Dimensioni minime box auto e spazi: la normativa cosa dice?

L’auto rappresenta un bene fondamentale senza il quale molti di noi non avrebbero nemmeno la possibilità di recarsi al lavoro o svolgere altre attività necessarie nella vita di tutti i giorni. Ovviamente, uno spazio proprio adibito a parcheggio risulta di grande utilità, specialmente in città dove gli spazi liberi sono rari e talvolta non sicuri per la nostra auto.

Spesso però, sorgono dubbi in merito alle misure da rispettare nella realizzazione dei box auto e su come la legge dispone al riguardo. Che si tratti di prendere in affitto un appartamento con box auto, di acquistarlo, oppure di realizzare un piccolo garage al fine di tenere al sicuro il nostro mezzo, è necessario sapere le misure cui fare riferimento.

Conosciamo insieme le dimensioni minime box auto con i dovuti riferimenti normativi!

La normativa sulla grandezza del box auto e autorimesse private

Le leggi che meritano di essere conosciute sono principalmente due:

  • La legge 122 del 1989 comunemente nota come “legge Tognoli” che fa da riferimento in tema di autorimesse private con particolare attenzione a superfici minime in funzione del volume abitativo costruito e quant'altro.
  • Il Decreto Ministeriale del febbraio del 1986 pubblicato nella gazzetta ufficiale del 15 febbraio dello stesso anno, il quale cura l’aspetto dell’antincendio e quindi della sicurezza in generale negli spazi di rimessa.
dimensioni minime box auto
Mapei – Mapethermr Flex RP – 800×110

Quali sono le misure minime per realizzare il garage privato?

La legge Tognoli prevede che si realizzi almeno 1 metro quadrato di parcheggio ogni 10 metri cubi di volume abitativo costruito. Questo dovrebbe garantire uno standard minimo per gli inquilini interessati. Gli strumenti urbanistici, quelli comunali normalmente concedono l’interpretazione per cui tale superficie contenga al suo interno anche gli spazi adibiti a manovre.

Per quanto riguarda il decreto sopra citato, esso si cura in particolar modo della sicurezza di certi spazi come detto, e quindi oltre che normare la grandezza minima del box auto offre disposizioni circa la larghezza delle corsie per le manovre a altro per non rimanere intrappolati nei parcheggi e garantire un’agevole fruizione.

Genericamente vengono previsti box minimi di 5x2,5 metri nel rispetto delle difficoltà motorie dei conducenti con disabilità, i parcheggi ad essi destinati necessitano di misure maggiorate: 5x3,5 m per garantire il passaggio di una carrozzella. Le corsie dei parcheggi è bene che siano di almeno 4,5 m di ampiezza e non meno di 5 m nelle zone antistanti ai box. Questo concede la possibilità di eseguire senza difficoltà le manovre di ingresso e di uscita dal parcheggio.

Qual è l’altezza minima per realizzare autorimesse interrate?

Quando si è in presenza di spazi interrati è necessario fare delle modifiche ad hoc sulla grandezza minima del box auto. Infatti il decreto distingue tra parcheggi fino a 9 posti oppure sopra i 9 posti auto.

Nel primo caso sono imposte specifiche meno restrittive e l’altezza minima prevista è di 2 metri anche se raramente si trovano valori così esigui nel costruito. Nel secondo caso, invece l’altezza minima diventa 2,4 metri. Può essere comunque consentita un’altezza non inferiore ai 2 metri solo sotto trave.

Trattandosi di struttura interrata sarà sottostante ad un edificio costituito da più piani collocati sopra di essa. Dai solai con molta probabilità si possono ricavare delle travi in calcestruzzo armato atte a reggere i solai, la quota dei 2 metri è permessa solo al di sotto di queste, mentre altrove valgono sempre i 2,4 metri.

Inoltre, in caso di nuova costruzione vi vogliamo ricordare che, alcuni Comuni italiani hanno all’interno del proprio regolamento parametri più restrittivi da dover tenere necessariamente in considerazione.

dimensioni minime box auto

Qualche consiglio per valutare il box auto…

In ogni caso, ci sentiamo di fornirvi alcuni consigli pratici:

Per l’esecuzione di un piccolo garage ora sapete quali sono le misure minime, in ogni caso vi consigliamo di non scendere al di sotto dei 12,5 metri quadrati per una pura questione normativa, ma sarebbe bene raggiungerne almeno 15 di metri per una dignitosa comodità.

Nel caso andiate in affitto o acquistiate un’abitazione, nel contratto di certo sarà bene accertarsi della presenza del box auto e del diritto esclusivo a servirsene.

Al di là delle singole misure rilevabili direttamente in sito, vi suggeriamo di provare l’ingresso, il posteggio e la circolazione all’interno degli spazi che compongono la rimessa. Molto spesso ci sono specifiche fisiche che variano di caso in caso e che è opportuno testare in prima persona. Se, per esempio vi ritrovate vicino al vostro spazio auto un pilastro attorno al quale dover fare manovra, dovreste necessariamente sperimentare se per voi e la vostra auto il passaggio è sufficientemente comodo oppure, trovare la miglior soluzione!

Richiedi informazioni:





Nome*
Città*
Email*
Telefono
Compila il campo "Telefono" per una comunicazione più rapida
Tipologia Utente
Scrivi la tua richiesta*
Dichiaro di aver letto e accetto l'informativa sulla privacy

Share

Dimensioni minime box auto e spazi: la normativa cosa dice?

Discussion

Leave A Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *