Fioriere da esterno: i materiali e le forme per arredare gli esterni di casa

Abbiamo tutti in mente il meraviglioso effetto delle casette di montagna, con le facciate decorate da tante fioriere da esterno. Con le loro forme regolari e piene di fiori colorati al loro interno, le fioriere non sono un semplice contenitore, ma un elemento decorativo che può cambiare radicalmente l’aspetto di un edificio, con giochi progettuali e geometrici.
Vediamo insieme i principali materiali e forme delle fioriere da esterno.

Le fioriere da esterno: un modo semplice per arredare con la natura

Il tema delle fioriere da esterno è caro a molti, e in effetti lo abbiamo già affrontato in parte, parlando delle “Fioriere e fontane da giardino per gli spazi scoperti”. Oggi invece ne parliamo a tutto tondo, sia per esempio per arredare un giardino, sia per valorizzare la facciata di casa nostra.
Infatti la bellezza sta in questo: i fiori sono un elemento comunemente sentito e riconosciuto come bello, appagante alla vista e all’olfatto.
Possiamo allestire delle fioriere all’esterno e grazie ad esse ottenere più scopi contemporaneamente. Per comprendere meglio facciamo alcuni esempi.

  • Posizionando degli elementi bassi e magari in legno, creiamo dei segni organizzativi dello spazio verde. La loro altezza contenuta non ce li fa percepire come degli arredi veri e propri ma più come un modo per arredare il giardino e creare limiti e percorsi.
  • Posizionando invece elementi alti, come le tipiche fioriere da 40 cm di altezza circa, comunichiamo un messaggio visivo molto più forte e chiaro, offrendo un’organizzazione dello spazio esplicita. Se abbiamo l’accortezza di prolungare la fioriera e realizzarne una parte chiusa superiormente, possiamo realizzare una seduta vendendo ad avere quindi un elemento a funzione promiscua di arredo del verde.
  • Un bell’edificio, se adornato di fiori in facciata è probabilmente ancora più bello. Un edificio di qualità progettuale inferiore, può invece guadagnare tanto esteriormente grazie ad un sistema di fioriere posto in facciata, con le quali creare armonie geometriche. Tenete conto che ad oggi esistono veri e propri progetti improntati sul verde, come il bosco verticale di Boeri a Milano.

Ma quali sono i materiali con cui viene costruita e commercializzata la fioriera ad uso esterno? Vediamoli assieme.

fioriere da esterno
Mapei Ecolastic 800×110

Fioriera in legno e ceramica: i classici

Senza dubbio uno dei materiali più belli e che più si prestano è il legno. Ne esistono di tante tipologie e il legno ben si presta anche al fai da te. In effetti è tipico dei paesi di montagna ma si addice anche ad altri contesti. Ad oggi può essere usato ovunque e la lavorazione fa la differenza. Un oggetto fatto con tante doghettine staccate fra loro e ordinate è ben riconoscibile per il suo gusto tipico. Se invece immaginiamo un elemento liscio e minimale allora ci stiamo avvicinando già ad un gusto più contemporaneo.

Un’altra tipica immagine in questo contesto è la fioriera in ceramica. Col suo caratteristico colore rosso mattone fa parte anch’essa dell’immaginario collettivo, nelle varie forme del tipo tronco di piramide e a tronco di cono rovesciati.

Fioriera in cemento

Anche la fioriera in cemento o calcestruzzo per meglio dire è una soluzione che ben si presta allo scopo. Spesso, questa tipologia di fioriere vengono usate in giardino, poiché sono soluzioni pesanti, cioè stabili, e comunque massicce e resistenti. Al loro interno viene normalmente disposta una rete metallica zincata o inox in modo da offrire sostegno strutturale alla fioriera senza però incorrere nel problema dell’ossidazione.

Trattandosi di prodotti prefabbricati, ci sono più tipi e modelli. Si va dai classici parallelepipedi aperti superiormente fino ai pezzi predisposti per la soluzione ad angolo e quindi con il cosiddetto quartabuono.

Fioriere in resina

Infine citiamo da ultime le fioriere in resina. Sono fra le più economiche anche se certo non sono le più pregevoli esteticamente ma hanno modo di essere impiegate comunque con successo. Infatti possono ricevere colorazioni di vario genere e il segreto sta per esempio nel loro utilizzo in facciata. In tal caso arredano adeguatamente e, dal fronte strade, non se ne percepisce in modo chiaro la natura materica poiché si rimane distanti. Quindi, se ben usate e ben posizionate, assolvono al loro compito più che dignitosamente, costano poco, sono leggere e si maneggiano agilmente.

Richiedi informazioni:





Nome*
Cognome*
CAP*
Città*
Email*
Telefono
Compila il campo "Telefono" per una comunicazione più rapida
Tipologia Utente
Scrivi la tua richiesta*
Dichiaro di aver letto e accetto l'informativa sulla privacy

Share

Fioriere da esterno: i materiali e le forme per arredare gli esterni di casa

Discussion

Leave A Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *