorica o da fenomeni di risalita capillare. In ogni caso è importante prestare attenzione perché un’infiltrazione d’acqua può intaccare la pavimentazione e l’intera struttura.

Altro segnale che può farci insospettire è il rigonfiamento della pavimentazione, indice che qualcosa non va nella impermeabilizzazione dei terrazzi. Terzo segnale è il distacco totale o parziale dell’intonaco della superficie inferiore del terrazzo. Anche qui è probabile che l’acqua che scola dalla pavimentazione abbia inficiato le qualità fisiche e meccaniche del rivestimento a intonaco e che forse è giunto il momento del rifacimento del terrazzo.

Come intervenire per l'impermeabilizzazione dei terrazzi

Essendo una delle opere di manutenzione edile più frequente e diffusa, il mondo dell’edilizia ha studiato e sviluppato diverse tecniche per l’impermeabilizzazione dei terrazzi. Vediamo le due principali soluzioni:

  • demolizione e rifacimento: è inutile spiegare che questo sistema è sicuramente efficace, affidabile e duraturo ma che comporta costi gestionali da non sottovalutare. Demolendo e ricostruendo è possibile aggiustare eventuali errori di progettazione, principalmente riguardando la pendenza di scolo, e inserire sistemi drenanti che permettano un corretto e rapido deflusso delle acque meteoriche e un’asciugatura rapida dell’umidità di risalita. Indispensabile prevedere l’inserimento di una guaina impermeabilizzante adeguata. Inoltre, compatibilmente con eventuali normative e restrizioni, si può procedere a una personalizzazione dei terrazzi,sostituendo la pavimentazione e integrando il sistema con eventuali nuovi sistemi di chiusura verticali.
  • impermeabilizzazione con resine: se non si vuole demolire e affrontare costi gestionali notevoli, una validissima alternativa alla tradizionale guaina impermeabilizzante è l’impermeabilizzazione mediante la stesura di resine ad alta resistenza. Questa tecnica permette di non lasciare scoperto o vulnerabile a umidità nessuno spazio della superficie del terrazzo. Inoltre è una tecnica che può essere applicata sia su terrazze pedonali che carrabili con ottimi risultati in entrambi i contesti. La stesura di resine avviene mediante rullo e può essere effettuata, mediante opportuno trattamento superficiale, anche su pavimentazioni esistenti.

Resine impermeabilizzanti, durata e resistenza

Pur essendo una tecnica relativamente nuova nel campo della impermeabilizzazione dei terrazzi, grazie alla sua praticità ed affidabilità la resina ha già guadagnato ampio consenso tra gli addetti ai lavori. Le resine infatti, come le guaine impermeabilizzanti, garantiscono standard di resistenza e durata più che soddisfacenti. Le resine sono facili da far penetrare anche negli interstizi più angusti garantendo una idrorepellenza ottimale in ogni angolo. Le resine, inoltre, sono studiate per avere elasticità tale da non perdere di coesione con il materiale di supporto, un aspetto importante quando trattiamo superfici soggette a urti. Come ogni rivestimento protettivo anche le resine hanno proprietà coibentanti, così da minimizzare gli sbalzi termici tra piano a sbalzo e attacco con la facciata e non subire lacerazioni durante le escursioni termiche tra caldo e freddo.

Richiedi informazioni:





Nome*

Cognome*

La tua email*

Tipologia Utente*

Città*

Numero di telefono

Scrivi la tua richiesta*

Dichiaro di aver letto e accetto l'informativa sulla privacy

Share

L’impermeabilizzazione dei terrazzi, consigli per la manutenzione delle facciate